Home / Guida trading / Analisi tecnica, Trend, supporti, resistenze e indicatori di trading

Analisi tecnica, Trend, supporti, resistenze e indicatori di trading

Grafici, grafici, grafici. Quando la maggior parte della gente pensa al trading online, ha in mente i movimenti dei prezzi sui grafici e persone che guadagnano soldi nel comprare e vendere strumenti finanziari attraverso un computer.

In effetti il trading è veramente una attività nella quale è possibile fare soldi, ma non è facile come molti vogliono far credere.

Il trading è aperto a tutti, ma questo non vuol dire che tutti riescano a guadagnare; la maggior parte delle persone che si prova perde soldi. Solo chi ci riesce veramente ha dimostrare di possedere le capacità leggere i grafici in maniera approfondita grazie all’analisi grafica, ha le possibilità di avere successo nel trading.

Indice dei contenuti

L’importanza dell’analisi tecnica nel trading

Per quanto sia importanti conoscere le prossime notizie o eventi economici, per capire l’andamento futuro dei prezzi su un grafico è necessario fare una analisi tecnica approfondita.
Per dare una veloce spiegazione sulla differenza delle due analisi appena accennate, devi sapere che l’analisi fondamentale ha il compito di capire se acquistare o vendere un determinato asset, l’analisi tecnica dice invece quando farlo.

L’analisi tecnica è definita come lo studio dell’andamento dei prezzi dei mercati finanziari nel tempo, allo scopo di prevederne le tendenze future attraverso grafici e dati statistici. In senso lato è quella teoria di analisi economica secondo cui è possibile prevedere l’andamento futuro del prezzo di un’attività finanziaria studiando la sua storia.

Lo scopo dell’analisi tecnica è duello di comprendere l’andamento dei prezzi, che a loro volta rispecchiano le decisioni degli investitori. Il tutto, basandosi sull’assunto che, poiché il
comportamento degli investitori si ripete nel tempo, al verificarsi di certe condizioni grafiche anche i prezzi si muoveranno di conseguenza.

I grafici che i trader hanno a disposizione riflettono la sua tendenza rialzista o ribassista dell’asset osservato. In pratica quando si ha un evento importante per l’economia del paese, quasi contemporaneamente dai grafici si può vedere quello che sta succedendo.
Questo avviene secondo la teoria che costituisce il fondamento dell’analisi tecnica: gli andamenti grafici rappresentano il comportamento delle masse. I grafici di trading, infatti, sono modellati su transazioni che sono effettivamente avvenute nel mercato cosicché rappresentano in quale modo l’insieme dei traders, degli investitori e dei banchieri centrali ha investito il proprio denaro nel corso del tempo. Poiché la composizione di questo insieme è relativamente stabile nel tempo e poiché gli investitori reagiscono tutti in modo analogo di fronte alle stesse circostanze, gli andamenti grafici possono essere impiegati per misurare la probabilità che soluzioni già verificate in passato siano valide per le condizioni di mercato attuali.

I fondamenti dell’analisi tecnica sono spesso riassunti secondo due concetti fondamentali: Il mercato sconta tutto, la stona si ripete.

Il mercato sconta tutto

“Il mercato sconta tutto”. Quest’affermazione è una premessa basilare per la corretta comprensione dell’analisi tecnica. Significa che nei corsi delle valute come nei prezzi di borsa, sono già incorporati tutti quei fattori di tipo fondamentale, politico, psicologico, monetario ed economico, che ne hanno determinato l’andamento. Ogni notizia che possa influenzare il prezzo di un’attività finanziaria e che sia di dominio pubblico è immediatamente scontata: significa che il prezzo reagisce velocemente a una notizia rilevante aumentando o diminuendo.

La storia si ripete

L’analisi tecnica trova fondamento nel fatto che esista una sorta di ciclicità dei prezzi, ossia delle fasi di mercato, così come avviene per i cicli macroeconomici. La storia forse non si ripete allo stesso modo ma non ha molta fantasia e tende ad avere andamenti che si assomigliano molto.

Gli eventi, infatti, non si sviluppano sempre in modo identico ma esistono alte probabilità che evolvano in modo molto simile. Da questo discende che per formulare una previsione attraverso un grafico sarà necessario fare riferimento ai dati del passato.

Per quanto siano state sollevate delle critiche sull’uso di dati passati per prevedere andamenti dei prezzi nel futuro, l’utilizzo dei prezzi scambiati sul mercato per attribuire una certa probabilità di avverarsi ad un dato evento, cioè lo scopo dell’analisi tecnica, si basa su solidi concetti di origine statistica.

