In arrivo un nuovo prelievo forzoso sui conti correnti

prelievo-forzoso-in-italia
Si ritorna con forza a parlare di un prelievo forzoso sui conti correnti degli italiani. La brutta notizia sembrerebbe non essere solo una voce, ma un realtà che inizia a diffondersi ovunque.

Il prelievo forzoso fu applicato già nel 1992 con il governo Amato, che applicò sui conti correnti una tassazione dello 0,6%.

Ancora non è chiaro di come potrà avvenire il nuovo prelievo forzoso. Tecnicamente c’è la possibilità che lo stato tassi i conti correnti, ma a differenza del 1992, questa volta per diversi punti percentuale.
Di certo si guarderà le aliquote di ogni correntista, ma una tagliola che non ci sarebbe modo di scampare.

✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Già un anno fa l’FMI aveva proposto di tassare una tantum i conti bancari e postali del 10%, in modo da abbassare il debito in un attimo di 170 miliardi. Una proposta forse sopra i limiti ma che non è mai stata scartata dal governo.

Oggi l’ipotesi di un prelievo forzoso esiste e tende a prendere sempre più corpo, man mano che si indebolisce la posizione dell’Italia in Europa.

Infine a rafforzare questo ci si mette la crisi dell’Euro zona e i valori ancora in calo nel terzo trimestre che ha visto anche la Germania perdere terreno.

Ma i poveri correntisti in questa situazione cosa posso fare?

prelievo-forzoso-conti-correnti


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
eToro Licenza CySEC, FCA, ASIC
Social Trading
Deposito minimo 50€
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, CSSF
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Licenza BaFin, Consob
Accesso ai mercati globali
Commissioni competitive
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 62 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.