Home / Guida trading / I migliori Fondi Indicizzati S&P 500 su cui investire i propri risparmi

I migliori Fondi Indicizzati S&P 500 su cui investire i propri risparmi

Questi fondi indicizzati S&P 500 sono strumenti di investimento favolosi per costruire ricchezza a lungo termine. Scopri quali sono i migliori fondi indicizzati S&P 500

Se vuoi che il valore del tuo portafoglio cresca con l’economia degli Stati Uniti e non vuoi o non hai la capacità di scegliere le azioni su cui investire, un fondo indicizzato S&P 500 potrebbe essere una scelta più intelligente. In effetti, il leggendario investitore Warren Buffett ha affermato più volte che investire in fondi indicizzati S&P 500 a basso costo è una scommessa sul futuro della crescita economica degli Stati Uniti e il modo migliore per la maggior parte delle persone per creare ricchezza (ne abbiamo parlo proprio qui Warren Buffett: le migliori soluzioni di investimento per gli investitori principianti).

Cosa sono i fondi indicizzati e perché sono così popolari?

Un fondo indicizzato è progettato per replicare la performance di un indice azionario. Un fondo indicizzato S&P 500 investe in ciascuna delle 500 società dell’S&P 500. Non cerca di sovraperformare l’indice; utilizza invece l’indice come benchmark e mira a replicare la sua performance il più fedelmente possibile.

Mentre i fondi S&P 500 sono di gran lunga il tipo più popolare di fondo indicizzato, i fondi indicizzati possono essere e sono basati praticamente su qualsiasi mercato finanziario, strategia di investimento o settore del mercato azionario.

I fondi indicizzati sono apprezzati dagli investitori per una serie di motivi. Offrono una facile diversificazione del portafoglio, con alcuni fondi che consentono l’esposizione del portafoglio a centinaia o addirittura migliaia di azioni e obbligazioni. Non rischi di perdere tutti i tuoi soldi se una società si comporta male o crolla come faresti con i singoli titoli azionari, ma non ottieni nemmeno l’esposizione ai rendimenti potenzialmente astronomici che possono derivare dalla scelta di una singola azione.

I fondi indicizzati sono gestiti passivamente, il che significa che non stai pagando perché qualcuno scelga attivamente gli investimenti. Ciò si traduce in un rapporto di spesa inferiore, ad esempio, commissioni di gestione degli investimenti inferiori rispetto ai fondi gestiti attivamente.

Ecco quattro buoni motivi per investire in fondi indicizzati S&P 500:

1. I tuoi soldi seguiranno la performance del mercato. Storicamente, i rendimenti annuali dell’S&P 500 sono stati compresi tra il 9% e il 10%. Alcuni anni, l’indice perderà valore, ovviamente. Durante la Grande Recessione, l’S&P 500 ha perso circa il 50% del suo valore, ma a lungo termine si è sempre ripreso. Mai nella storia dell’S&P 500 un investimento di 20 anni ha comportato una perdita.

2. Tieni in tasca una parte maggiore dei profitti degli investimenti. L’argomento di Buffett per i fondi indicizzati S&P 500 a basso costo è incentrato sulle loro basse commissioni. Mentre è probabile che i gestori attivi corrispondano alla performance del mercato nel tempo, le loro commissioni riducono i tuoi rendimenti.

3. Stai investendo in 500 delle società più redditizie degli Stati Uniti. Le società rappresentate nell’S&P 500 sono soggette a severi criteri di quotazione. Per entrare a far parte dell’indice, un’azienda deve avere una capitalizzazione di mercato di 9,8 miliardi di dollari e la somma dei guadagni degli ultimi quattro trimestri deve essere positiva. Ogni azienda deve anche ottenere l’approvazione da un comitato di indice. Alcune delle maggiori partecipazioni dell’S&P 500 includono Apple (AAPL), Amazon (AMZN), Microsoft (MSFT) e Johnson & Johnson (JNJ) e recentemente anche Tesla (TSLA).

4. Puoi mettere le tue decisioni di investimento sul pilota automatico. L’S&P 500 ha una comprovata esperienza nel fornire profitti per lunghi periodi di detenzione, quindi puoi investire senza preoccuparti delle fluttuazioni del mercato azionario o dover ricercare singole società. Puoi semplicemente programmare un determinato importo e investirlo automaticamente su un programma regolare, una pratica nota come media del costo.

Tre migliori fondi indicizzati S&P 500

Questi tre principali fondi S&P 500 hanno una composizione estremamente simile poiché replicano tutti lo stesso indice. Tutti e tre i fondi negoziati in borsa (ETF), un tipo di fondo indicizzato, investono nei 500 titoli che compongono l’indice S&P 500 e tutti hanno replicato molto da vicino la performance dell’indice:

  • Vanguard S&P 500 ETF (VOO)
  • iShares Core S&P 500 ETF (IVV)
  • SPDR S&P 500 ETF Trust (SPY)

Ci sono differenze trascurabili tra le performance dell’indice S&P 500 e ciascuno di questi tre fondi che lo seguono. L’S&P 500 ha sovraperformato leggermente ogni fondo, come ci si aspetterebbe considerando il coefficiente di spesa di ciascun fondo.

Al tasso di rendimento dell’S&P 500, un investimento di 10.000 dollari cinque anni fa sarebbe cresciuto a 23.610 dollari. Come mostra la tabella seguente, anche il fondo indicizzato con la peggiore performance dei tre avrebbe aumentato quell’investimento da 10.000 a 23.540 dollari oggi.

Con uno qualsiasi di questi tre fondi, puoi aspettarti che il tuo investimento fornisca prestazioni praticamente identiche a S&P 500. Le opzioni Vanguard e iShares hanno i rapporti di spesa più bassi. Tuttavia, se sei un fan dei prodotti SPDR, un rapporto di spesa dello 0,09% non è affatto elevato. Un rapporto di spesa dello 0,09% significa che 0,90 di dollari di ogni investimento di 1.000 dollari viene raccolto annualmente come commissione di gestione.

Attenzione ai fondi indicizzati S&P 500 con leva

Fai attenzione ai fondi con leva che sono pubblicizzati come S&P 500 ETF. Gli ETF con leva utilizzano denaro preso in prestito e / o titoli derivati ​​per amplificare i rendimenti degli investimenti o per scommettere contro l’indice.

Ad esempio, un ETF S&P 500 con doppia leva mira a restituire il doppio della performance dell’indice ogni giorno. Quindi, se l’indice aumenta del 2%, il valore dell’ETF aumenta del 4%. Se l’indice scende del 3%, l’ETF perde il 6%.

Questi prodotti con leva sono intesi come strumenti di trading intraday e hanno una tendenza intrinseca al ribasso a lungo termine. In altre parole, un ETF S&P 500 con doppia leva, a lungo termine, non restituirà il doppio della performance dell’indice.

Investire in fondi indicizzati S&P 500 è uno dei modi più sicuri per creare ricchezza nel tempo. Ma gli ETF con leva, anche quelli che seguono l’S&P 500, sono altamente rischiosi e non appartengono a un portafoglio a lungo termine.

Grafico in tempo reale del Vanguard S&P 500 ETF (VOO)

Grafico in tempo reale del SPDR S&P 500 ETF Trust (SPY)

Ti potrebbe interessare:

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Cosa pensa Warren Buffett di azioni, obbligazioni, oro, contanti, immobili, fondi indicizzati e criptovalute

Se non sai dove investire e sei indeciso su azioni, obbligazioni, oro, immobili, fondi indicizzati o criptovalute, il pensiero di Warren Buffett ti può essere di aiuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.