Home / Forex / Euro in discesa libera

Euro in discesa libera

Il mese di giugno è stato un mese da incorniciare per l’euro nei confronti del dollaro. Dopo aver trascorso il mese di maggio all’interno di un range di prezzi tra 1,280 a 1,950, la nostra moneta unica ha avuto la forza di rompere gli indugi infrangendo tutti i livelli di resistenza fino a superare quota 1,3370 qualche giorno fa.

Molti trader forex hanno avevano scommesso in un trend rialzista che avrebbe potuto durare altre settimane, ma questo non è accaduto.

Come si nota dal grafico, proprio al raggiungimento dei massimi, l’euro ha incontrato un livello di resistenza che ha fatto invertire il trend ed iniziare la discesa libera.

grafico-eur-usd-24-giugno

Dal giorno 20 la discesa delle quotazioni dell’euro sul dollaro non si è ancora fermata.

La causa è da ricercarsi dalla decisione della Fed di lasciare invariati i tassi di interesse. Questa mossa ha dato spinto verso l’alto il dollaro che ha recuperato sull’euro 200 pips in pochi giorni.

Operatività euro dollaro

In questa situazione non è semplice dare una indicazione operativa sicura. Dovremmo aspettare che i prezzi raggiungano quota 1,300 per capire se il trend ribassista in atto è ancora forte.

 

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L’amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza.
Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore.
Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Fed e Bce al centro dell’attenzione. Settimana decisiva sul futuro dei tassi di interesse

Settimana importante sui mercati finanziari; gli operatori si concentrano sui due eventi più importanti di dicembre, il meeting del Fomc e la riunione della Bce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *