Home / Finanza Personale / Servizi bancari / Aumentano le tasse sui prodotti di risparmio e d’investimento

Aumentano le tasse sui prodotti di risparmio e d’investimento

Se l’introduzione della Tobin Tax verrà confermata, sarà solo l’ultima di una serie di norme che andranno a pesare ancor più pesantemente il settore del risparmio.

Il primo passo è stato fatto con la variazione dal 12,5% al 20% sulle plusvalenze dei principali strumenti finanziari; azioni, obbligazioni, futures, ecc…

Inoltre con il decreto stabilità ha imposto una nuova imposta di bollo sui prodotti di risparmio e d’investimento (i fondi comuni, le polizze, i depositi bancari e postali o i conti-titoli) che subirà una variazione dall’attuale 0.10% allo 0.15% annuo dal 1° gennaio 2013. Si tratta di un aumento del 50% con una soglia minima di 34.20 euro e senza alcun tetto massimo.

Non ci saranno differenze tra i paesi nell’Unione Europea ed i paesi extraUe, in quanto i bolli dei conti correnti detenuti in Svizzera o a San Marino, sarà pari a 34,20 euro all’anno.

Questa variazione andrà a colpire i piccoli risparmiatori e spingerà molte persone a spostare la propria ricchezza verso i conti correnti o  verso alcune polizze vita, avvantaggiando banche e compagnie assicurative ma danneggiando i comuni prodotti di investimento.

FAI TRADING SU CRIPTOVALUTE

www.plus500.com

Scopri tutte le opportunità offerte da Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash e le altre
Spread bassi, zero commissioni e leva finanziaria

A farne le spese di questa mini patrimoniale saranno anche i conti deposito che negli ultimi anni hanno registrato una notevole richiesta da parte dei piccoli risparmiatori.
Anche se la percentuale potrebbe sembrare bassa (0,15%), potrebbe comunque incidere sul tasso di interesse. Inoltre, bisogna considerare chi ha un piccolo capitale dovrà ugualmente pagare i 34.20 euro non esistendo un tetto minimo e per questo non proporzionato al capitale depositato.

I vantaggi e le garanzie per i conti deposito rimarranno invariate e con la nuova tassazione sugli interessi maturati, la ritenuta fiscale introdotta dal 2012 è stata ridotta dal precedente 27% agli attuali 20%.
Vista anche la riduzione dell’aliquota sul capital gain, i conti deposito rimangono una delle soluzioni di investimento migliori e sicuri per parcheggiare la liquidità.

Vista la situazione economica sono molte le persone alla ricerca di un investimento sicuro e profittevole e per questo riteniamo che nonostante l’incremento dell’imposta di bollo, anche l’anno prossimo i conti deposito saranno fra le forme di investimento preferite dai risparmiatori.


Trai vantaggio dall’instabilità del mercato

Apri un conto di trading

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L’amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza.
Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore.
Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Dove investire oggi; i migliori investimenti sicuri e redditizi

E' possibile investire sicuri e allo stesso tempo avere alti interessi? Chi non sogna di trovare un investimento sicuro che possa garantire un buon ritorno economico?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *