Home / Guida trading / Cosa fare quando crollano le borse?

Cosa fare quando crollano le borse?

Ci troviamo di fronte a mercati altamente instabili. I mercati sono pericolosamente in difficoltà, un po’ tutti. Si sta mettendo in discussione la stabilità della maggioranza degli Stati Europei a partire dalla nostra amata Italia, le scontate Grecia e Spagna fino ad arrivare alla sorpresa Francia.

Le agenzie di rating dopo il declassamento da parte di Standard&Poor’s degli USA, stanno comunicando che nessuna nazione rischia un declassamento ma questo ai mercati non interessa, sta impazzando una forte paura, stiamo ai limiti del panico, che stiamo per vivere una fortissima recessione.

I mercati crollano, crollano soprattutto i bancari, ma anche molte aziende sane, con bilanci eccellenti e ottime prospettive per il futuro contano perdite, sui loro titoli, inspiegabili.

Ed ora come fare trading con ma borsa che scende così velocemente?

Innanzitutto oggi resterei a guardare. Aspetterei che passi l’ondata di panico e quando dopo la tempesta ritorna il sereno mi chiederei quali aziende forti, con i conti a posto e grandi guadagni davanti a loro, si ritrovano con le azioni deprezzate a causa del crollo emotivo.

SCOPRI LA DIFFERENZA

www.activtrades.com/it/

Fai trading su Forex e CFD con un Broker affermato
Supporto Clienti Pluripremiato, Protezione dei fondi, Conto demo gratuito

Insomma, per il trading online, non mi butterei nell’altalena delle borse. Anche perchè se non si è preparatissimi sia tecnicamente che emozionalmente questo è un periodo molto pericoloso e penso che molte persone si faranno davvero male.

Comunque, è vero anche che per chi ama il trading online di breve periodo e gli piace anche le vendite allo scoperto, questo è un periodo per speculare straordinario. Senza prendersi in giro, oggi i trader più bravi, quelli che oltre a conoscere bene l’analisi tecnica hanno eccellenti conoscenze economiche stanno guadagnando molti soldi speculando sulla paura e la scarsa gestione emozionale degli investitori più ignoranti.

Non mi meraviglierei che, dopo questo periodo di crollo (stiamo perdendo quasi tutto quello guadagnato nel 2011 in pochi giorni), i grandi investitori avranno l’opportunità di acquistare parti di aziende anche importanti con prezzi da saldi!


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
FXCM Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Sicurezza dei fondi
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
GMO Trading Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 68 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Perché i trader perdono soldi? I motivi più comuni

Le statistiche parlano chiaro, circa l'80% dei trader subisce perdite e solo una piccola parte riesce a guadagnare soldi costantemente. Perché molti trader perdono soldi? Quali sono le ragioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.