L’analisi tecnica non ha l’obiettivo di predire il futuro ma di stabilire quali movimenti di mercato hanno la maggiore probabilità di verificarsi dati certi scenari.

Molti trader ritengono che l’analisi tecnica sia in un certo qual modo una forma d’arte che chiunque può apprendere con un po’ di pazienza e di pratica.

Innanzitutto, però, vanno imparati i concetti alla base dell’analisi tecnica e in particolare i trend di mercato.

Vedi anche: Guida pratica all’analisi tecnica – Dove Investire

Fare trading seguendo i Trend

Se volete guadagnare con il trading, è necessario localizzare un trend e poi fare trading in quella direzione. I trend indicano la tendenza che i prezzi seguiranno probabilmente in futuro.

Se volete guadagnare quando il trend è al rialzo, vi conviene acquistare. Se invece volete guadagnare quando il trend è al ribasso, vi conviene vendere. Se invece volete far soldi quando il trend è laterale, dovete adottare una tattica mista, alternare cioè acquisti e vendite, oppure attendere fin quando il trend non diventa ascendente o discendente. Qualunque cosa decidiate di fare, non contrastate mai un trend. Fidatevi, potrebbe costarvi assai caro. Quando identificate chiaramente un trend, investite nella stessa direzione; guadagnate dal cavalcarlo, non contrastandolo.

I trend non salgono o scendono repentinamente. Di solito si muovono per un po’ in una direzione e poi ritracciano parte del movimento precedente prima di invertire la rotta e continuare nella precedente direzione. Ogni volta che i prezzi invertono la tendenza e iniziano a muoversi nella direzione opposta, creano un nuovo punto di massimo o un nuovo punto di minimo. I nuovi punti di massimo si creano quando il trend della coppia di valute sta salendo, inverte la rotta e poi inizia a scendere.

I nuovi punti di minimo si creano invece quando il trend è in discesa, inverte la rotta e poi inizia a salire. Se riuscite a localizzare questi punti di massimo e di minimo riuscirete a capire se il trend è in fase rialzista, ribassista o laterale.

Trend rialzista: i prezzi che si muovono al rialzo formano una serie di massimi e di minimi crescenti (FIGURA 1).
Trend ribassista: i prezzi si muovono al ribasso formano una serie di massimi e di minimi decrescenti (FIGURA 2).
Trend laterale: i prezzi seguono un trend laterale formano una serie di massimi e di minimi che si mantengono all’incirca al medesimo livello di prezzo (FIGURA 3).

I trend, sia che siano al rialzo, al ribasso o laterali, possono formarsi lungo periodi di diversa durata.

Per fare trading con successo è indispensabile saper localizzare nella vostra analisi le seguenti tendenze in ogni arco temporale (il cosiddetto time frame) e saperle allineare e quindi, che poi è il nostro scopo, sfruttarle per guadagnare soldi.

  • Trend di lungo periodo
  • Trend di medio periodo
  • Trend di breve periodo
  • Allineamento dei trend nei diversi archi temporali

Ricordatevi che i prezzi si muovono al rialzo e al ribasso sia nei trend rialzisti, sia in quelli ribassisti e laterali. Ciò che conta è saper individuare dove il prezzo crea punti di massimo e di minimo.

Trend di lungo periodo

I trend di lungo periodo, a volte chiamati tendenze primarie, sono quei trend che hanno dominato più a lungo il grafico. Se esaminate il seguente grafico della coppia EUR/USD, potete vedere che essa ha seguito un trend al rialzo da sinistra a destra: notate la serie di punti di massimo e di minimo crescenti man mano che passa il tempo (FIGURA 4).

Questo movimento del prezzo dovrebbe suggerirvi di acquistare EUR/USD. Se la coppia di valute avesse seguito un trend discendente di lungo periodo, il suggerimento sarebbe stato di vendere EUR/USD. Il passo successivo è quello di esaminare il trend di medio periodo per vedere se sta seguendo la stessa direzione del trend di lungo periodo.

Trend di medio periodo

Il trend di medio periodo, detto anche tendenza secondaria, reagisce più prontamente del trend di lungo termine perché copre un periodo di tempo più breve.

