Home / Finanza Personale / Fisco / Come comportarsi nei confronti del nuovo redditometro

Come comportarsi nei confronti del nuovo redditometro

Dal primo giorno dell’anno l’occhio della finanza è entrato nelle nostre tasche. Tutti gli estratti conto degli italiani ora si trova nelle mani della finanza che è in grado di controllare le nostre spese, stile di vita e quant’altro.

A tutto questo si va ad aggiungere il famoso redditometro, ma come dobbiamo comportarci?

Il nuovo redditometro, come spiegato dal Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, è “uno strumento di compliance a disposizione dei contribuenti che consente di rilevare la coerenza tra le loro spese e il reddito che hanno dichiarato”.

Rispetto al precedente meccanismo, che era basato sul rapporto fra la disponibilità di alcuni beni e quanto dichiarato, il nuovo redditometro si basa sulla spesa effettiva e presuppone, quindi, una coerenza tra il reddito dichiarato e la capacità di spesa.

Fai Trading su Valute, Materie Prime, Azioni e Molto Altro. Conto DEMO gratuito, Formazione Completa. Vincitore Migliore Broker!

Il 73,9% di investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con Markets. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Dal gennaio 2012 sono partite le verifiche sui redditi a partire dal 2009, in particolare concentrati sulle seguenti categorie:

– abitazione
– mezzi di trasporto
– contributi e assicurazioni
– istruzione
– attività sportive e ricreative e cura della persona
– altre spese significative
– investimenti immobiliari e mobiliari netti.

L’Agenzia delle Entrate ha precisato che per individuare le caratteristiche dell’evasione sarà necessario un disallineamento tra reddito effettivo e dichiarato del 25% ripetuto per due annualità consecutive. In assenza di questi requisiti, non sarà possibile effettuare l’accertamento sintetico.

I contribuenti richiamati dovranno giustificare le spese ricostruendo i movimenti delle somme di denaro e i flussi di spesa, con i documenti alla mano. Solo in tal modo, la difesa dall’accertamento sintetico potrà risultare efficace.
Fonte: leggioggi.it


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com Licenza CySEC, FSCA
Strumenti di trading avanzati
Strategie personalizzate
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
FXCM Licenza FCA, Consob
Zero commissioni
Strumenti di trading esclusivi
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Notizie positive sul fronte della lotta all’evasione fiscale

La macchina è ormai avviata ed è in grado di recuperare le somme dovute in modo forte, consistente, continuo. E quest'anno il fisco prevede di recuperare 10 miliardi di euro, due in più rispetto allo scorso anno", ha detto il direttore dell'Agenzia delle entrate Attilio Befera, che giudica "estremamente positivo" il risultato dei rimborsi fiscali dell'anno che si sta per chiudere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.