Home / Finanza Personale / Fisco / Gli Italiani preoccupati per la nuova tassa sul mattone: IMU BIS

Gli Italiani preoccupati per la nuova tassa sul mattone: IMU BIS

Abbiamo parlato in diversi articoli della nuova IMU. Si pensava che con questa “stangata” legata alla casa fosse l’ultima ma forse non lo è.

A pesare ancor più sulle tasche dei contribuenti ora ci si potrebbe mette anche cosiddetta  l’IMU BISimposta di scopo.

Infatti, oltre all’IMU, i contribuenti potrebbero essere colpiti da questa nuova imposta di scopo legata agli immobili.
Si tratta di una tassa sul mattone volta a finanziare le opere pubbliche comunali.

A dire il vero non è una nuova tassa, ma una vecchia misura istituita dal Governo Prodi con la Finanziaria 2007 per fornire liquidità ai Comuni a parziale copertura delle opere pubbliche e finita nel decreto sul Federalismo fiscale del 2011.

Sembrerebbe però che alcune modifiche del decreto semplificazioni, potrebbero renderla ancora più appetibile e applicabile da parte di tutti i Comuni.

Le modifiche apportate fanno si che l’applicazione di tale tassa possa essere applicabile per un periodo decennale (nella vecchia legge era di cinque anni) e per finanziare il 100% delle opere (nel testo originale era del 30%).

Oltre alle tante tasse dateci dal nuovo Governo, questa IMU BIS rischia di essere un’arma data nelle mani dei comuni.

Quelli che più è sicuro che si tratta di una nuova tassa sugli immobili che rischia solo di essere un doppione dell’IMU con un altro nome.

Precisiamo che questa nuova norma deve ancora passare al Senato, dove c’è margine per il dibattito politico sulla questione. Vedremo come reagirà il Parlamento..
Fonte: pmi.it


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
Brokereo Licenza CySEC
No commissioni su CFD
Segnali di trading
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.