Annunciate le date del divieto ESMA alle opzioni e delle limitazioni sui CFD

L’ESMA ha reso note le date di inizio della validità delle nuove misure applicate sulla fornitura di opzioni binarie e CFD nell’Unione europea.

Le misure sono state pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea (GU) oggi. Entreranno in vigore dal 2 luglio 2018 per le opzioni binarie e dal 1 ° agosto 2018 per i CFD e si applicheranno come segue:

1. Opzioni binarie (dal 2 luglio 2018) – un divieto di commercializzazione, distribuzione o vendita di opzioni binarie agli investitori al dettaglio;

2. Contratti per differenze (dal 1 ° agosto 2018) – una restrizione alla commercializzazione, distribuzione o vendita di CFD agli investitori al dettaglio.
Queste limitazioni sui CFD consistono in:

  • Limiti alla leva all’apertura delle posizioni (30:1 per le coppie di valute principali, 20:1 per coppie di valute secondarie, oro e indici maggiori; 10:1 per le materie prime diverse dall’oro e gli indici secondari; 5:1 per i capitali individuali e altri valori di riferimento; 2:1 per le criptovalute)
  • Una regola per la chiusura del margine in base al singolo account
  • Protezione dal saldo negativo in base al singolo account
  • Prevenzione all’uso di incentivi provenienti da un fornitore di CFD
  • Una nuova informativa sui rischi, specifica e standardizzata

Le restrizioni non verranno applicate ai trader professionali

L’ESMA ha adottato tali misure nelle lingue ufficiali dell’UE e resteranno in vigore per un periodo di tre mesi dalla data di applicazione.

Steven Maijoor, presidente della ESMA , ha detto:

“Le misure che l’ESMA ha intrapreso oggi rappresentano un passo significativo verso una maggiore protezione degli investitori nell’UE. Le nuove misure sui CFD, per la prima volta, garantiranno che gli investitori non possano perdere più denaro di quanto hanno investito, limitare l’uso di leva finanziaria e incentivi e fornire comprensibili avvertenze sui rischi per gli investitori”.

“Il divieto dell’ESMA di commercializzare, distribuire o vendere opzioni binarie agli investitori al dettaglio affronta i notevoli problemi di protezione degli investitori causati dalle caratteristiche di questo prodotto”.

“Questo approccio paneuropeo è il modo più appropriato per affrontare questo importante problema di protezione degli investitori. Le ANC controlleranno l’impatto di queste misure durante la loro applicazione e valuteranno, con l’ESMA, quali sono i prossimi passi da compiere”.

CFD – misure dal 1 ° agosto 2018

Le misure di intervento sul prodotto adottate dall’ESMA ai sensi dell’articolo 40 del regolamento sui mercati degli strumenti finanziari includono:

1. Sfruttare i limiti dell’apertura di una posizione da parte di un cliente al dettaglio da 30: 1 a 2: 1, che variano in base alla volatilità del sottostante:

  • 30: ​​1 per le principali coppie di valute;
  • 20: 1 per le coppie di valute non principali, l’oro e gli indici principali;
  • 10: 1 per le materie prime diverse dall’oro e dagli indici azionari non importanti;
  • 5: 1 per le singole azioni e altri valori di riferimento;
  • 2: 1 per criptovalute;

2. Una regola di chiusura del margine su base per account. Questo standardizzerà la percentuale del margine (al 50% del margine minimo richiesto) a cui i fornitori sono tenuti a chiudere uno o più CFD aperti del cliente al dettaglio;

3. Protezione del saldo negativo su base account. Ciò fornirà un limite globale garantito per le perdite dei clienti al dettaglio;

4. Una restrizione agli incentivi offerti per negoziare i CFD; e

5. Un avviso di rischio standardizzato, compresa la percentuale di perdite sui conti degli investitori al dettaglio del fornitore di CFD.

Prossimi passi

Il MiFIR conferisce all’AESFEM il potere di introdurre misure di intervento temporaneo su base trimestrale. Prima della fine dei tre mesi, l’ESMA rivedrà le misure di intervento sul prodotto e prenderà in considerazione la necessità di estenderle per altri tre mesi.

Quali saranno i prossimi passaggi?

Con meno di un mese a disposizione per promuovere le opzioni in Europa, probabilmente ti starai chiedendo cosa potrai fare in seguito all’introduzione delle nuove normative ESMA. La buona notizia è che le restrizioni non verranno applicate ai trader professionali.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
eToro Licenza CySEC, FCA, ASIC
Social Trading
Deposito minimo 50€
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, CSSF
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Licenza BaFin, Consob
Accesso ai mercati globali
Commissioni competitive
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 62 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Cosa sono i CFD e perché scegliere questo tipo di investimento

Un’analisi completa del mondo dei Contract For Difference, delle diverse possibilità e modalità di investimento e dei loro vantaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.