Home / Finanza Personale / Fisco / Cambiano la tassazione sulle rendite finanziarie

Cambiano la tassazione sulle rendite finanziarie

aumento-rendite-finanziarie

Il giorno (non) tanto atteso è arrivato. Oggi primo luglio, la tassazione tassazione sulle rendite finanziarie passa dai precedenti 20% al 26%.

Un duro colpo per la maggior parte degli investitori che, oltre a far fatica a guadagnare in borsa o ricevere quei bassi interessi offerti dalle diverse forme di risparmio, oggi devono fare i conti con un nuovo aumento della tassazione sui profitti ottenuti.

Abbiamo già affrontato l’argomento nell’articolo “Rendite finanziarie; si ritorna a mettere le mani nelle tasche degli investitori” dove avevamo fatto i conti in tasca ai piccoli risparmiatori e all’effetto di questo cambiamento sulle rendite finanziarie.

Il problema oggi si trasferisce anche sulle banche in quanto, il cambiamento della aliquota, è estremamente complicata per le banche che devono informare i loro clienti alla possibilità di  affrancare le plusvalenze maturate sugli strumenti finanziari sul conto titoli alla data del 30 giugno.

C’è infatti la possibilità per gli investitori di assicurarsi la tassazione al 20% pagando una imposta sostitutiva sulla plusvalenza latente ai valori di borsa del 30 giugno. In questo modo solo i proventi realizzati dal primo luglio saranno tassati al 26%.

Vi consigliamo di contattare il proprio intermediario o banca per spiegare nel dettaglio le diverse possibilità in quanto sono tante.

Ci sono anche da considerare le minusvalenze non ancora utilizzate sul proprio dossier titoli, che possono essere utilizzate per ridurre il valore della plusvalenza latente da tassare al 20%, richiedendo questa informazione alla propria banca.

Quello che è da fare, e in maniera veloce, è di rendere effettiva la procedura di affrancamento che prevede la messa a disposizione dell’intermediario a versare le imposte sulle plusvalenze latenti.

Cosa cambia nel dettaglio da oggi primo luglio?

L’aumento della tassazione sulle rendite finanziarie di 6 punti percentuali toccherà i conti bancari, i guadagni ottenuti dagli investitori con le azioni, le obbligazioni, i fondi comuni, conti deposito e alcune categorie di polizze sulla vita.

Rimangono esclusi dall’aumento i titoli di stato e i buoni fruttiferi postali, che conserveranno l’aliquota ridotta del 12,5%.


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Le azioni necessarie per imparare a guadagnare in borsa

È possibile guadagnare in borsa? Quali sono le regole da seguite? Una guida utile per imparare a guadagnare in borsa in modo semplice e chiaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.