Se esaminate questo grafico della coppia EUR/USD, potete vedere che essa ha seguito un trend di medio periodo laterale durante l’arco temporale evidenziato: anche qui notate la serie di punti di massimo e di minimo man mano che passa il tempo (FIGURA 5).

Si osservi che mentre il trend di medio periodo si stava muovendo lateralmente, quello di lungo periodo si stava ancora muovendo al rialzo. Come abbiamo detto, i trend in genere si muovono gradualmente nel senso che raramente salgono o scendono in modo repentino.

Questo movimento del prezzo dovrebbe confermare il vostro orientamento verso l’acquisto di EUR/USD. Tuttavia, nonostante il vostro orientamento rialzista (cioè il vostro convincimento che la coppia si muoverà al rialzo), fareste meglio a non acquistarla fin quando non avrete visto che il trend di medio periodo inizia a muoversi al rialzo analogamente al trend di lungo periodo. Il passo successivo è quello di esaminare il trend di breve periodo per vedere se sta seguendo la stessa direzione del trend di lungo periodo e di medio periodo.

Trend di breve periodo

È intuitivo che i trend di breve periodo, a volte detti anche microtendenze, reagiscono più prontamente dei trend di lungo e medio periodo perché coprono un arco di tempo più breve. Questi trend sono i più volatili e quelli che risentono maggiormente delle notizie del giorno. Non è un’evenienza rara vederli cambiare direzione con grande rapidità.

Se esaminate questo grafico della coppia EUR/USD, potete vedere che la coppia di valute ha seguito una tendenza ribassista di breve periodo durante l’arco temporale evidenziato: notate la serie di punti di massimo e di minimo decrescenti man mano che passa il tempo (FIGURA 6).

Mentre il trend di breve periodo era ribassista, quello di medio periodo stava ancora seguendo un movimento laterale e quello di lungo periodo stava ancora salendo. È quindi possibile, come in questo caso, che ogni trend si muova in una direzione diversa.

Osservando un simile andamento dei prezzi dovreste arrivare alla conclusione che forse è giunto il momento di modificare la vostra propensione all’acquisto della coppia EUR/USD. Tuttavia, poiché si tratta dell’unico trend di breve periodo, non dovreste abbandonare le vostre convinzioni rialziste nei confronti della coppia EUR/USD.

In questo esempio, i trend di lungo, medio e breve periodo per la coppia EUR/USD sono in conflitto tra loro. In una simile situazione è preferibile rimanere alla finestra e attendere fin quando non sarà possibile allineare i trend dei diversi archi temporali.

Se cerchiamo una conferma alla nostra idea che i grafici non ci danno, attendiamo un momento più propizio. Uno dei peggiori approcci al trading è voler vedere qualcosa che i grafici non mostrano.

Indicatori di trading professionali per MetaTrader 4

L’evoluzione del trading ha portato allo sviluppo di strumenti in grado di analizzare diversi asset contemporaneamente ed individuare in maniera autonoma tutte le opportunità offerte dai mercati. Stiamo parlando di indicatori di trading professionali, veri e propri software programmati per eseguire determinate analisi grafiche in tempo reale individuando i momenti migliori per entrare o uscire dal mercato.

Un aiuto indispensabile per chi non ha le capacità o il tempo di seguire costantemente i mercati, ma che non vuole perdersi le opportunità offerte dai mercati. Sia che si tratti di coppie di valute, indici di borsa, azioni, materie prime o criptovalute, gli indicatori di trading sono in grado di trovare i migliori momenti per acquistare o vendere nel momento giusto.

Qui di seguito trovi quattro tra i migliori indicatori di trading per la piattaforma MetaTrader 4 desktop. Abbiamo racchiuso i quattro indicatori in un unico blocco, il “Pack Indicator”, in modo tale da poter diversificare le strategie e sfruttare tutte le opportunità offerte dai mercati finanziari.

ultimate-pro-indicator

Descrizione:
– Titolo: Ultimate PRO Indicator
– Autore: Dove Investire
– Tipologia: Indicatore per MetaTrader 4
– Disponibilità: Immediata
Contenuto: Ultimate PRO Indicator è un software progettato per la piattaforma MetaTrader 4 ed ha come obbiettivo principale quello di segnalare il momento giusto dell’inizio o la fine di un trend. L’indicatore è ottimizzato per lavorare su valute, azioni, materie prime, indici di borsa, azioni e criptovalute. Time-Frame consigliato 30 minuti, ma offre ottenuti ottimi risalutati anche con time-frame più lunghi.
Ultimate PRO Indicator include una guida in lingua italiana che illustra l’installazione e l’utilizzo.

buy-sell-indicator

Descrizione:
– Titolo: Buy and Sell Indicator V.2.0
– Autore: Dove Investire
– Tipologia: Indicatore per MetaTrader 4
– Disponibilità: Immediata

Contenuto: Buy and Sell Indicator v.2.0 è un indicatore progettato per la piattaforma MetaTrader 4. Il suo obbiettivo è quello di analizzare i mercati in tempo reale fornendo i segnali di acquisto e di vendita sui principali asset finanziari. L’indicatore è stato progettato per operare su azioni, materie prime, indici, valute e criptovalute. Con l’acquisto dell’indicatore è inclusa la guida in lingua italiana che ne spiega l’installazione e l’utilizzo.

intelligent-option-indicator

Descrizione:
– Titolo: Intelligent Option Indicator
– Autore: Dove Investire
– Tipologia: Indicatore per MetaTrader 4
– Disponibilità: Immediata

Contenuto: Intelligent Option Indicator è un sistema composto da una base di ben 14 indicatori che lavorano simultaneamente ed in grado di indicare i momenti migliori in cui fare trading. Tutto estremamente semplice e spiegato in dettaglio negli esempi presenti nel manuale abbinato. L’indicatore è ottimizzato per lavorare con time-frame di breve durata, anche se nel mercato reale è stato in grado di ottenere ottimi risultati con time-frame fino ad 1gg.

binary-option-indicator

Descrizione:
– Titolo: Binary Option Indicator
– Autore: Dove Investire
– Tipologia: Indicatore per MetaTrader 4
– Disponibilità: Immediata

Contenuto: Il Binary Option Indicator è un ottimo sistema composto da bel 6 indicatori che lavorano contemporaneamente generando segnali operativi precisi. Tutto è spiegato in maniera semplice anche grazie alla guida all’installazione ed utilizzo dell’indicatore. Non lasciarti sfuggire questa grande occasione di ricevere due prodotti essenziali ad un prezzo imbattibile!
NB. Può essere utilizzato su tutti gli asset come valute, materie prime, indici di borsa, azioni e criptovalute.

Acquista il Pack Indicator al prezzo scontato di 39€ in meno di 24 ore riceverai via email i 4 indicatori e i manuali in lingua italiana per l’attivazione e l’utilizzo.

paga-con-paypal

I migliori Broker per fare trading

Scegliere il tuo Broker sicuro ed affidabile non è una cosa così facile! Se non hai esperienza nel mondo del trading e ti stai chiedendo quale sia il miglior Broker per iniziare, qui di seguito è presente una tabella di confronto con i migliori Broker italiani ed europei in termini di affidabilità, strumenti, servizi e supporto.

Se hai delle domande o vuoi un aiuto sulla scelta del Broker più adatto alle tue esigenze, contatta la redazione di Dove Investire, saremo pronti a risponderti nel più breve tempo possibile.

Broker Caratteristiche Inizia
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Guida Forex per principianti

Una pratica guida per muovere i primi passi nel mondo del trading, come fare forex online per chi è alle prime armi, con consigli, guide e strategie operative da mettere in pratica da subito.

Il forex è il più grande mercato al mondo, per fare trading con successo devi conoscerlo. Con la nostra guida gratuita potrai conoscere le basi necessarie per iniziare nel modo giusto. All’interno dell’ebook sono presenti una serie di strategie da mettere in pratica da subito.

GUIDA FOREX PER PRINCIPIANTI

Valutazione dell’articolo


FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
Plus500 Licenza ‎ASiC, CySEC, FCA
Il fornitore più quotato di CFD
Piattaforma WebTrader
apri ora
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Markets.com CySEC, FSCA, FCA e ASIC
Tecnologie all’avanguardia
Strumenti di trading
apri ora
Roinvesting Licenza CySEC
Demo gratuita
MetaTrader 4 e App Mobile
apri ora
GKFX Licenza MFSA, Consob
Fondi dei clienti protetti
Segnali di trading in piattaforma
apri ora
101investing Licenza CySEC
Sconto sullo swap fino al 50%
Piattaforma MT4 e Mobile
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 74 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Linee di tendenza nell’analisi tecnica. Come identificarle e come usarle

Nel trading online riuscire ad identificare le tendenze del mercato può generare ottimi profitti. In questa pagina trovi la guida su come identificarle linee di tendenza e come usarle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.