Come iniziare ad investire in azioni di borsa. Guida per principianti

Non hai mai investito e hai in mente di acquistare azioni come prima scelta di investimento? Dai un’occhiata a queste cinque regole principali che tutti gli investitori dovrebbero prendere in considerazione quando cercano di scegliere le migliori azioni su cui investire.

Una guida per principianti nell’acquisto di azioni di borsa

Se sei un investitore principiante che sta cercando di entrare nel mondo delle azioni, a questo punto avrai capito che ci sono molte cose coinvolte quando cerchi di scegliere e investire nelle azioni giuste, soprattutto perché investire in singole azioni è un ottimo modo per creare ricchezza se fatto bene.

Ma prima di passare direttamente ai primi cinque suggerimenti per aiutarti a diventare un investitore esperto, vale la pena notare che ci sono molti altri fattori chiave da affrontare e considerare prima di saltare a capofitto nell’investimento in azioni.

Questi fattori chiave includono la definizione di un budget, la determinazione delle tue esigenze di investimento in termini di guadagno rapido o di apprezzamento a lungo termine. Inoltre, prova a capire quali strategie stai cercando di intraprendere nel tuo viaggio, ad esempio se desideri guadagnare rapidamente guardando il day-trading o lo swing trading, o se stai guardando di più nell’immagine a lungo termine.

A parte i fattori di cui sopra, ce ne sono molti altri che ti aiuteranno a partire dal basso per affrontare la tua posizione prima di impegnarti negli investimenti scelti, il che è fortemente consigliato.

È saggio sapere esattamente cosa stai cercando di approfondire e conoscere la piena comprensione delle basi di un titolo, oltre a conoscere un paio di altri fattori chiave che sono essenziali per te per essere consapevole che lo faranno anche più facile per te quando cerchi di investire in singole azioni.

Come ha affermato una volta Benjamin Franklin, ‘un investimento nella conoscenza paga il miglior interesse’.

Cos’è un’azione di borsa?

Una o più azioni rappresentano una quota di proprietà frazionaria all’interno di un’azienda. In termini più semplici, diventi comproprietario di una società quando acquisti azioni di quella specifica società, quindi tutti i guadagni che un titolo realizzerà in genere un azionista ha diritto a una frazione di ciò che quella società guadagna.

Per le organizzazioni, le azioni sono un modo per raccogliere fondi per costruire un’ulteriore crescita in termini di prodotti, servizi e qualsiasi altra iniziativa.

Vale la pena ricordare che ci sono due varianti, azioni ordinarie o privilegiate. Le azioni ordinarie sono ciò con cui acquisirai maggiore familiarità all’inizio del tuo viaggio e in genere ciò che sentirai comunemente quando senti che un investitore dice di aver investito in un’azione, rappresenta una o più azioni all’interno di una società.

Considerando che le azioni privilegiate danno diritto agli azionisti di avere un pagamento di dividendi fisso o premeditato che ha la priorità sui dividendi delle azioni ordinarie.

La differenza fondamentale tra i due è che le azioni ordinarie tendono a sovraperformare le azioni privilegiate e altri investimenti come obbligazioni e altro, mentre offrono anche una maggiore crescita che porta a grandi guadagni nelle prospettive a lungo termine.

Con le azioni privilegiate il vantaggio rispetto alle azioni ordinarie è che agli azionisti viene garantito il pagamento dei dividendi indipendentemente dalle prestazioni di un’azienda, e in secondo luogo gli azionisti preferiti hanno la priorità sugli azionisti comuni quando si tratta di pagare i loro dividendi.

Per quanto riguarda entrambe le varianti, entrambe presentano forti vantaggi ed è fortemente raccomandato durante il tuo viaggio di trading di azioni di avere un mix di entrambi all’interno del tuo portafoglio al fine di fornire diversità e rendere la tua collezione un po ‘più sicura e potenzialmente più gratificante.

Ti potrebbe interessare: Come iniziare ad investire in azioni di borsa

Cos’è la capitalizzazione di mercato di un titolo?

La capitalizzazione di mercato di un titolo, o più comunemente nota come capitalizzazione di mercato, è una metrica che viene utilizzata per determinare quante azioni in circolazione ha un titolo, mentre è anche utilizzata da molti investitori per determinare quanto è grande una società rispetto a un’altra.

Il modo in cui viene calcolata la capitalizzazione di mercato di una società è prendendo la sua capitalizzazione di mercato e moltiplicandola per il suo prezzo corrente delle azioni. Ad esempio, se una società detiene una capitalizzazione di mercato di 40 milioni di euro, significa che il titolo ha 1 milione di azioni in circolazione a un prezzo di 40 euro.

Inoltre, un altro fattore importante da considerare quando si inizia il viaggio verso l’investimento in azioni è che la capitalizzazione di mercato di una società è più importante che guardare il prezzo delle azioni di una società, poiché questa metrica consente agli investitori di valutare un determinato titolo con altri titoli che si trovano nello stesso campo l’uno con l’altro.

Le tre categorie di azioni in base alla loro capitalizzazione di mercato sono:

Small cap: una società che in genere detiene una capitalizzazione di mercato compresa tra 300 milioni e 2 miliardi di euro
Mid cap: una società che detiene una capitalizzazione di mercato compresa tra 2 miliardi e 10 miliardi di euro
Large cap: azioni che detengono una capitalizzazione di mercato di oltre 10 miliardi di euro

Nel mondo avanzato in cui viviamo attualmente, ciò sta provocando la spinta alle stelle di alcuni titoli del mercato, che ha portato varie società a essere classificate come titoli a grande capitalizzazione. Le azioni a mega capitalizzazione sono società con una capitalizzazione di mercato di oltre 200 miliardi di euro.

Cos’è un dividendo?

Uno degli ultimi punti da menzionare prima di entrare nei primi cinque consigli per i principianti che desiderano investire in azioni individuali è capire cosa si intende per dividendo.

I dividendi sono pagamenti trimestrali pagati dai profitti di una società ai suoi azionisti. Il modo per determinare quanto una società sta pagando in dividendi è osservare il rendimento dei dividendi di un titolo o il rapporto del prezzo dei dividendi, poiché ciò ti darà un’indicazione più chiara della somma di pagamento effettiva che gli azionisti stanno guadagnando.

Ad un certo punto incontrerai anche il termine investimento in dividendi. L’investimento in dividendi è una strategia che gli investitori potrebbero cercare di adattare nel loro percorso di trading azionario detenendo un portafoglio di azioni con dividendi. Questa strategia fornirà un flusso di reddito passivo che si consiglia di estendere per un certo numero di anni in quanto è un ottimo modo di investire quando si guarda alla pensione.

In genere, poiché le azioni con dividendi hanno un potenziale di crescita inferiore rispetto alle azioni growth, poiché questa tipologia di azioni cerca di reinvestire i profitti per consentire una maggiore crescita per creare rendimenti maggiori per i loro azionisti, le azioni di dividendo prendono i loro guadagni e li dividono su tutta la linea, reinvestendo importi minori per un’ulteriore crescita.

Avere una raccolta di entrambi è fortemente consigliato durante il tuo percorso di trading per chiari motivi come menzionato, incluso il bilanciamento della tua raccolta di investimenti, poiché otterrai un flusso di reddito passivo sperimentando un grande apprezzamento delle risorse dai tuoi investimenti in titoli di crescita a lungo termine, insieme a abbassando i fattori di rischio all’interno del tuo portafoglio.

Suggerimento: se vedi una società aumentare il proprio dividendo, ciò non significa necessariamente che l’aumento sia una buona cosa. Potrebbe segnalare che la società è in difficoltà e ha cercato di aumentare il proprio dividendo per attirare ulteriormente l’attenzione degli investitori.

Un altro punto da considerare è che un dividendo elevato potrebbe essere più difficile da sostenere per alcune società, lasciando il risultato potenzialmente catastrofico per tutte le parti coinvolte.

Cinque regole principali per aiutare gli investitori principianti quando cercano di investire in azioni individuali

Dopo aver esaminato gli elementi chiave e le metriche sopra, ora esaminiamo i modi in cui gli investitori principianti possono ridurre il ribasso e i fattori chiave da considerare quando cercano di investire in singole azioni.

Regola 1: fai i compiti

Il primo e uno dei punti di partenza più vitali sia per gli investitori principianti che per quelli esperti è condurre quante più ricerche possibili, dall’inizio fino alla fine del tuo viaggio.

Sebbene la ricerca possa richiedere molto tempo, è la conoscenza alla fine della giornata che ti renderà un investitore di successo esperto durante il tuo viaggio di investimento e può essere uno dei motivi che causa le tendenze del mercato azionario. Le tendenze del mercato azionario segnalano una direzione di movimenti di prezzo o forti volumi di azioni acquistate o vendute.

✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Dare un’occhiata ai fondamentali di un titolo è essenziale per un investitore principiante poiché questi determineranno se il titolo è un buon investimento. I fondamentali fondamentali di un titolo includono entrate, capitalizzazione di mercato, crescita degli utili, attività, passività, considerando i fattori di rischio e altre metriche chiave come il rapporto prezzo / utili (P / E), il rendimento dei dividendi e altro ancora.

Oltre ai fondamentali di cui sopra, ci sono molti altri fattori che gli investitori possono esaminare per confermare se un titolo è un bene degno, ma per un investitore principiante può diventare travolgente e difficile da capire all’inizio del processo cosa è coinvolto quando si esamina un’analisi tecnica delle azioni, non vuoi complicare troppo le cose dall’inizio.

Durante la ricerca potresti imbatterti in fondi comuni di investimento e indicizzati che sono veicoli popolari tra gli investitori principianti. Questi fondi sono progettati per offrire agli investitori un’esposizione ai titoli con le migliori prestazioni pur essendo gestiti in modo professionale, rendendo questi titoli opzioni di investimento più sicure per i principianti.

Sia i fondi comuni di investimento che quelli indicizzati sono generalmente costituiti da una raccolta di azioni, obbligazioni e altri titoli che replicano i principali indici come S&P 500, Nasdaq e altri. Ma approfondiremo ulteriormente questo aspetto.

La migliore guida è investire in tempo, per quanto tempo ci vuole per capire e ricercare singoli titoli è irrilevante fintanto che trovi i tuoi piedi per primi. Quindi decidi quale settore o settori sono di interesse, oltre a tener conto delle tue capacità finanziarie e inizia a ricercare ulteriormente i singoli titoli all’interno di questi determinati settori.

Regola 2: investi in ciò che conosci

Quando inizi a guardare i singoli titoli potresti essere attratto da azioni di cui sai già qualcosa, anche se potrebbero non essere i migliori investimenti sul mercato in quel momento. È qui che la tua ricerca giocherà la sua parte principale prima di cercare di investire in tali investimenti.

Come accennato, scegliere alcuni settori di interesse è uno dei primi passi da compiere poiché ciò ti aiuterà restringendo le opzioni, prendi il settore tecnologico come esempio.

Ora che hai scelto un settore puoi ora esaminare le società all’interno di questo settore che si trovano nella tua fascia di prezzo di cui potenzialmente potresti conoscere un po’ e applicare le tue conoscenze acquisite per determinare se questo titolo è un buon asset.

Inoltre, se non ti senti sicuro di fare il passo per investire in azioni in base alle tue conoscenze, ci sono altre opzioni come i gestori patrimoniali professionisti che possono occuparsene per te.

Quindi, se non ti senti sicuro di entrare in questo mondo da solo all’inizio, hai altre opzioni per metterti sulla buona strada finché non sei pronto a prendere il tuo comando.

Regola 3: cerca azioni value, non seguire i trend del momento

Anche se gli investitori mirano a diventare ricchi quando cercano di investire in azioni, esaminando le azioni con il potenziale di crescita più brillante o seguendo le ultime tendenze, queste rotte non sono necessariamente le migliori strade da prendere, specialmente all’inizio del tuo investimento.

Seguendo le tendenze o inseguendo un titolo che detiene un rapporto prezzo / utili (P / E) molto interessante, quasi troppo bello per essere vero, in genere indica che questo può essere il caso e potrebbe potenzialmente vedere un forte ribasso, quindi è meglio evitare azioni che mostrano queste indicazioni.

Questo è il motivo per cui vale la pena cercare valore quando si esamina un titolo per limitare i fattori di rischio.

Un buon fattore critico per le azioni value è che queste azioni funzionano bene in un’economia in ripresa, come il mondo sta attualmente attraversando o durante periodi economici deboli. Questo perché i titoli value hanno bilanci solidi e un flusso di affari costante, mentre alcuni potrebbero anche essere scambiati a prezzi molto più bassi del valore effettivo del titolo, rendendo un titolo sottovalutato.

Regola 4: guarda ad un gruppo di azioni piuttosto che un singolo titolo

Se stai pensando di investire in più di un titolo, seguire la strada dell’investimento in fondi comuni di investimento o fondi negoziati in borsa (ETF) è un modo fantastico per dare agli investitori un’esposizione a una raccolta di azioni insieme a questi fondi completamente gestiti da un gestore di portafoglio.

Sia per gli investitori esperti che per quelli dilettanti, questi fondi offrono rendimenti relativamente costanti con il bonus aggiuntivo di commissioni basse, oltre a richiedere meno tempo poiché tutto questo è curato per te e offrono un potenziale più forte al fine di ottenere maggiori rendimenti grazie al professionista gestione.

Quando si confronta questo percorso con l’investimento in singole azioni, ciò può essere impegnativo e può contenere elementi di rischio più forti quando si cerca di scegliere in prima persona una raccolta di singole azioni sulla base delle proprie conoscenze, ma questo non vuol dire che non possa essere fatto.

Alcuni degli ETF con le migliori prestazioni hanno reso oltre il 90% nell’ultimo anno, con molti più investitori che cercano di aggiungere questi investimenti al proprio portafoglio nel 2021.

Ti potrebbe interessare: Tre ETF Vanguard sui dividendi che potrebbero renderti ricco

Regola 5: investi per il futuro, ma sappi quando smettere di investire

Indipendentemente dal fatto che tu stia cercando di investire a breve o a lungo termine, vale la pena prendere in considerazione tutti gli aspetti quando si cerca per la prima volta di entrare nel mondo degli investimenti in azioni.

Se stai cercando di investire in singole azioni con l’obiettivo di mantenerle a lungo termine, devi comunque tenere conto dell’equazione che potresti potenzialmente cercare di vendere queste azioni a un certo punto lungo la linea, poiché è necessario aggiornare il tuo portafoglio un altro forte consiglio. Questo è il motivo per cui la lungimiranza aiuta prima di effettuare il tuo investimento.

Allo stesso modo, uno dei migliori consigli che gli investitori principianti impareranno lungo la strada è sapere quando smettere di investire. Questa abilità arriverà nel tempo man mano che impari quando il momento ‘perfetto’ è quello di inserire un investimento in base a come il titolo si sta attualmente comportando, ai suoi fondamentali e tenendo conto del prezzo delle azioni.

Questa strategia è anche comunemente nota come market timing poiché prende in considerazione tutti i fondamentali fondamentali di un titolo, senza rendersi intenzionalmente conto che stai facendo le tue previsioni in che modo stai vedendo i movimenti di prezzo di queste azioni.

Per riassumere, all’inizio del tuo trading vale la pena per tutti gli investitori principianti cercare di investire a lungo termine, poiché in definitiva è il vincitore chiave per ottenere maggiori rendimenti.

Il trading a breve termine ha ancora i suoi vantaggi in quanto gli investitori traggono vantaggio dai movimenti dei prezzi delle azioni per ottenere rendimenti più rapidi, ma se il tuo obiettivo di investimento generale è costruire sulla ricchezza, i rendimenti a breve termine saranno una frazione di ciò che si può ottenere. investire in investimenti a lungo termine, vale la pena tenere e sapere quando fermare gli investimenti.

Conclusioni

Per un investitore principiante, ci sono molte opzioni per entrare sul mercato oggi. Dalla scelta di opzioni di investimento più sicure come fondi comuni di investimento, ETF e obbligazioni alla selezione manuale della tua raccolta di singole azioni o una raccolta diversificata di entrambi, la scelta è soggettiva.

Adattando queste linee guida descritte sopra, ti aiuteranno ad acquisire la conoscenza di base e la comprensione di ciò che è implicato e di cosa cercare all’interno di uno o più titoli di interesse all’inizio del tuo percorso nell’investimento in singole azioni.

Ti aiuterà anche ad ampliare i tuoi orizzonti di investimento cercando di creare una raccolta di investimenti piuttosto che investire solo in un titolo, che conterrà fattori di rischio estremamente elevati. Inoltre, queste regole ti aiuteranno anche a rafforzare ulteriormente la tua fiducia e le tue conoscenze da portare con te mentre ti sviluppi nel mondo degli investimenti, poiché potresti potenzialmente cercare di cercare opzioni di investimento più impegnative con il passare degli anni.

Un ultimo punto di forza da considerare quando si cerca di investire in azioni all’inizio è quello di mantenere le azioni value al centro dell’attenzione e prima di investire tenere tutto in considerazione poiché queste azioni sono ottime risorse a lungo termine. Come disse una volta Warren Buffett, “Il prezzo è ciò che paghi. Il valore è ciò che ottieni. ‘

Ti potrebbe interessare:

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
eToro Licenza CySEC, FCA, ASIC
Social Trading
Deposito minimo 50€
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, CSSF
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Licenza BaFin, Consob
Accesso ai mercati globali
Commissioni competitive
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 62 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Acquistare Azioni Tesla al costo di un Dollaro. Come fare

Attualmente, le azioni Tesla (TSLA) sono valutate poco più di 1.200 dollari, circa 1050 euro per azione, ma potresti iniziare ad investire con un solo euro. Come? Te lo spiego qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.