Home / Guida trading / Investire nello Spread Betting

Investire nello Spread Betting

Oggi ci occupiamo di pronostici sui mercati, attività che praticamente incarna l’arte del rischio al suo interno e che viene rappresentata al meglio da una strategia in particolare: lo Spread Betting.

Tale tecnica, infatti, consiste principalmente nel pronosticare la direzione in cui andrà il prezzo di un’azione ed investire una somma di denaro per ogni centesimo o punto di movimento.

Non bisogna acquistare realmente le quote di azioni. Al contrario, si va ad investire online (‘betting’, cioè scommettere) sui movimenti delle stesse quote, con la possibilità di guadagnare quindi sia in caso di rialzo che di ribasso, e in maniera proporzionale all’entità del movimento e alla cifra investita.

Anche un piccolo investimento, in tal modo, può portare a guadagni sostanziosi. Ma al tempo stesso, riuscirete facilmente a immaginare cosa vi attende nel caso in cui le quote di azioni dovessero muoversi nel lato opposto a quello sul quale avete ‘puntato’.

SCOPRI LA DIFFERENZA

www.activtrades.com/it/

Fai trading su Forex e CFD con un Broker affermato
Supporto Clienti Pluripremiato, Protezione dei fondi, Conto demo gratuito

Chi dovrebbe investire nello Spread Betting?
Probabilmente i trader inesperti interessasti ai mercati azionari, che con piccole cifre possono sia raggiungere un guadagno, sia imparare a conoscere meglio il mercato stesso.

Ma non solo: gli investitori a lungo termine potrebbero puntare sulle scommesse azionarie, si può usare lo spread betting per proteggere gli investimenti reali, mentre gli speculatori osserveranno subito come le quote cambino velocemente e si possono trarre profitti in qualsiasi momento.

Esistono anche dei mercati particolarmente indicati per lo Spread Betting, ovvero dov’è particolarmente redditizio: Individual shares, Stock market indices, Commodities, Currencies, Bonds e tassi di interesse sono i mercati maggiormente quotati per ottenere profitti con le scommesse sugli andamenti.

Ma come al solito non è tutto oro quel che luccica. Lo Spread Betting è basato, come detto, su delle vere e proprie ‘scommesse’, pertanto il rischio è quello di lasciarsi prendere la mano, puntando senza limiti e magari anche senza troppi ragionamenti. Questo è un errore che può facilmente condurvi a grosse perdite, e che difficilmente vi lascerà un buon ricordo dello Spread Betting.
Scritto di Matteo Aldamonte su ciaktrading.com


Scuola di Trading in 4 Volumi. Scarica i tuoi nuovi ebook sul trading!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
ETFinance Licenza CySEC
Spread stretti
Piattaforma MT4
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Nessuna incertezza da parte della Fed. Tassi invariati fino al 2021

Nessun colpo di scena, la Fed lascia invariati i tassi di interesse nella sua ultima riunione dell'anno. Il costo del denaro resta fermo in una forchetta fra l'1,5% e l'1,75%. Questa la reazione dei mercati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.