Home / Finanza Personale / Risparmio / Cosa fare per salvare i risparmi in caso di default della Grecia

Cosa fare per salvare i risparmi in caso di default della Grecia

La situazione economica attuale non offre certezze ai cittadini. Osservando la condizione precaria della Grecia, che al momento si trova ad una passo dall’abbandono dell’euro, bisogna iniziare a preoccuparsi ed organizzarsi per sopravvivere a questo difficile periodo.

Bisognerebbe pensare anche alla situazione peggiore: se la Grecia dovesse uscire dall’Euro, potrebbe portare con se anche le nazioni più deboli come Spagna e Italia.
Considerato questo, ci sarebbe anche la possibilità che il nostro Paese possa uscire dall’euro e il ritornare alla vecchia lira. Per questo è necessario organizzarsi e valutare un piano per sopravvivere a questa situazione.

La prima cosa da fare è studiare un piano di salvataggio del nostro patrimonio e per far questo analizziamo i possibili scenari tra investimenti azionari, immobiliari, mutui e polizze Vita.

Per quanto riguarda le azioni, se la Grecia dovesse uscire dall’Euro, a pagare sarebbero soprattutto i titoli bancari che diventerebbero ad alto rischio. La situazione si invertirebbe se invece la Grecia riesca a sollevarsi e riprendere la crescita. In questo caso i titoli bancari sarebbero quelli favoriti e goderebbero di una grossa crescita.
Una ultima ipotesi e che la Grecia dovesse farcela ma rimanendo in una fase difficile e di incertezza. Questo metterebbe a rischio i Paesi più deboli come Italia e Spagna e sfavorendo dunque i loro listini azionari.

Per quanto riguarda gli immobili, la situazione non dovrebbe cambiare di molto in Italia, in quanto la domanda è ancora molto forte nonostante la crisi, i costi delle case registrerebbero un calo meno accentuato che altrove.

Fai Trading su Valute, Materie Prime, Azioni e Molto Altro. Conto DEMO gratuito, Formazione Completa. Vincitore Migliore Broker!

Il 73,9% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con Markets. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Per i conti correnti potrebbe accadere una corsa agli sportelli bancari anche in Italia, anche se, si dice, che in Italia esiste il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi che garantisce fino a un massimo di 100mila euro, per ciascun intestatario di conto corrente. C’è comunque da valutare che dovessero essere diverse le banche in difficoltà, non è detto che questo fondo sia in grado di coprire tutti i conti dei clienti.

La situazione rimarrebbe stabile per i mutui, in quanto la stabilità è garantita dalla Banca Centrale Europea che immette liquidità al sistema bancario europeo tenendo l’Euribor in equilibrio.
Quindi, per chi ha già sottoscritto un mutuo, non cambierà nulla, anzi, il prolungarsi della fase di incertezza prolungherebbe il volere dell’Euribor al minimo e chi ha un mutuo a tasso variabile acceso prima del 2008 potrà godere di una rata molto bassa.
Questo discorso è valido per i vecchi mutui, ma per quanto riguarda i nuovi, in caso di uscita della Grecia, l’aumento dello spread potrebbe portare al rialzo del costo dei nuovi mutui, sia fissi che variabili.

Un’altro punto che verrà influenzato dall’uscita dell’Euro della Grecia, è l’Oro. Il bene rifugio da sempre, porterebbe registrare un deprezzamento. Il motivo è presto detto: il valore dell’Euro sul Dollaro potrebbe registrare una riduzione consistente, e dato che l’oro viene quotato in dollari, il suo prezzo per gli acquirenti europei si alzerebbe, causando proprio il ribasso dei prezzi.

Viste queste realtà, come possiamo salvare i risparmi? Cosa fare in caso dell’uscita dall’Euro della Grecia?
Lasciamo aperto il post ai vostri commenti e opinioni…


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com Licenza CySEC, FSCA
Strumenti di trading avanzati
Strategie personalizzate
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
FXCM Licenza FCA, Consob
Zero commissioni
Strumenti di trading esclusivi
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Previsioni di borsa dopo il forte calo di ieri

Le previsioni di borsa sono ancora incerte dopo i forti cali di ieri.Per conoscere il futuro dei mercati finanziari si dovrà attendere qualche giorno.Per ora meglio essere prudenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.