Home / Dove Investire / Investire Immobili / Il mercato immobiliare in Italia non si muove, queste le ragioni

Il mercato immobiliare in Italia non si muove, queste le ragioni

Con tutto quello che sta passando la nostra economia negli ultimi tempi, il mercato immobiliare in Italia sembra essere fermo, e fa fatica a rialzarsi. E di conseguenza per acquistare casa, non avendo tutti i soldi a disposizione per chiudere la transazione, sempre più famiglie fanno ricorso ad un mutuo.

Il livello delle compravendite è mediamente in calo, ma questo è anche frutto dei prezzi di mercato che non scendono di quell’entità tale da smuoverlo.
I venditori di immobili, infatti, continuano ad essere “rigidi”, nel senso che non offrono sconti tali da attirare compratori che spesso sono alla ricerca solo del grande affare. E così le vendite di case languono a fronte del venditore che preferisce locare l’immobile piuttosto che cederlo svendendolo. Visti gli ultimissimi venti di crisi che stanno interessando il nostro Paese, questa situazione rischia di protrarsi ancora per molto tempo con tutto quel che ne consegue.

SCOPRI LA DIFFERENZA

www.activtrades.com/it/

Fai trading su Forex e CFD con un Broker affermato
Supporto Clienti Pluripremiato, Protezione dei fondi, Conto demo gratuito

Insomma, quello immobiliare italiano è un mercato stagnante, che risente sia dell’onda lunga della crisi finanziaria ed economica, sia della crescita dei prezzi nei primi anni dell’anno 2000 ed in particolare fino al 2006, anno in corrispondenza del quale s’è poi arrestata la dinamica rialzista delle quotazioni.

E per chi deve comunque acquistare la casa con un mutuo, la situazione non è delle più rosee. Rispetto a solo qualche mese fa, infatti, i finanziamenti ipotecari sono più cari, in termini di spesa per interessi da pagare, sia sul tasso fisso, ovverosia con l’indicizzazione all’Irs, sia con il tasso variabile, ovverosia con l’indicizzazione all’euribor. Pur tuttavia c’è da dire che l’euribor ora potrebbe arrestare la sua corsa al rialzo per diversi fattori; innanzitutto, a causa della crisi dei debiti sovrani, sembra che la Bce non abbia più intenzione di alzare ulteriormente il costo del denaro. Inoltre, i rischi di un nuovo rallentamento dell’economia globale potrebbero portare proprio l’euribor ad una pausa dai rialzi anche particolarmente lunga.


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
FXCM Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Sicurezza dei fondi
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Mutuo a tasso variabile. Come comportarsi per limitare gli aumenti

Nel caso in cui avessimo scelto di accendere un mutuo variabile negli ultimi anni, sicuramente attratti dalla vantaggiosissima congiuntura economica che ha permessi di mantenere bassissimi i tassi d’interesse, sarebbe utile sapere come difendersi da un eventuale rialzo dei tassi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.