Home / Finanza Personale / Risparmio / Risparmiare sul riscaldamento con la stufa a pellet

Risparmiare sul riscaldamento con la stufa a pellet

L’autunno sembra veramente arrivato all’improvviso. Dopo un settembre passato al mare con temperature estive, l’ultimo week end sembra aver dato il via alla stagione più fredda.

Forse oggi per molti italiano è ancora presto per accendere il riscaldamento ma anche questa data non è molto lontana. Molte persone in preparazione della stagione più fredda si sta attrezzando per non farsi trovare impreparato.
Quest’anno come non mai, si sta registrando una massiccia richiesta di installazione di stufe a pellet. Il motivo è semplice; con la stufa a pellet oggi si può ottenere un grande risparmio e inoltre godere di ottime agevolazioni fiscali.

Per quanto riguarda il risparmio, le stufe a pellet hanno una alta resa di calore ed un costo di partenza legato all’acquisto e all’installazione abbastanza contenuto.

Per dare un’idea sul risparmio di una stufa a pellet è necessario fare in esempio reale per un appartamento di medie dimensioni. Un appartamento di 100 metri quadri con un consumo annuale di circa 1.500 euro di gas solo per il riscaldamento, con una stufa a pellet il costo si può aggirare sui 500 euro. Questo vuol dire che il risparmio può arrivare a un terzo se non superiore.

Se guardiamo il costo di un impianto medio ideale per l’appartamento indicato nell’esempio (100 metri quadri), si aggira circa a 3.000/3.500 euro comprensivo di installazione.
Grazie alle agevolazioni fiscali al momento in vigore è possibile detrarre sulla spesa di acquisto e installazione il 50% (detrazione IRPEF del 50% a partire da giugno 2013). Questo vuol dire che l’impianto avrà un peso effettivo sulle nostre tasche di circa 1.500 e grazie all’enorme risparmio, in uno/due anni l’impianto della stufa a pellet viene ripagato completamente.

Oltre al grande vantaggio economico, la stufa a pellet a una resa molto alta e riesce a scaldare un ambiente a temperatura più elevate dei classici caloriferi. Inoltre il pellet è una risorsa rinnovabile e rispettosa dell’ambiente con emissioni di CO2 vicine allo zero. Un impianto a pellet non sporca e per quanto riguarda la manutenzione e la pulizia è rapida e facilitata.

Per quando riguarda il pellet, è oggi reperibile in tantissimi punti vendita come supermercati o distributori specializzati, con un prezzo che si aggira tra i 3,50 euro e i 4,60 euro per un sacco di 15 kg. Se si vole fare scorte e risparmiare sull’acquisto del pellet, è possibile acquistare pallet contenti all’incirca 65 sacchi da 15 kg dalle dimensioni di circa 1,40 x 1,50 m.

Se eravate indecisi, grazie alla detrazione IRPEF del 50%, al momento fino al 31/12/2013, è possibile installare una stufa a pellet con grandi vantaggi


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
NSBroker Licenza MFSA, FCA, Consob
Piattaforma di trading avanzata
Trading su criptovalute
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Un commento

  1. Bisogna ricordare che per usufruire delle detrazioni fiscali solitamente bisogna effettuare il pagamento mediante bonifico bancario; questo vale anche per le stufe a pellet e a biomassa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.