Home / Guida trading / Come guadagnare in Borsa sulla discesa dei prezzi. Marginazione e vendita allo scoperto

Come guadagnare in Borsa sulla discesa dei prezzi. Marginazione e vendita allo scoperto

Quando si parla di investire in borsa molti sono convinti che per guadagnare sia necessario acquistare un asset (azioni, valute, indici di borsa, materie prime, criptovalute) ad un prezzo e venderle ad un prezzo più maggiore. Per quanto sia questa una corretta interpretazione, pochi sanno che con il trading si può operare anche “scommettere” al ribasso, guadagnando quindi sulla discesa dei prezzi.

Se per esempio una azione di borsa sta crollando, l’investitore può investire al ribasso aprendo una posizione short (vendita allo scoperto) e guadagnare se i prezzi continuano a scendere.

La vendita allo scoperto è uno strumento che non tutte le banche offrono. Solitamente il trading online attraverso piattaforme presenti nelle home banking hanno funzioni e asset limitati. Per investire nel modo giusto è necessario avere a disposizione i giusti strumenti, sia di analisi, sia per la gestione del rischio. Tutto questo è possibile averlo aprendo un conto presso un broker, che funge da intermediario tra l’investitore/trader e il mercato.

Il broker mette a disposizione una o più piattaforme di trading in grado di visualizzare grafici in tempo reale di centinaia di asset finanziari come azioni, valute, indici di borsa, materie prime, criptovalute. Altre a questo mettono a disposizione la leva finanziaria, la quale ha caratteristica di “moltiplicare” il capitale investito per numero volte equivalente la leva.

Ti potrebbe interessare: Guida alla scelta di un broker

Per esempio investendo un importo di 1.000 euro su azioni Unicredit con l’utilizzo delle leva di 1:200, si andrà ad acquistare o vendere un importo totale di azioni di 200.000 euro.
Da qui si può capire quanto interessante e pericolosa la leva finanziaria negli investimenti in borsa.
Detto questo è necessario avere una discreta esperienza nel mondo del trading in quanto con la leva finanziaria si moltiplica un eventuale guadagno ma anche una eventuale perdita.

TRADING SU CRIPTOVALUTE CON LEVA

www.plus500.com

Fai trading su criptovalute con una leva fino a 1:5
Comincia con soli 100 € per ottenere l'effetto di un capitale di 500 €!

In seguito è spiegato in modo dettagliato il significato di marginazione e vendita allo scoperto

Marginazione

Per operare in marginazione occorre prima di tutto avere un conto che lo permette di fare. Solitamente questo è permesso dai Broker o Sim online.

Operando in marginazione è sufficiente investire solo una piccola percentuale, chiamata margine, rispetto al totale dell’investimento totale; grazie infatti alla leva finanziaria è possibile con una piccola somma di movimentare grosse cifre.

Il valore e le regole della marginazione viene deciso dal broker ed è quindi necessario leggere bene le condizioni perché alcuni Broker permettono la marginazione “over night” cioè anche per più giorni, mentre altre solo “intraday” cioè bisogna comprare e vendere le asset nello stesso giorno. C’è anche il caso che se la posizione è fortemente sfavorevole o in particolari condizioni di mercato poco sicure secondo il broker, questo può chiudere le posizioni d’ufficio. Quindi occorre documentarsi bene prima di operare in questo modo.

Vendita allo scoperto

Come detto in precedenza, capita spesso che i prezzi di un particolare asset in determinato periodo possano muoversi al ribasso. Questi movimenti se pur odiati da alcuni investitori, sono molto graditi dai più esperti in quando nei periodi di ribasso la velocità del mercato è molto più alta e fare buoni profitti investendo al ribasso è più facile.

Il funzionamento della vendita allo scoperto è esattamente l’opposto alle classica operatività dove prima di compra e poi si vende. In questo caso prima si vende e poi si ricompra.

Se per esempio vendo azioni Unicredit a 17 € (senza averle) e le ricompro tra un mese a 15 € guadagnando la differenza e chiudendo definitivamente la posizione. Ovviamente anche con questa operatività esiste il rischio di perdita, se vendiamo azioni Unicredi a 17 € e tra un mese valgono 18€, dovremmo comprare a 18€ per chiudere la posizione perdendo 1 € ad azione.

Per approfondire l’argomento ti invito a visitare la sezione ebook di dove investire nella quale è presente una vera enciclopedia sul trading e su come investire in borsa.

Valutazione dell’articolo

5 Stelle


Fai Trading in sicurezza sempre e ovunque

Apri un conto di trading

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Le azioni necessarie per imparare a guadagnare in borsa

È possibile guadagnare in borsa? Quali sono le regole da seguite? Una guida utile per imparare a guadagnare in borsa in modo semplice e chiaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *