Home / Finanza Personale / Mutui / Aumento dei tassi d’interesse; cosa fare adesso?

Aumento dei tassi d’interesse; cosa fare adesso?

Dopo alcuni anni in continua discesa, i tassi d’interesse stabiliti dalla BCE, subiranno presto un aumento. Ad oggi i tassi dei mutui variabili sono fissati al valore di 0,225% (minimo storico).

Una brutta notizia per le famiglie che hanno sottoscritto un mutuo a tasso variabile con la propria banca, che vedranno entro fine anno crescere l’importo delle rate mensili. Si parla di valori che si aggirano a 0,33% entro fine anno, all’1% nel 2140 e per poi raggiungere 2% nel 2017.

Senza guardare un ottica troppo lunga, già nei prossimi mesi si dovrà a far fronte ad un aumento dei tassi d’interesse e per questo alla rata del mutuo che in alcuni casi potrebbe anche superare i 100 euro per mutui di importi elevati.

Viste queste insistenti notizie alcuni mutuatari si stanno mobilitando in cerca di un mutuo migliore nel caso aumentino i tassi di interesse. Un ottima scelta in questo momento è il mutuo a tasso fisso, e anche se negli ultimi mesi balzati dal 2,2 al 2,7% in conseguenza dell’aumento dei rendimenti del Bund tedesco, può garantire oggi e per tutta la durata del mutuo, una rata bassa visti i tassi e costante.

FAI TRADING SU CRIPTOVALUTE

www.plus500.com

Scopri tutte le opportunità offerte da Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash e le altre
Spread bassi, zero commissioni e leva finanziaria

Sicuramente chi deve scegliere un mutuo oggi, si troverà di fronte a non poche difficoltà e non solo legate alla concessione dello stesso ma anche sul tipo di accordo stipulare. Se prendiamo per esempio un mutuo di 100.000 euro, la differenza di rata tra un mutuo a tasso fisso e un mutuo a tasso variabile, è di almeno 100 euro in più per il primo.

Una valida alternativa ai due classici mutui è data dal mutuo variabile con il cap, che fa definire in partenza l’aumento massimo della rata in caso di aumento dei tassi d’interesse. Il risparmio offerto da questa soluzione si attiva in caso di repentina salita dei tassi a breve periodo, come potrebbe succedere nei prossimi mesi.

Qualsiasi sia la vostra prossima scelta o quella già fatta, è possibile sempre cambiare il proprio mutuo passando in altro istituto. Grazie alla surroga si potrà scegliere in qualsiasi momento e ogni volta si voglia stipulare un nuovo mutuo in linea al mercato.


Trai vantaggio dall’instabilità del mercato

Apri un conto di trading

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L’amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza.
Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore.
Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

La Fed alzerà i tassi a dicembre? I dubbi rimangono, nulla è scontato

Gli operatori sono convinti che dicembre sia il mese "buono" per la stretta stretta monetaria negli Stati Uniti, ma le condizioni per compiere questo passo ci sono realmente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *