Home / Guida trading / Come scegliere le Azioni su cui Investire. La Guida completa

Come scegliere le Azioni su cui Investire. La Guida completa

Scegliere le azioni giuste su cui investire i propri soldi è essenziale per trader e investitori. Abbiamo messo insieme una guida completa e dettagliata per i nuovi investitori per aiutarti a scegliere le azioni migliori su cui investire.

Hai voglia di investire ma non hai idea di come scegliere le azioni? Non sei solo. Ci sono un tante di azioni tra cui scegliere sui mercati e questo può essere scoraggiante per chiunque.

Se sei un nuovo investitore sul mercato azionario o un trader esperto, questa guida ti aiuterà a capire dove investire e come scegliere le azioni da soli.

Ad esempio, non è sempre l’opzione migliore investire su aziende più vecchie o più grandi; possono essere una scommessa sicura ma non sempre forniscono grandi ritorni. Se ci pensi, le i profitti maggiori negli investimenti spesso arrivano quando il rischio è maggiore.

Per aiutarti a decidere quali potrebbero essere i tuoi obiettivi di investimento azionario, ti abbiamo risparmiato un po’ di lavoro e abbiamo messo insieme una guida su come scegliere le azioni.

Questa guida ti spiega in maniera completa come scegliere le azioni migliori su cui investire. Abbiamo incluso anche alcuni dei molti strumenti e indicatori utili che potresti prendere in considerazione per aiutare nella ricerca, insieme ad alcune strategie collaudate su come scegliere le azioni su un base fai da te.

Come scegliere le migliori azioni su cui investire

Per scegliere le migliori azioni su cui investire, il primo passo è fare la tua ricerca e conoscere l’azienda, guardare la sua redditività, diversificare il tuo portafoglio e infine imparare a controllare le tue emozioni (il nemico numero uno degli investimenti).

Per accelerare il processo, abbiamo messo insieme una procedura completa su come scegliere le azioni su cui investire, questo è l’indice dei contenuti di questa guida:

Indice dei contenuti nascondi
  1. 1. Come scegliere le migliori azioni su cui investire
  2. 2. Parte 1: Come scegliere le azioni – Metriche fondamentali da considerare
    1. 2.1. Su quali particolari scambi di borsa vuoi concentrarti?
    2. 2.2. Vuoi concentrarti su una piccola o grande azienda?
    3. 2.3. È importante ricevere dividendi dall’investimento?
    4. 2.4. Qual è il costo di una singola azione?
    5. 2.5. Considera i settori su cui investire del mercato azionario
  3. 3. Parte 2: Come scegliere le azioni – Pensando alla sostenibilità delle azioni
    1. 3.1. Valore attuale delle azioni della società – relativo ai massimi storici
    2. 3.2. Acquista le azioni ad un prezzo scontato
    3. 3.3. C’è spazio per la crescita dell’azienda?
  4. 4. Parte 3: Come scegliere le azioni – Diversifica il tuo portafoglio
    1. 4.1. Pensa agli indici del mercato azionario
    2. 4.2. Fondi negoziati in borsa (ETF)
  5. 5. Parte 4: Come scegliere le azioni – Utilizzo dell’analisi tecnica e fondamentale
    1. 5.1. Quali elementi rendono le azioni preziose?
    2. 5.2. Analisi fondamentale: dall’alto verso il basso e dal basso verso l’alto
    3. 5.3. L’analisi tecnica mi aiuterà a scegliere le azioni?
    4. 5.4. Analisi fondamentale Vs analisi tecnica
    5. 5.5. Fattori azionari quantitativi e qualitativi
  6. 6. Parte 5: Come scegliere le azioni – Analizza le prestazioni finanziarie della società
    1. 6.1. L’azienda è stabile?
  7. 7. Parte 6: Come scegliere le azioni – Consigli per iniziare
    1. 7.1. Trova un buon Broker con cui investire in azioni
    2. 7.2. Impara a conoscere il mercato
    3. 7.3. Utilizza l’analisi fondamentale e tecnica
    4. 7.4. Creare una strategia per la gestione del rischio
  8. 8. Come scegliere le azioni – Conclusioni
  9. 9. Domande frequenti
    1. 9.1. Resta aggiornato sulle nostre notizie

Parte 1: Come scegliere le azioni – Metriche fondamentali da considerare

Ci sono migliaia di azioni tra cui scegliere e migliaia di centinaia di piattaforme che offrono la possibilità di investire se esse. Con così tanta scelta, può essere difficile vedere quale sia la migliore o quella adatta alle nostre esigenze.

Tenendo conto di ciò, per la prima parte della guida “Come scegliere le azioni su cui investire“, abbiamo messo insieme un breve elenco di metriche fondamentali da considerare. Questo dovrebbe aiutarti quando decidi in quale tipo di azioni o settori vuoi investire.

Su quali particolari scambi di borsa vuoi concentrarti?

Come probabilmente saprai, la borsa valori è un mercato in cui venditori, acquirenti e commercianti scambiano attività azionarie. Ci sono un sacco di borse valori in tutto il mondo. Tuttavia, meno di 20 di loro sono nel ‘club da 1 trilione di dollari‘. Ciò significa semplicemente che tutte le azioni quotate in borsa hanno una capitalizzazione di mercato collettiva di oltre un trilione di dollari.

Senza ombra di dubbio, il più grande mercato azionario al mondo è il New York Stock Exchange (NYSE). A partire da quest’anno, lo scambio ha superato la capitalizzazione azionaria di oltre 25 trilioni di dollari. Gli altri mercati di borsa più grandi sono il NASDAQ, la Borsa di Londra (LSE) e la Borsa di Tokyo (TSE). Questi scambi contengono migliaia di azioni su larga scala.

In parole povere, le società quotate nelle borse appena indicate vendono azioni della loro società. Questo ti offre la possibilità di ottenere una fetta della torta, tramite investimento.

Qui di seguito sono elencati alcuni dei mercati che potresti prendere in considerazione quando scegli le azioni da aggiungere al tuo portafoglio.

  • New York Stock Exchange – NYSE – USA
  • Nasdaq – NASDAQ – USA
  • Japan Exchange Group – JPX – Japan
  • London Stock Exchange – LSE – UK, Italy
  • Shanghai Stock Exchange – SSE – China
  • Hong Kong Stock Exchange – SEHK – Hong Kong
  • Euronext – Amsterdam, Brussels, Dublin, Lisbon, Oslo, Paris
  • Toronto Stock Exchange – TSX – Canada
  • Shenzhen Stock Exchange – SZSE – China
  • Bombay Stock Exchange – BSE – India
  • National Stock Exchange – NSE – India
  • Deutsche Börse – FRA – Germany

Prima di poter investire in azioni dovrai pensare a quali mercati vuoi concentrarti. Questo non vuol dire che non puoi sceglierne più di uno.

Se stai cercando di accedere al mercato del Regno Unito, probabilmente utilizzerai la borsa più grande: la Borsa di Londra. Se ti piacciono i mercati statunitensi, il NASDAQ ospita giganti come Tesla (NASDAQ: TSLA), Disney (NASDAQ: DIS), Facebook (NASDAQ: FB), Microsoft (NASDAQ: MSFT), Apple (NASDAQ: AAPL), Amazon (NASDAQ: AMZN), PayPal e altre delle più grandi aziende al mondo. Anche in Europa ci sono un sacco di scambi, cinque dei quali considerati importanti in termini di capitalizzazione di mercato.

Ti potrebbe interessare: Sei un nuovo investitore? Queste le grandi azioni su cui investire oggi

In definitiva, investendo in azioni di diversi mercati, su scala internazionale, puoi diversificare al meglio il tuo portafoglio.

Vuoi concentrarti su una piccola o grande azienda?

Finora abbiamo menzionato alcuni grandi attori del mercato azionario, ma hai molte opzioni per quanto riguarda le dimensioni dell’azienda in cui investi.

Certo, le azioni blue chip (società ad alta capitalizzazione) sono meno vulnerabili quando si tratta di flessioni del mercato. Ciò è in gran parte dovuto alle loro valutazioni impressionanti, che di solito ammontano a miliardi di dollari. Tuttavia, è probabile che i tuoi rendimenti siano molto inferiori.

In quanto tali, non dovrebbero essere escluse nemmeno le società quotate in borsa che si ritiene siano di piccole e medie dimensioni. Certo, queste aziende sono considerate un investimento più rischioso rispetto alle società multimiliardarie, ma di solito scoprirai che queste sono le azioni che forniscono un maggiore potenziale di rialzo.

Per quanto riguarda le dimensioni delle azioni, lascia che ti dia un rapido riassunto di come sono classificate queste società:

  • Le azioni ‘Micro-cap‘ hanno una capitalizzazione di mercato inferiore a 300 milioni di dollari
  • Le azioni ‘Small cap‘ sono definite da una capitalizzazione di mercato compresa tra 300 milioni e 2 miliardi di dollari.
  • Le società ‘Mid cap‘ avranno un valore compreso tra 2 e  10 miliardi di dollari.
  • Large cap‘ è compreso tra 10 miliardi e 200 miliardi di dollari.
  • Mega Cap‘ indica una capitalizzazione di mercato superiore a 200 miliardi di dollari

Puoi anche incorporare azioni a bassa capitalizzazione (o qualunque dimensione stuzzichi la tua fantasia) investendo in ETF che si concentra interamente su aziende più piccole / più grandi. Sebbene non tutte le azioni elencate saranno disponibili tramite un ETF, non sarai a corto di opzioni

Ti potrebbe interessare: Come Investire in ETF. La Guida per chi inizia

È importante ricevere dividendi dall’investimento?

Per fare chiarezza, supponiamo che non sappia cosa sono le azioni con dividendi. In parole povere, ti verrà corrisposta una quota dei guadagni dell’azienda. Dopotutto, sei investito nell’azienda.

La scelta di un’azienda che offre dividendi è un ottimo modo per attenuare il colpo se o quando uno dei tuoi investimenti scende in valore.

D’altro canto, dovremmo notare che le società senza dividendi costituiscono alcune delle azioni più rispettate e di successo. Ad esempio, Facebook, Google, Tesla e Amazon non hanno mai distribuito un solo centesimo in pagamenti di dividendi. Questo potrebbe sembrare un po’ ristretto, ma sembra esserci un metodo dietro questi giganti che non pagano dividendi agli investitori. La logica alla base di questo sembra essere che questi titoli reinvestono i loro profitti in nuove iniziative e questo offre maggiori rendimenti per te a lungo termine tramite plusvalenze. In altre parole, investono quei soldi per finanziare la crescita futura dell’azienda. In quanto tale, questo dovrebbe teoricamente essere vantaggioso per te in futuro.

Qual è il costo di una singola azione?

È necessario considerare il costo di una singola azione prima di investire. Ad esempio, alcune azioni costano ben oltre 1.000 dollari ciascuna.

Non molti di noi hanno 6 o anche 4 cifre messe da parte per scopi di investimento o altro, ma per fortuna ci sono strumenti come ‘azioni frazionarie’ o contratti per differenza (CFD), che permettono di investire su azioni molto costose semplicemente acquistarne una frazione o investire una qualsiasi cifra utilizzando i CFD.

Cos’è il trading di CFD su azioni?

Per comprendere come fare trading online su azioni, è necessario conoscere i contratti per differenza, detti anche CFD. Ad oggi, la maggior parte dei trader preferisce questo tipo di investimento perché consente il trading di strumenti finanziari derivati. Pertanto, non è necessario possedere l’azione fisicamente, è invece possibile speculare sulle fluttuazioni dei loro prezzi. L’investore non deve far altro che prevedere se il prezzo aumenterà o diminuirà, quindi aspettare e vedere come si evolve la situazione.

Il vantaggio principale e contemporaneamente anche il rischio più grande, del trading di CFD è la leva finanziaria. I Broker online offrono una leva finanziaria di 1:10, 1:50, 1:100 o 1:500 a seconda delle tue condizioni di trade. Nel caso in cui il trade abbia esito positivo, la leva ti permette di avere profitti più elevati. Un trade non andato a buon fine, tuttavia, comporta perdite maggiori.

Un altro rischio relativo al trading di CFD è legato alla natura non prevista del mercato azionario. Questo mercato può essere considerato relativamente stabile rispetto quello delle criptovalute o del Forex, tuttavia, i prezzi possono cambiare in qualsiasi momento, in quanto essi dipendono da eventi geopolitici, sociali ed economici. In caso di instabilità, i prezzi potrebbero oscillare in modo caotico, quindi, la tua previsione potrebbe non andare a buon fine. Proprio per questo è necessario prendere in considerazione i rischi è essenziale per capire il trading su azioni.

Considera i settori su cui investire del mercato azionario

Per scegliere le azioni su cui investire, è una buona idea considerare in quale tipo di settore potresti voler investire.

Sebbene riteniamo che dovresti gestire un portafoglio diversificato, è un buon punto di partenza per considerare se desideri investire in azioni del settore tecnologico, o forse farmaceutico, ecc.

Abbiamo elencato di seguito 10 settori azionari insieme ad alcune delle azioni più popolari all’interno di ciascuna categoria.

  • Assistenza sanitaria – Johnson & Johnson, UnitedHealth Group, Abbott Laboratories, Merck, Thermo Fisher Scientific, Biogen Inc, CVS Health Corp, Livongo Health Inc. e altro ancora
  • Materiali – Ecolab Inc. (ECL), LyondellBasell Industries NV, DuPont de Nemours Inc. (DD), Huntsman Corp. (HUN), Eagle Materials Inc, Ardagh Group SA, Berry Global Group In. E altro ancora
  • Beni di consumo di base e beni di consumo voluttuari – Pensa a Coca-Cola, Campbell’s soup, McDonald’s, Colgate, PRoctor Gamble co, Estée Lauder. Home Depot Inc, Nike Inc, Starbucks, TJX Companies. E altro ancora
  • Tecnologia informatica – Tesla Inc, IBM, Zoom Video Communications Inc, Livongo Health Inc, NortonLifeLock Inc, Salesforce.com Inc. e altro ancora
  • Servizi di comunicazione – Zillow Group Inc, Twilio Inc, Russell 1000, Communication Services Select Sector. E altro ancora
  • Dati finanziari: Wells Fargo, Morgan Stanley, PayPal, Unum Group, Brighthouse Financial Inc, MetLife Inc, White Mountains Insurance Group Ltd, Jefferies Financial Group Inc. e altri ancora
  • Industriali – Gestione dei rifiuti, Raytheon Technologies, 3M, GrafTech International Ltd, Air Lease Corp, Energizer Holdings Inc, Quanta Services Inc. e altro ancora
  • Energia – Cheniere Energy Inc, NRG Energy Inc, Murphy Oil Corp, Valero Energy Corp, Antero Midstream Corp, ConocoPhillips, Williams Companies Inc. e altro
  • Utilità – PPL Corp, Sempra Energy, NRG Energy Inc, Eversource Energy, Public Service Enterprise Group Inc, NextEra Energy Inc, Sempra Energy. E altro ancora
  • Immobiliare – Brookfield Property REIT Inc, Brandywine Realty Trust, Utilities Select Sector, CoStar Group Inc, SBA Communications Corp. e altro ancora

Indipendentemente dal titolo che sceglierai, dovresti sempre essere consapevole di come eventi globali come la pandemia COVID-19 potrebbero influenzare il tuo investimento.

Parte 2: Come scegliere le azioni – Pensando alla sostenibilità delle azioni

Pensare alla sostenibilità delle azioni a cui sei interessato sembra abbastanza ovvio, ma è fondamentale che tu veda la redditività di un’impresa dal punto di vista del business / investimento.

Chiedilo a te stesso:

  • ‘Dove sarà l’azienda nei prossimi cinque-dieci anni?’
  • ‘Le azioni dell’azienda hanno possibilità di crescità?’

Con questo in mente, dovresti prendere in considerazione le seguenti metriche quando valuti la fattibilità delle azioni.

Valore attuale delle azioni della società – relativo ai massimi storici

Le azioni, come qualsiasi altra risorsa, cambiano frequentemente di prezzo. Tuttavia, uno dei dati più importanti per te quando scegli le azioni è il prezzo più alto di tutti i tempi della società, rispetto alla sua valutazione attuale.

In generale, è considerato un buon segno se la società in questione ha una valutazione più alta rispetto a 12 mesi prima. Sebbene nell’arena delle azioni non è così scontato questo, la valutazione di un’azienda dipende in larga misura dalla domanda e dall’offerta del mercato.

In altre parole, se ci sono più persone che vendono che comprano, è probabile che il prezzo di un’azione scenda. Pertanto, quando ci sono più acquirenti che venditori, il valore aumenterà.

Queste sono metriche importanti a cui prestare attenzione quando si impara a scegliere le azioni. Questo non offre la garanzia al 100% che sia una strategia di successo, tuttavia, è sempre meglio essere il più informati possibile quando si scelgono le azioni su cui investire.

Acquista le azioni ad un prezzo scontato

Ci sono momenti in cui è più facile come investitore accedere alle azioni a un prezzo scontato. Ad esempio, quando la pandemia globale da COVID-19 ha colpito i mercati. Questo ha portato il mercato modalità panico con un successivo forte calo dei prezzi delle azioni.

Per quanto sia difficile per un investitore, questo sarebbe un buon momento per acquistare alcune azioni a un prezzo molto basso.

C’è spazio per la crescita dell’azienda?

Alcune delle aziende in più rapida crescita in tutto il mondo diventano così grandi che finiscono per livellarsi. Pensa sulla falsariga di Microsoft, IBM e Ford.

Sebbene queste grandi aziende possano ovviamente continuare a crescere in ogni direzione, è improbabile che tu ottenga i ritorni che avresti nel periodo di massimo splendore dell’azienda. A meno che non ti stia investendo in alcune azioni ad un prezzo scontato come menzionato sopra.

Guardando altrove, ci sono aziende notevolmente più piccole come Netflix, Uber e Pinterest che non esistono da tanto tempo quanto i giganti di cui sopra e stanno preformando bene. Questo ti danno una migliore possibilità di sperimentare i crescenti punti di mercato di un’azienda relativamente nuova. Ciò significa che potresti essere in grado di restare al passo con la crescita attesa e continua dell’azienda.

Ti potrebbe interessare: Tre azioni di Warren Buffett su cui investire e tenere per sempre

Parte 3: Come scegliere le azioni – Diversifica il tuo portafoglio

Quando si tratta di diversificare il tuo portafoglio di investimenti, dovresti avere una solida conoscenza dei grafici dei prezzi, dell’analisi fondamentale e analisi tecnica, dei rapporti sugli utili e altro ancora. Gli strumenti di cui sopra possono richiedere mesi, se non anni per padroneggiarli.

Con questo in mente, sarai felice di apprendere che ci sono una miriade di metodi che possono aiutarti. Queste funzionalità ti consentono di selezionare azioni su cui investire senza dover prima imparare i dettagli dell’analisi.

Cominciamo con gli indici del mercato azionario, prima di addentrarci direttamente negli ETF.

Pensa agli indici del mercato azionario

Molte persone scelgono di investire in azioni tramite un ‘indice del mercato azionario‘. Nel caso non lo sapessi, questo ti consente di investire in più società contemporaneamente, utilizzando un solo investimento.

Supponiamo che tu sia interessato a investire nell’indice S&P 500. L’indice S&P è composto dalle più grandi società quotate in borsa negli Stati Uniti come; Apple, Microsoft, Facebook, Johnson e Johnson, Tesla, e altre ancora.

Questo indice è considerato a basso rischio, non da ultimo perché è diversificato in un grande numero di azioni, in tutte le quali acquistereste azioni.

Un altro indice popolare è il FTSE 100, contenente 101 azioni delle più grandi società blue-chip della Borsa di Londra. Tali aziende sull’indice includono Royal Dutch Shell, BP, British American Tobacco, Unilever e molte altre.

Investendo in indici come questi sei in grado di diversificare il tuo portafoglio, senza dover padroneggiare analisi e rapporti finanziari per essere coinvolto.

In parole povere, investendo in un indice, puoi distribuire i tuoi investimenti in modo più sottile, con una spesa ridotta e la massima esposizione. Il concetto generale è che sia le scorte in deprezzamento che quelle in apprezzamento si equilibreranno a vicenda. Ma, nel corso del tempo, quest’ultimo supererà il primo.

Clicca QUI per conoscere i migliori Broker per investire sugli indici di borsa

Fondi negoziati in borsa (ETF)

Simile agli indici azionari: gli ETF ti consentono di investire in più società tramite un unico investimento.

Gli ETF sono gestiti da gestori di portafoglio che gestiscono l’investimento per te, acquistando e vendendo azioni quando ritenuto necessario. Scoprirai che ETF diversi si concentrano su cose diverse.

Ad esempio, alcuni monitoreranno particolari indici di mercato come il FTSE 100. Mentre altri potrebbero monitorare settori specifici come i materiali, la sanità o il settore tecnologico.

Inoltre, alcuni ETF si concentreranno esclusivamente su società che distribuiscono alte colonne di dividendi. Investire in azioni attraverso gli ETF in questo modo è un ottimo modo per diversificare il tuo portafoglio di investimenti senza dover decidere tu stesso quali azioni scegliere. Ciò elimina la necessità di svolgere ore di ricerca alla fine o rispolverare le tue capacità di analisi tecnica.

Ti potrebbe interessare: Come Investire in ETF. La Guida per chi inizia

Parte 4: Come scegliere le azioni – Utilizzo dell’analisi tecnica e fondamentale

Quando chiedi come scegliere le azioni su cui investire, gli investitori più esperti ti diranno che è necessario eseguire molte ricerche. Dopotutto, è importante prendere decisioni basate sulla performance finanziaria dell’azienda, al fine di prevedere la redditività delle sue azioni.

Come abbiamo detto, leggere i mercati e analizzare la performance finanziaria di un’azienda non è semplice e richiede molto tempo. Per non parlare della capacità di speculare sulla fattibilità dell’acquisto di un’azione a lungo termine.

Diamo un’occhiata a come puoi utilizzare l’analisi fondamentale e tecnica, per aiutarti nella tua missione di scegliere le migliori azioni su cui investire.

Quali elementi rendono le azioni preziose?

Il valore di un’azione è calcolato dalla relazione tra la domanda e l’offerta del mercato in questione. Se la domanda di un’azione è nel campo alto, il prezzo generalmente si muoverà verso l’alto. Pertanto, è ovvio che se la domanda di un’azione è bassa, il prezzo tende ad essere inferiore.

Alcuni investitori si concentrano su società più modeste, ritenendo che abbiano il potenziale di crescita. Altri preferiscono investire in azioni con fondamentali solidi e sicuri sin dall’inizio. Questo ci porta bene a capire se le azioni sono sopravvalutate o sottovalutate.

Identificazione di azioni sopravvalutate e sottovalutate

Per determinare se un titolo è sopravvalutato o sottovalutato, il miglior punto di partenza è utilizzare l’analisi sia tecnica che fondamentale. Di cui parleremo più dettagliatamente in seguito.

Utilizzare le analisi disponibili a portata di mano è davvero l’unico modo per ottenere un quadro completo del mercato in cui stai operando. Per chiarire, la ricerca del valore di un’azione non è un’indicazione che devi trovare le azioni più economiche. Invece, stai cercando di individuare azioni di prim’ordine, che sono valutate al di sotto del prezzo equo dell’asset.

L’idea è che nel tempo il valore di mercato si correggerà da solo, rispecchiando il vero valore. Ciò si ottiene scegliendo di investire su una azione sottovalutata prima che torni al suo prezzo intrinseco delle azioni.

Analisi fondamentale: dall’alto verso il basso e dal basso verso l’alto

Ci sono due percorsi che puoi seguire quando ti imbarchi nella ricerca di analisi fondamentale: ‘dal basso verso l’alto’ e ‘dall’alto verso il basso’.

Nel caso in cui non hai sentito parlare di questi approcci all’analisi fondamentale, spieghiamo ulteriormente con un po’ le basi di ogni metodo.

Metodo dall’alto verso il basso

Cominciamo con l’approccio top down, che è di gran lunga il meno dispendioso in termini di tempo. Questo lo rende adatto a neofiti o investitori esperti che vogliono solo il quadro completo – velocemente.

L’approccio dall’alto verso il basso di solito comporta l’analisi di cose come il prodotto interno lordo (PIL) e la crescita economica. Oltre a ciò, e prima di prendere una decisione definitiva su quale azienda o settore dedicare la tua attenzione, potresti anche voler analizzare i tassi di interesse e le politiche monetarie. Inoltre, considera l’inflazione, i rendimenti e i prezzi delle obbligazioni.

Sei confuso su come iniziare ad analizzare i rendimenti di un’azienda? Non aver paura. Faremo un po’ di luce su come valutare la performance finanziaria di un’azienda più in basso in questa guida su ‘Come scegliere le Azioni su cui Investire‘.

Metodo dal basso verso l’alto

L’utilizzo di questo tipo di analisi non si concentra sui fondamentali del settore, né interamente sulle condizioni del mercato. L’obiettivo principale è determinare come le fiere aziendali specifiche contro la concorrenza.

Se questo suona più adatto alla tua capacità, puoi iniziare il tuo approccio all’analisi dal basso verso l’alto guardando più alle finanze. Per darti un’idea, devi esaminare i prodotti dell’azienda, la gestione e una varietà di rapporti finanziari diversi.

Abbiamo trattato i rapporti finanziari più avanti in questa guida, quindi resta con noi.

Ti potrebbe interessare: Dove investire a breve termine e dove investire a lungo termine

L’analisi tecnica mi aiuterà a scegliere le azioni?

In questa sezione, divulgheremo come scegliere le azioni utilizzando l’analisi tecnica al massimo delle sue potenzialità. In poche parole, il tuo obiettivo è concentrarti sui movimenti delle azioni e sui dati sui prezzi disponibili. In altre parole, modelli e tendenze che puntano verso i movimenti del mercato in futuro.

Gli investitori identificano le tendenze utilizzando una varietà di indicatori tecnici, quindi utilizzarne più di uno è la soluzione migliore.

Per aiutarti a decidere quale strategia potrebbe essere la migliore per te dal punto di vista dell’analisi tecnica, abbiamo messo insieme un elenco degli strumenti più utili da considerare.

  • Indice di forza relativa (RSI): l’RSI è ampiamente utilizzato per illustrare le condizioni di mercato e lo slancio di un titolo, nonché per evidenziare variazioni di prezzo potenzialmente pericolose.
  • Ichimoku: questo indicatore riguarda i livelli di resistenza e supporto dell’asset. L’indicatore proietta lo slancio dei prezzi e offre segnali per aiutarti nel processo decisionale.
  • Media mobile esponenziale (EMA) – L’EMA monitora importanti cambiamenti di mercato, valutando quanto siano legittimi.
  • Media mobile (MA): l’MA elimina il ‘rumore’ aggiuntivo dei picchi a breve termine del prezzo di un titolo, concentrandosi sulla direzione di un particolare trend di prezzo.
  • Moving average convergence divergence (MACD): Il MACD identifica gli sviluppi nel momentum. Ciò si ottiene prendendo due diverse medie mobili e confrontandole l’una con l’altra.
  • Oscillatore stocastico: L’oscillatore stocastico illustra la tendenza e la forza del momento di un asset. Ciò si ottiene confrontando varie fasce di prezzo con il prezzo di chiusura dell’asset. Questo viene fatto per un periodo di tempo.
  • Average directional index: questo indice mostra la forza del trend dei prezzi e ti aiuterà a decidere se una tendenza al ribasso o al rialzo dovrebbe continuare.
  • Ritracciamento di Fibonacci – Il ritracciamento di Fibonacci identifica la misura in cui è probabile che un mercato si muova contro l’attuale tendenza dei prezzi.
  • Bande di Bollinger – Le bande di Bollinger sono utili per speculare sulle variazioni di prezzo a lungo termine delle azioni. Ciò lo rende molto utile per identificare quando l’attività in questione opera al di fuori del normale livello di prezzo del titolo.
  • Deviazione standard: Questo indicatore tecnico è utile per calcolare il volume delle variazioni di prezzo, rendendo più facile accertare quanto sia probabile che la volatilità abbia un effetto sul prezzo più in basso.

Analisi fondamentale Vs analisi tecnica

Quando si tratta di scegliere le azioni in modo efficace, sia l’analisi fondamentale che quella tecnica sono fattori importanti. Non possiamo davvero dire che uno sia superiore all’altro, perché sono entrambi molto diversi. La categoria di analisi che decidi di utilizzare dipende da te, o meglio, dipende dalla tua strategia personale.

In generale, i trader e gli investitori a lungo termine tendono a optare per l’approccio dell’analisi fondamentale. Mentre le persone che utilizzano una strategia a breve termine in genere si concentrano sull’analisi tecnica.

Nonostante ciò, pensiamo ancora che tu possa ottimizzare qualsiasi sforzo di investimento sfruttando entrambi. In questo modo è improbabile che tu perda informazioni importanti sulle azioni in cui stai investendo.

Fattori azionari quantitativi e qualitativi

Cominciamo spiegando che un ‘fattore quantitativo‘ è il risultato matematico di una decisione che può essere misurata. Per dirla più semplicemente, i fattori quantitativi fanno solitamente parte dell’analisi finanziaria, l’obiettivo è valutare adeguatamente una situazione.

Un ‘fattore qualitativo‘ è il risultato di una scelta impossibile da misurare, come gli investitori, la morale e i prodotti.

Diamo alcuni esempi di ciascuno, a partire da fattori qualitativi.

Fattori qualitativi

Notizie finanziarie. Tenere il passo con le ultime notizie è importante quando si scelgono le azioni. Come abbiamo detto, notizie e disordini possono provocare un’elevata volatilità. Altri eventi a cui prestare attenzione sarebbero gli sviluppi economici, come le variazioni dei tassi di interesse.

Notizie aziendali. Le notizie aziendali come attività fraudolente, violazioni dei dati e condizioni di sfruttamento possono avere un enorme effetto sul valore delle azioni. Ad esempio, le azioni di BooHoo sono diminuite del 19,5% dopo che è scoppiato lo scandalo sulle condizioni di lavoro dell’officina. Un altro esempio è Facebook, le cui azioni sono diminuite di oltre il 7% dopo che è stata diffusa la notizia di una violazione dei dati privati.

Cambiamenti nel personale. Le cose a cui prestare attenzione includono i cambiamenti nella struttura di gestione dell’azienda. In poche parole, i cambiamenti nel personale possono alterare la percezione generale del mercato del business, che a sua volta avrà un’influenza diretta sui prezzi delle azioni.

Fattori quantitativi

Variazione dei guadagni. Una parte importante dell’analisi fondamentale è fare attenzione ai guadagni dell’azienda. Ad esempio, se i guadagni della società diminuiscono, ma il costo della quota non viene aggiustato, questa è un’indicazione davvero forte che il mercato più ampio è rialzista per l’azienda.

Dividendi. Come abbiamo detto prima, i dividendi sono la tua quota dei guadagni dell’azienda – che vengono distribuiti tra gli azionisti. Ciò può essere ottenuto anche tramite un ETF che si concentra principalmente sulle azioni che pagano dividendi.

Bilancio della società. Il bilancio di una società riassume essenzialmente la sua situazione finanziaria, coprendo debiti e attività. Questi bilanci rispecchiano i potenziali guadagni, che ha un effetto sul prezzo di un’azione.

Per rimanere aggiornato su notizie, analisi di mercato, report e tutto quelle che riguarda gli investimenti in borsa, seguici su Google News, Facebook, Twitter o iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram di Dove Investire

Parte 5: Come scegliere le azioni – Analizza le prestazioni finanziarie della società

Avendo offerto molti consigli su come scegliere le azioni, dobbiamo menzionare la performance. Un altro modo per aiutarti a prendere una decisione è controllare i dettagli più fini dell’attività finanziaria di un’azienda, passata e presente.

Con questo, intendiamo darti un quadro chiaro del debito dell’azienda, rispetto al suo valore per gli azionisti. La maggior parte delle aziende ha un piccolo debito, quindi il tuo compito è valutare cosa è troppo.

Di seguito abbiamo elencato alcuni dei rapporti più utili che puoi utilizzare quando analizzi il rendimento finanziario di un’azienda.

Rapporto P / E – Rapporto prezzo / utili

Il rapporto prezzo / utili (P / E) è utile per confrontare il prezzo di due azioni diverse in un settore specifico. Questo rapporto mostra quanto dovresti spendere per guadagnare un dollaro o euro.

È un ottimo strumento per determinare se un’azienda si trova nel campo sopravvalutato o sottovalutato. Ciò si ottiene valutando i dati storici sui prezzi e le medie.

Rapporto D / E – Rapporto debito / capitale

Il rapporto debito / capitale calcola le attività dell’azienda rispetto al suo debito. Questo ti mostrerà i livelli di prestazioni dell’azienda rispetto ai suoi concorrenti.

Se il rapporto sembra basso, ciò può indicare che la maggior parte del capitale dell’azienda proviene dai suoi azionisti. Detto questo, un rapporto considerato cattivo o buono dipende interamente dal settore specifico. Ad esempio, il settore immobiliare utilizza regolarmente enormi prestiti per pagare nuovi impegni, quindi non vedresti necessariamente molti debiti come una bandiera rossa.

Rapporto ROE – Return on Equity

Il ritorno sull’Equity ha il compito di illustrare, in forma percentuale, il patrimonio netto dell’azienda rispetto alla potenziale redditività.

Controllando il ROE hai maggiori possibilità di decifrare se un’azienda sta creando un reddito sufficiente in modo indipendente, rispetto all’investimento degli azionisti.

Rapporto PEG – Prezzo / utili rispetto alla crescita

Il rapporto prezzo / utili per la crescita calcola il suddetto rapporto P / E rispetto all’utile per azione annuale (EPS).

Se stai ancora decidendo quali azioni potrebbero piacerti, il rapporto PEG dovrebbe sicuramente far parte della tua strategia di investimento. PEG è ottimo per mostrarti la valutazione vera ed equa di un titolo.

Rapporto P / B – Prezzo valore contabile

Il rapporto prezzo / valore contabile calcola il prezzo contabile della società rispetto al valore di mercato attuale.

Se vedi un rapporto di valore superiore a 1, questo indica azioni che sono considerate sopravvalutate. Anche in questo caso, è necessario tenere conto di quale particolare settore si ha a che fare.
Rapporto attuale

L’attuale rapporto fa riferimento al fatto che il debito della società possa essere coperto o meno dalle attività disponibili.

Il prezzo delle azioni e il rapporto corrente sono collegati. Se il rapporto attuale è sul lato basso, è probabile che il valore delle azioni continuerà a scendere.

Ti potrebbe interessare: Come scegliere le Azioni migliori su cui investire oggi

L’azienda è stabile?

Come probabilmente già saprai, esiste più di un modo per utilizzare l’analisi quando impari a scegliere le azioni su cui investire. Sapere se un’azienda sembra stabile o meno può solo aiutarti a scegliere i titoli giusti.

Uno dei modi migliori per valutare la stabilità di una società è guardare ai prezzi storici dell’azione nei momenti peggiori del mercato azionario. Dovresti controllare se l’azienda si è ripresa e, in tal caso, con che rapidità e facilità. In tal modo, stai confrontando il prezzo delle azioni allora e ora, per un quadro completo.

Parte 6: Come scegliere le azioni – Consigli per iniziare

Nella sezione finale della nostra guida “Come scegliere le Azioni su cui Investire“, abbiamo delineato quattro consigli pratici per iniziare ad investire.

Trova un buon Broker con cui investire in azioni

Idealmente, devi cercare un Broker in possesso di una licenza da un organismo di regolamentazione. Il motivo per cui è meglio restare con i Broker autorizzati è che sono legalmente obbligati a seguire regole come la segregazione dei fondi dei clienti, mantenendo i tuoi soldi da quelli del capitale della società.

Non solo, ma tutte le piattaforme di trading autorizzate devono rispettare le regole come: prevenzione del riciclaggio di denaro, finanziamento del terrorismo e frodi, ecc. Devi anche considerare se la piattaforma è in grado di offrire le azioni che ti interessano per fare trading o investire.

E, naturalmente, assicurati di utilizzare un Broker che offre commissioni basse. Ciò garantisce che i tuoi profitti non vengano consumati da inevitabili commissioni di intermediazione.

Qui di seguito trovi un elenco dei Broker affidabili e regolamentati con cui puoi iniziare ad investire in azioni:

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Impara a conoscere il mercato

Imparare i dettagli delle azioni non deve essere una lezione costosa su ‘cosa non fare’. Invece, c’è una miriade di materiale educativo sul nostro sito Web che ti insegnerà ad investire in borsa in  comodità della tua casa, prima di rischiare il tuo capitale.

Oltre al materiale che offriamo su Doveinvestire.com, vale anche la pena procurarsi degli indicatori di trading professionali in grado di analizzare i mercati in tempo reale e segnalare le migliori opporutnità di trading.

Vedi qui: I migliori Indicatori di Trading professionali

In termini di notizie, molti investitori si rivolgono a Google Finance, CBS MoneyWatch e Yahoo Finance. Per notizie finanziarie più approfondite dovresti controllare sia Bloomberg che il Wall Street Journal.

Oltre all’ampia varietà di libri, corsi e video didattici disponibili, puoi provare un conto demo gratuito per esercitarti gratuitamente (qui trovi un elenco dei migliori conti demo).

Utilizza l’analisi fondamentale e tecnica

Abbiamo trattato in dettaglio l’analisi fondamentale e tecnica, in modo da capire quanto sia utile quando si tratta di scegliere azioni, nonché quando tenere o lasciare andare.

Pertanto, è fondamentale che tu abbia almeno una comprensione di base di entrambe le forme di analisi. Migliorerà notevolmente le tue possibilità di scegliere le azioni migliori e di sincronizzare correttamente il mercato.

I migliori investitori studiano in dettaglio la performance finanziaria dell’azienda, coprendo vari rapporti che illustrano la crescita, il valore di mercato e la stabilità.

Come abbiamo detto, gli investitori azionari utilizzano grafici e strumenti per cercare di individuare intervalli e tendenze di trading. Se hai bisogno di un riepilogo degli strumenti di analisi tecnica più popolari, fai una passeggiata più in alto in questa pagina.

Creare una strategia per la gestione del rischio

Un altro consiglio importante quando si impara a scegliere le azioni è creare una strategia di gestione del rischio a cui attenersi. Questo perché il valore delle azioni cambia regolarmente, a causa di influenze esterne. In quanto tale, la scena azionaria comporta un certo livello di rischio associato.

Quando scegli le tue azioni, sarà evidente che oltre alle buone azioni ci sono anche quelle cattive e quelle brutte.

Vale a dire, ci sono alcune aziende che vengono spazzate via dalla concorrenza. Poi ci sono aziende che stanno lottando con una nuova gestione e quelle che utilizzano modelli di business preistorici che semplicemente non funzionano in questo giorno ed età.

Con questo in mente, la strategia di gestione del rischio più efficace è diversificare il più possibile. Il tuo portafoglio dovrebbe includere tante azioni in diverse varietà di mercati e settori.

Come scegliere le azioni – Conclusioni

Eccoci qua. La scelta di azioni su cui investire dovrebbe essere fatta con atteznione, dopotutto, ci sono soldi coinvolti.

L’unico modo per sapere se un’azione è un investimento fattibile per te è fare i ‘compiti’ sulla società in questione.

Ci sono un sacco di modi diversi in cui puoi conoscere i dettagli di un titolo. Un buon punto di partenza è valutare la stabilità e le prestazioni finanziarie complessive dell’azienda. Ciò significa esaminare i conti dell’azienda, la gestione del debito e vari altri rapporti per avere un quadro completo della salute delle sue azioni.

Assicurati di evitare di essere sovraesposto a uno o due titoli, invece crea un portafoglio altamente diversificato per mitigare il rischio a lungo termine.

Domande frequenti

Come posso scegliere le megliori azioni su cui investire oggi?

Il miglior inizio possibile che puoi darti quando scegli le azioni è studiare l’azienda. Ad esempio, può essere utile esaminare la performance finanziaria e i dati storici, che ti mostreranno come hanno affrontato gli alti e bassi in passato.

Che cosa è considerato un portafoglio azionario diversificato?

Un portafoglio azionario diversificato è, in sostanza, avere una varietà di azioni diverse nel tuo paniere di investimento, per la massima esposizione ai mercati. Ad esempio, potresti avere 100 azioni di molti settori, mercati e paesi diversi.

Qual è l’azione migliore da scegliere?

Non esiste una risposta rapida e concreta a questa domanda, poiché tutto dipende dai tuoi obiettivi finanziari e dalla tua propensione al rischio. Se hai davvero difficoltà a scegliere singole azioni da acquistare, ti suggeriamo di optare per un fondo indicizzato.

È importante scegleire azioni che pagano dividendi?

No. La scelta di azioni con dividendi non significa necessariamente maggiori guadagni. Alcune delle più grandi società blue-chip del mondo non pagano un solo centesimo in dividendi, utilizzando invece quei soldi per far crescere il business. In alternativa, puoi scegliere un ETF pertinente, che ti dà accesso a centinaia se non migliaia di azioni che pagano dividendi.

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Come iniziare ad investire in azioni di borsa. Guida per principianti

Non hai mai investito in azioni di borsa e hai in mente di farlo ora? Prima di iniziare dovresti seguire queste regole fondamentale che ogni investitore dovrebbero conoscere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.