Home / Finanza Personale / Fisco / Come comportarsi nei confronti del nuovo redditometro

Come comportarsi nei confronti del nuovo redditometro

Dal primo giorno dell’anno l’occhio della finanza è entrato nelle nostre tasche. Tutti gli estratti conto degli italiani ora si trova nelle mani della finanza che è in grado di controllare le nostre spese, stile di vita e quant’altro.

A tutto questo si va ad aggiungere il famoso redditometro, ma come dobbiamo comportarci?

Il nuovo redditometro, come spiegato dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, è “uno strumento di compliance a disposizione dei contribuenti che consente di rilevare la coerenza tra le loro spese e il reddito che hanno dichiarato”.

Rispetto al precedente meccanismo, che era basato sul rapporto fra la disponibilità di alcuni beni e quanto dichiarato, il nuovo redditometro si basa sulla spesa effettiva e presuppone, quindi, una coerenza tra il reddito dichiarato e la capacità di spesa.

FAI TRADING SU CRIPTOVALUTE

www.plus500.com

Scopri tutte le opportunità offerte da Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash e le altre
Spread bassi, zero commissioni e leva finanziaria

Dal gennaio 2012 sono partite le verifiche sui redditi a partire dal 2009, in particolare concentrati sulle seguenti categorie:

– abitazione
– mezzi di trasporto
– contributi e assicurazioni
– istruzione
– attività sportive e ricreative e cura della persona
– altre spese significative
– investimenti immobiliari e mobiliari netti.

L’Agenzia delle Entrate ha precisato che per individuare le caratteristiche dell’evasione sarà necessario un disallineamento tra reddito effettivo e dichiarato del 25% ripetuto per due annualità consecutive. In assenza di questi requisiti, non sarà possibile effettuare l’accertamento sintetico.

I contribuenti richiamati dovranno giustificare le spese ricostruendo i movimenti delle somme di denaro e i flussi di spesa, con i documenti alla mano. Solo in tal modo, la difesa dall’accertamento sintetico potrà risultare efficace.
Fonte: leggioggi.it


Trai vantaggio dall’instabilità del mercato

Apri un conto di trading

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L’amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza.
Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore.
Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

La caccia alle spese è iniziata. Ecco il nuovo Redditometro

Sono tante le domande sul nuovo Redditometro.I cittadini non si sentono liberi di spendere i propri risparmi con la paura di essere chiamati a giustificare le spese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *