Home / Guida trading / Le migliori strategie di trading Forex per principianti

Le migliori strategie di trading Forex per principianti

Se sei un trader principiante, è una mossa saggia per te fare attenzione sulla scelta delle strategie di trading che utilizzerai. I dati recentemente pubblicati dai più grandi Broker Forex CFD europei mostrano che circa il 70/80% dei trader perde denaro nel lungo periodo, e uno dei motivi principali è proprio la scelta sbagliata e non realistica della strategia di trading.

Come trader alle prime armi, puoi aiutare a spostare le probabilità di successo a tuo favore scegliendo una buona strategia di trading per i principianti. In questo articolo sono descritte  alcune strategie efficaci e nello stesso tempo semplici che richiedono solo l’uso di un singolo indicatore tecnico. Puoi utilizzare queste strategie con uno dei  Broker Forex CFD più quotati su doveinvestire.com presenti in questa pagina https://www.doveinvestire.com/broker-forex.

Le migliori strategie di trading per principianti

Le strategie di trading più adatte ai principianti devono avere le seguenti caratteristiche:

  • Redditizie e affidabili
  • Semplici e facili da seguire
  • Regole chiare
  • Prudenti
  • Utilizzano time-frame più elevati
  • Presentano il minor numero possibile di indicatori di trading

Spesso si cercano strategie di trading complesse con l’idea che possano essere più preformanti, ma nella realtà le uniche strategie di trading ideali per i trader non professionisti sono quelle che hanno regole chiare e che sono redditizie nel lungo periodo.

Le più comuni strategie che si basano sui principi del trend o del momentum o strategie di inversione della media (l’inversione media è quando un prezzo tende a ritornare al suo valore medio). Ci sono molte altre strategie che si basano su varie stranezze o criteri fondamentali o sentimentali, ma queste tendono a non essere redditizie nel lungo periodo o sono eccessivamente complicate e richiedono più discrezione di quanto un principiante possa esercitare in sicurezza.

È anche importante che il nuovo trader non sia esposto a grandi perdite, non importa quanto temporanee, in quanto queste possono essere psicologicamente schiaccianti anche per i trader esperti. Questo è il motivo per cui le migliori strategie di trading per i principianti consentono il ridimensionamento dei rischi.

Anche l’intervallo di tempo è importante, poiché uno dei motivi principali per cui la maggior parte degli operatori principianti non riesce ad ottenere risultati è dovuto al fatto di essere incoraggiati a negoziare su intervalli di tempo più brevi. Fare trading in modo redditizio con intervalli di tempo più brevi è un’abilità che si acquisisce con gli anni, quindi è meglio che i principianti si attengano all’utilizzo dei grafici giornalieri e magari all’utilizzo di grafici a 4 ore o orari allo stesso tempo per trovare movimenti più precise e a basso rischio. Naturalmente, i principianti potrebbero non avere molto tempo da dedicare al trading, motivo per cui le strategie di trading qui descritte sono ideali solo su operazioni giornaliere o settimanali. Questo significa che ci vorranno solo pochi minuti del tuo tempo una volta al giorno o alla settimana per mettere in pratica queste strategie.

Una fattore nel determinare per la valutazione di buona strategia di trading per i principianti è quello di fare il giusto spazio per l’apprendimento. Il trader principiante dovrebbe essere in grado utilizzare al meglio la strategia, senza compiere errori che costeranno denaro. Proprio per questo il consiglio è quello di utilizzare da subito un conto demo e simulare l’operatività utilizzando il denaro virtuale messo a disposizione dei broker Forex CFD. Il conto demo di trading è uno strumento indispensabile che tutti i trader principianti dovrebbero far uso, soprattutto quando si andrà a mettere in pratica strategie di trading mai utilizzare.

Tra i tanti Broker Forex CFD che dispongono di un conto demo gratuito abbiamo selezionato in questa tabella alcuni dei migliori Broker che operano in Italia

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com Licenza CySEC, FSCA
Strumenti di trading avanzati
Strategie personalizzate
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
FXCM Licenza FCA, Consob
Zero commissioni
Strumenti di trading esclusivi
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Le migliori strategie di trading per i principianti

Le migliori strategie di trading per i principianti dovrebbero essere basate su tecniche e principi facili da seguire e prudenti. In questa sezione, sono riportate le regole dettagliate di alcune strategie di trading che i nuovi trader possono utilizzare sia per trarre profitto che per migliorare il loro trading.

La strategia di trading di breakout

La ricerca accademica ha dimostrato chiaramente che il movimento dei prezzi dei mercati finanziari liquidi mostra un effetto momentaneo. Ciò significa che quando i prezzi si muovono fortemente in una direzione, è più probabile che questo movimento direzionale continui nel breve termine rispetto al contrario. Inoltre, è probabile che qualsiasi ulteriore movimento nella direzione della tendenza sia più forte di qualsiasi movimento contrario alla tendenza stessa.

Possiamo usare questa proprietà di momentum per vedere che quando i prezzi stanno rompendo a nuovi massimi o minimi a lungo termine, abbiamo un vantaggio dalla nostra parte che possiamo usare per trarre profitto.

Dovremmo assicurarci di applicare questa regola solo alle coppie di valute o asset più liquidi, come se controllassimo la performance storica negli ultimi venti anni circa, possiamo vedere che le coppie di valute i cui breakout sono stati i più redditizi in questo modo sono stati l’EURUSD e USD/JPY. Quindi, solo queste due coppie di valute dovrebbero essere scambiate quando si utilizza questa strategia di trading di breakout. Ciò potrebbe sembrare eccessivamente restrittivo, ma il trading di queste due coppie ti darà esposizione alle tre principali valute globali e quasi alla maggior parte del volume Forex: il 41% di tutte le transazioni in valuta estera condotte a livello globale sono all’interno di queste due coppie di valute, mentre l’USD è parte di circa l’80% delle transazioni globali in volume.

Su cosa si basa questa strategia di trading di breakout?

Guardando indietro ai dati storici dell’estate 2001 fino a marzo 2020, possiamo vedere che quando le coppie di valute EUR/USD o USD/JPY si sono chiuse ai nuovi massimi o minimi di 50 giorni, le seguenti statistiche aggiustate per la volatilità sono state osservate un giorno e otto giorni dopo:

Possiamo vedere che quando ci siamo avvicinati a un nuovo prezzo elevato di 50 giorni, c’è stato un vantaggio a favore del movimento direzionale che continua i risultati del test di strategia di breakout di 50 giorni.

In questa strategia di trading viene utilizzato un solo indicatore, l’indicatore Average True Range (ATR) impostato su 15 giorni su un grafico giornaliero. Tutto il resto può essere realizzato con un grafico dei prezzi nudo.

Per mettere in pratica questa strategia utilizzando l’indicatore Average True Range, puoi usare la piattaforma MetaTrader di AvaTrade (demo gratuita con 100.00 euro) o i Broker Forex CFD selezionati da doveinvestire.com

Regole di strategia di trading di breakout:

  • Scambia solo coppie di valute EUR/USD e USD/JPY.
  • Monitorare il grafico giornaliero per il segnale di ingresso. Il prezzo di chiusura dovrebbe essere superiore o inferiore a tutti i precedenti 50 prezzi di chiusura, non dai prezzi più alti o più bassi raggiunti dalle candele precedenti.
  • Segnale di ingresso: un nuovo prezzo massimo di chiusura di 50 giorni è un segnale per entrare Long. Un nuovo prezzo di chiusura basso di 50 giorni è un segnale per entrare in uno scambio breve.
  • Entrata: se stai negoziando solo nel periodo di tempo giornaliero (che è raccomandato), una operazione dovrebbe essere inserita immediatamente dopo la generazione del segnale di entrata.
  • Rischio / Dimensione della posizione / Leva: si dovrebbe rischiare al massimo solo lo 0,25% del patrimonio netto del proprio conto per operazione. Se applichi questa strategia di dimensionamento delle posizioni, significa che se hai 2.000 euro nel tuo account, dovresti rischiare 5 euro sul trade. Dividi questo importo per lo stop loss che utilizzerai: nell’esempio seguente sono 50 pips, quindi lì sapresti dimensionare il trade in modo da rischiare 10 centesimi per pip (in EUR/USD, che sarebbe 0,01 lotti o 1 micro-lotto).
  • Stop loss: questo dovrebbe essere basato sul valore dell’indicatore ATR impostato su 15 giorni. Perdite più strette tendono a garantire una maggiore redditività complessiva, sebbene riducano anche la percentuale di vincita. Raccomando come miglior equilibrio tra i due uno stop loss impostato a metà del valore dell’indicatore ATR.
    Ad esempio, se vedi una nuova chiusura giornaliera di 50 giorni in EUR / USD a 1,1500 e l’indicatore ATR impostato per mostrare l’intervallo medio degli ultimi 15 giorni mostra questo come 100 pips, utilizzeresti uno stop loss di 50 pip .
  • Gestione dell’operazione: dopo 2 giorni dall’entrata, se il trade è ancora aperto, sposta lo stop loss per raggiungere il pareggio. Se il prezzo di mercato è peggiore dello stop loss, chiudi il trade al prezzo di mercato.
  • Frequenza delle negoziazioni: puoi avere più di una negoziazione nella stessa direzione nella stessa coppia di valute allo stesso tempo, ma poiché ti sposterai per fermare le perdite anche dopo 2 giorni, non avrai più di due negoziazioni a rischio a allo stesso tempo nella stessa coppia di valute.
  • Strategia di uscita: puoi scegliere semplicemente usando un’uscita basata sul tempo, che dovrebbe essere compresa tra 5 e 8 giorni (il limite superiore ha storicamente dato le prestazioni più redditizie) dopo aver inserito lo scambio, o una sorta di stop finale una volta il prezzo ha raggiunto un profitto variabile almeno il doppio del rischio. Ad esempio, se il tuo stop loss fosse fissato a 50 pips, inizieresti ad applicare il trailing stop una volta che il trade ha raggiunto un profitto di 100 pips.

Queste sono le regole complete per la mia strategia di trading di breakout di 50 giorni. I trader principianti possono negoziare questo sapendo che questa strategia ha funzionato bene negli ultimi anni, ma dovrebbe essere consapevole del fatto che la maggior parte delle negoziazioni non sono operazioni vincenti, puoi comunque aspettarti di vincere di più sulle negoziazioni vincenti di quanto perdi sulle negoziazioni perdenti.

La maggior parte dei commercianti trova le uscite impegnative, poiché possono anche essere psicologicamente difficili. I principianti probabilmente troveranno utile iniziare seguendo una rigorosa strategia di uscita basata sul tempo, ma alla fine di ogni giornata per prendere nota se volevano uscire dal commercio o meno. Quindi il trader principiante può confrontare se la sua strategia di uscita ‘discrezionale’ mentale ha superato la strategia di uscita basata sul tempo dopo una serie di operazioni, forse almeno venti operazioni darebbero un campione equo.
Molti trader saranno sorpresi di scoprire che otterranno risultati migliori semplicemente uscendo dopo lo stesso numero di giorni ogni volta che affidandosi alla loro fiducia nell’azione dei prezzi indicando che è tempo di uscire dal commercio. Giudicare tu stesso il movimento dei prezzi per attivare il tuo segnale di uscita è molto impegnativo per la maggior parte delle persone, quindi questo è un buon metodo che puoi usare per esercitarti mentalmente senza danneggiare il tuo conto di trading.

Raccomando ai principianti di iniziare con il grafico giornaliero e di attenersi ad esso, ma i trader più esperti possono scendere al grafico a 4 ore o persino ad orario una volta che il grafico giornaliero ha dato un segnale di entrata per cercare di trovare un inserimento più preciso. La maggior parte degli operatori troverà che questo non migliora le loro prestazioni complessive con questa strategia.

La strategia di trading Breakout-Pullback

Un’altra strategia che può essere raccomandata per i principianti è una variazione della strategia di trading breakout di 50 giorni. È lo stesso, con solo due modifiche alle regole:

  1. Dopo aver raggiunto la chiusura massima o minima di 50 giorni, aspetti un altro giorno. Se alla fine di quel secondo giorno la giornata si chiude nella direzione opposta al breakout, si ha un segnale di entrata. Quindi, stai aspettando che il prezzo si ‘arresti’ immediatamente dopo il breakout.
  2. L’ingresso è più impegnativo qui in quanto il prezzo potrebbe ancora essere fortemente in controtendenza rispetto alla tendenza, quindi potrebbe essere una buona idea eseguire il drill-down al periodo di 4 ore o orario ed entrare solo quando hai un candelabro vicino sopra i 2 canderi precedenti ‘i rispettivi prezzi di chiusura (se stai cercando un trade lungo) o al di sotto di essi (se stai cercando un trade corto).

Su cosa si basa questa strategia di trading Breakout-Pullback?

Guardando indietro ai dati storici dell’estate 2001 fino a marzo 2020, possiamo vedere che quando le coppie di valute EUR/USD o USD/JPY si sono chiuse ai nuovi massimi o minimi di 50 giorni, per poi chiudersi nella direzione opposta il giorno successivo , sono state osservate le seguenti statistiche rettificate per la volatilità un giorno e otto giorni dopo:

Possiamo vedere che quando abbiamo avuto un pullback dopo una chiusura giornaliera a un nuovo prezzo alto o basso di 50 giorni, c’era un vantaggio a favore del proseguimento del movimento direzionale. Questo vantaggio è stato ancora più forte nel breve termine di quanto non si sia dimostrato nella strategia di breakout, con una maggiore aspettativa di una chiusura positiva il giorno seguente.

Strategia di trading settimanale ‘Buy the Dips’

Ho spiegato altrove diverse strategie di trading basate sulla negoziazione dell’intervallo di tempo settimanale. Una di queste strategie che può essere adatta ai trader principianti è la strategia di trading ‘buy the dip’.

Questa strategia raccomanda di identificare le opportunità di trading nel periodo settimanale e di utilizzare il grafico a 4 ore o ogni ora per identificare un segnale di ingresso, che ho spiegato sopra. Può anche essere possibile utilizzare un grafico giornaliero qui per trovare il segnale di ingresso. L’importante è che venga sempre utilizzato un hard stop loss che è inferiore al valore dell’indicatore ATR di 15 giorni al momento dell’entrata.

Proprio come nelle altre strategie di trading già delineate, è importante non rischiare più dello 0,25% del valore del proprio account su una singola operazione.

Una semplice strategia di range-trading

Il più delle volte, i mercati non sono in trend e tutte le strategie che ho già delineato in questo articolo sono valide solo nelle condizioni di trend del mercato. Mentre è vero che non diventerai mai un trader di successo e redditizio se non impari a negoziare pazientemente, può essere utile avere un altro strumento nel tuo kit di trading per quei periodi in cui non abbiamo tendenze nelle due principali coppie di valute Forex.

Il primo passo qui è identificare quando le condizioni vanno. Questo può essere fatto controllando che né le coppie di valute EUR/USD né USD/JPY stiano facendo nuovi massimi o minimi di 50 giorni.

Il secondo passo è trovare una coppia di valute che si è spostata lateralmente negli ultimi 50 giorni con una volatilità relativamente elevata. Il modo per trovare una coppia di valute che sta andando lateralmente negli ultimi 50 giorni è quello di tirare su un grafico dei prezzi giornaliero e utilizzare lo strumento linea orizzontale per disegnare linee orizzontali nei punti più alti e più bassi degli ultimi 50 giorni di candelabri. In alternativa, è possibile utilizzare l’indicatore del canale Donchian impostato su 50 giorni (Il canale Donchian, noto anche come “Channel Price”, è uno degli indicatori di trend più utilizzati dagli investitori al pari delle Bollinger Bands, e come queste ultime può essere sfruttato anche come indicatore di volatilità, visto che si allarga e si restringe in base all’oscillazione dei prezzi). Se le linee sembrano relativamente piatte attraverso lo schermo, hai una coppia di valute che puoi negoziare in modo intelligente con questa strategia di trading della gamma Forex.

È quindi necessario impostare l’indicatore ATR sul grafico dei prezzi giornalieri e applicarlo. In uno, imposta il periodo di tempo su 50 giorni, nell’altro imposta il periodo di tempo su 200 giorni. Se il valore dell’ATR a 50 giorni è almeno 1,2 volte il valore dell’ATR a 200 giorni, ti dice che la volatilità è relativamente alta rispetto al lungo termine, ma possiamo vedere che il prezzo non ha direzione.

Ora sei pronto per attendere un segnale di entrata. A differenza delle altre strategie di trading già discusse qui, stai negoziando contro un breakout, quindi la tua direzione di trading è nella direzione opposta. Un segnale di entrata viene dato quando la chiusura della candela supera il massimo o il minimo di 50 giorni, ma si chiude nella direzione opposta, chiudendo idealmente nell’altra metà della sua fascia di prezzo. Ad esempio, vedi che una candela ha uno stoppino il cui fondo è inferiore al prezzo più basso degli ultimi 50 giorni, ma si chiude e la chiusura è ben all’interno della metà superiore dell’intervallo della candela. Questo ti dà un segnale di ingresso al rialzo.

Un buon esempio di un segnale di entrata Long è mostrato di seguito in un grafico giornaliero che mostra il cross della valuta CHF/JPY. Il valore ATR 50 è più di 1,2 volte il valore dell’ATR 200 e le linee orizzontali nella parte superiore e inferiore del grafico tracciate due giorni fa mostrano che gli ultimi 50 giorni hanno visto un’azione laterale complessiva. Nota come ieri lo stoppino del candeliere quotidiano ha appena superato il minimo di 50 giorni a 109.21, ma poi è aumentato fortemente da lì. Questo avrebbe potuto essere usato per fare un lungo ingresso commerciale ieri quando il candelabro rialzista ha chiuso nella metà superiore della sua fascia di prezzo. Lo stop loss sarebbe appena sotto il minimo del candeliere di entrata a 109,17.


Segnale long entry nella strategia di trading su range Forex

Lo stop loss deve essere posizionato 1 pip oltre il massimo o il minimo del candeliere che ha superato il massimo o il minimo di 50 giorni.

La gestione del trade è meno importante in questo tipo di strategia di trading di gamma. Per una strategia di uscita, è meglio usare come obiettivo l’altro limite dell’intervallo. Ad esempio, se hai preso una posizione corta da un’inversione ribassista al massimo di 50 giorni, il minimo di 50 giorni può essere il tuo obiettivo di profitto per un’uscita. Ovviamente, se il prezzo si avvicina all’obiettivo e mostra chiari segni di esaurimento dello slancio o sembra che si stia già ribaltando, probabilmente avrà senso uscire presto.

Conclusioni

I trader principianti possono trarre vantaggio dall’uso da queste semplici strategie di trading, perché queste sono relativamente facili da seguire e perché hanno una storia di profitti nel lungo periodo, mettendo le probabilità a favore della redditività.

FAQs

Qual è la migliore strategia per il trading?

La migliore strategia per il trading è qualsiasi strategia relativamente semplice che sfrutti il ​​vantaggio tecnico nel seguire la tendenza a lungo termine, usando stop loss relativamente stretti e lasciando correre i profitti.

Quale strategia usare?

Puoi usare una delle strategie pubblicate in questo articolo, oppure puoi usare i principi su cui sono basate per progettare una tua strategia che ti si addice meglio al tuo stile di trading.

Qual è la coppia di valute Forex più semplice da scambiare?

Le coppie di valute Forex più facili da negoziare sono EUR/USD e USD/JPY perché sono entrambe le più economiche da negoziare con spread bassi a causa dell’alta liquidità, e sono anche le coppie di valute che negli ultimi anni hanno avuto un tendenza più affidabile.

Ebook Trading gratuiti

Qui di seguito sono riportati alcuni ebook sul trading in lingua italiana dove puoi approfondire gli argomenti e conoscere ulteriori strategie di trading da mettere in pratica. Il download degli ebook è gratuito.

Guida Forex per principianti

Se sei in cerca di una guida completa al trading questo ebook è quello che fa per te. Un manuale di trading rivolto a tutti coloro che si avvicinano al mondo degli investimenti online, a quelle persone che vogliono migliorare i loro risultati, o a quelle che vogliono semplicemente informarsi per poter comprendere al meglio il mondo del trading.
Consigli utili per iniziare a fare trading nel modo giusto, tutto incluso in una unica guida in italiano, considerata da molti la più semplice e completa.

In questa guida sono trattati tutti gli argomenti che stanno alla base di questa attività. Tutto spiegato con un linguaggio semplice per guidare il lettore nel percorso che va dai primi passi fino alle migliori strategie di trading.

Strategie di Trading – Le migliori tecniche di finanza operativa

Un manuale pratico con ben NOVE strategie di trading tra cui n°4 di livello BASE e n°5 di livello AVANZATO.

Una serie di strategie e tecniche di trading da imparare e successivamente replicarle sulla propria piattaforma. Ogni strategia include una descrizione ed esempi pratici.

Un ebook che ogni aspirante trader di successo dovrebbe avere letto.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com Licenza CySEC, FSCA
Strumenti di trading avanzati
Strategie personalizzate
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
FXCM Licenza FCA, Consob
Zero commissioni
Strumenti di trading esclusivi
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

101Investing recensione e commenti

Recensione e opinioni del Broker Forex CFD 101Investing. Quali sono le principali caratteristiche, piattaforme piattaforme di trading, punti di forza e debolezza, conviene o no provarlo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.