Home / Finanza Personale / Assicurazioni / Assicurazioni tra problemi e aumenti delle tariffe

Assicurazioni tra problemi e aumenti delle tariffe

Problemi per gli italiani al momento della stipula di una polizza assicurativa per le auto. Una della grandi novità è la nascita di compagnie assicurative che in realtà tali non sono. Si tratta, cioè, di assicurazioni che non hanno mai ricevuto alcuna autorizzazione per farlo.

Nei soli ultimi dieci giorni di gennaio, l’Isvap ha segnalato quattro compagnie sprovviste dei requisiti necessari per svolgere attività assicurativa e, per esempio, il 29 gennaio è toccato ad Arisa Assurances S.A. e HDI Direkt Versicherung AG, intermediate dalla Fin Planet s.p.a., che si qualifica come broker assicurativo, e prive dei permessi per l’Rc auto.

Se da una parte stipulare un’assicurazione con una compagnia cui manca l’autorizzazione prevede un notevole risparmio, dall’altro questo stesso risparmio al momento della firma può trasformarsi, in caso di controlli, in una vera e propria sanzione. Chi stipula, infatti, una polizza Rc auto con queste compagnie non assolve l’obbligo assicurativo previsto e ciò significa che non solo è scoperto in caso di incidente ma rischia anche il sequestro del veicolo e una sanzione fino a 3119 euro.

Per essere sicuri che la proposta Rc auto estremamente vantaggiosa che si riceve non nasconda qualcosa di illegale, l’Isvap consiglia di consultare l’elenco delle imprese assicurative autorizzate sul suolo italiano sul proprio sito (www.isvap.it).
Altro problema, ormai diventato troppo attuale, è il continuo aumento cui sono sottoposte le polizze. Lo scarto tra premi incassati e sinistri più costosi si aggira oggi intorno al 5-8%, un fabbisogno che mette in affanno le compagnie assicurative e che potrebbe essere scaricato sui prezzi.

Adiconsum e Federconsumatori hanno calcolato dal ’96 a oggi un rialzo del 170% e il divario nel corso del 2010 crescerà ancora e ciò significa che la tendenza alla riduzione dei prezzi è destinata a lasciare il campo ad eventuali rincari, come spiegato anche dal presidente dell’Ania, Fabio Cerchiai.

Fonte: businessonline.it


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.