1000 euro sono sufficienti per iniziare a fare trading?

Se puoi iniziare a fare trading con successo con soli 1000 euro dipende in gran parte dagli strumenti che desideri negoziare. È possibile negoziare alcuni strumenti finanziari come il Forex con 1000 euro o meno. Ma la vera domanda è se sia fattibile iniziare una carriera nel trading con una cifra così piccola. Come accennato in precedenza, in alcuni casi è possibile e in alcuni casi non ha senso fare trading con una quantità così piccola di denaro. Cerchiamo di capire questi scenari in dettaglio.

Tipologie di trading

Prima di procedere ad esaminare se è possibile fare trading con 1000 euro, diamo una rapida occhiata al trading stesso.

Chiunque voglia iniziare questa attività sa che l’obbiettivo primario per chi fa trading è l’acquisto e la vendita di strumenti finanziari/titoli con l’obbiettivo ottenere un profitto. Non si sono certezze di risultato, tutto dipende da una serie di fattori che includono capacità, controllo psicologico e strategie operative utilizzate dai trader.

Ci sono diversi modi per fare trading. Alcuni di loro sono:

Day trading

Nel day trading, i trader cercano di guadagnare dalla volatilità intraday e in genere chiudono le loro operazioni entro un giorno.

Swing trading

Nello swing trade, i trader cercano di cogliere le opportunità derivanti dalle oscillazioni del mercato e generalmente mantengono le loro operazioni per alcuni giorni o settimane.

Position trading

Qui, i trader cercano di catturare le tendenze del mercato e cercano di guadagnare profitti mantenendo operazioni per periodi che vanno da settimane a mesi.

Per essere redditizio, devi avere un vantaggio sul mercato e il minimo dei grandi numeri deve funzionare a tuo favore. Ma allora, cos’è esattamente un vantaggio? In parole povere, un vantaggio è quando si dispone di una serie di regole di trading che generano un’aspettativa positiva nel tempo.

L’aspettativa può essere indicata come:

(Percentuale di vincita * Vincita media) – (Percentuale di perdita * Perdita media) – (Commissione + slippage)

Se ottieni un’aspettativa positiva dopo 100 operazioni, probabilmente hai un vantaggio nei mercati. Tuttavia, avere un vantaggio non è sufficiente, devi lasciare che la legge dei grandi numeri lavori per te.

La legge dei grandi numeri e la sua importanza

È una formula che spiega il risultato dell’esecuzione dello stesso esperimento molte volte. La legge dei grandi numeri stabilisce che la media dei risultati ottenuti da molte prove dovrebbe essere vicina al valore atteso e tenderà ad avvicinarsi con un numero maggiore di prove.

Teoria della probabilità

La teoria della probabilità afferma che i risultati sono casuali nel breve periodo ma saranno più vicini ai risultati attesi nel lungo periodo. Significa che, nonostante il tuo vantaggio sul mercato, puoi aspettarti di perdere nelle prossime operazioni. Tuttavia, dopo 100 operazioni, puoi aspettarti di essere più vicino alla tua aspettativa positiva.

Gestione del rischio

Quindi, questo significa che con il margine di trading e la legge della probabilità che funzionano per te, puoi aspettarti di vincere di più? Generalmente, i risultati saranno casuali nel breve periodo e significa che dovrai affrontare serie di sconfitte. Se perdi il 50% del tuo capitale, dovrai guadagnare più del 100% per raggiungere il pareggio. Altrimenti rischi la rovina.

Una rigorosa gestione del rischio è il modo migliore per uscirne. Significa che non dovresti rischiare più dell’1 – 2% del tuo conto su ogni operazione. Seguendo questa regola di gestione del rischio, preverrai il rischio di rovina. Ma una dimensione del conto di 1000 euro limita la tua opzione per negoziare diversi tipi di strumenti finanziari.

Vediamo come:

Prendiamo il caso delle azioni, dove la dimensione minima è di 100 azioni con un costo di transazione di 50 euro per andata e ritorno/acquisto e vendita. Come puoi vedere, la transazione stessa costa più del tuo rischio per operazione (secondo la regola di rischiare solo l’1% del tuo conto per operazione).

Qui il costo della transazione stesso ammonta fino al 5% del tuo ritorno anche prima di iniziare a fare trading. Se effettui 40 operazioni all’anno, avrai bisogno di un rendimento del 200% solo per raggiungere il pareggio. Significa che 1000 euro non sono sufficienti per iniziare a fare trading in azioni.

Futures

Prendiamo ora il caso dei Futures, dove la dimensione minima è 1 lotto con un costo di transazione di 10 euro per andata e ritorno. Anche in questo caso, i costi di transazione consumano l’1% dei tuoi rendimenti anche prima di iniziare a fare trading. Se scambi 40 operazioni all’anno, avrai bisogno di un rendimento del 40% per raggiungere il pareggio. Pertanto, il trading di future con un importo di 1000 euro non è fattibile.

Forex

Prendiamo il caso del Forex, dove la dimensione minima è di 1000 unità con un costo di transazione medio di 3 pips (che si aggira intorno ai 30 centesimi). Come puoi vedere, questa è solo una frazione del tuo rischio per operazione. Il tuo commercio ha bisogno di uno stop loss di 50 pips. Poiché ogni pip vale dieci centesimi, il rischio qui equivale a 5 euro. Se aggiungiamo il costo della transazione di 30 centesimi, il totale arriva a 5,3 euro. Questo è molto meno del rischio di 10 euro che puoi assumere sul tuo commercio.

Significa che il trading sul Forex con un importo di 1000 euro è fattibile.

C’è un modo semplice per sapere se lo strumento che desideri negoziare è sicuro da negoziare. Segui i passaggi seguenti:

  • Calcola l’importo che perderai se vieni interrotto dal tuo commercio
  • Calcola il tuo costo di transazione
  • Aggiungi le due cifre e se è inferiore all’1% del tuo conto di trading puoi scambiare lo strumento. In caso contrario, è meglio starne alla larga.

Quanto è possibile guadagnare facendo trading con 1000 euro?

Una delle domande più comuni che potresti avere in mente è ‘Quanto è possibile guadagnare con 1000 euro?‘.

Sebbene le persone si aspettino rendimenti esponenziali, la verità è che hai bisogno di soldi per fare soldi – questo è particolarmente vero nel trading. Ad esempio, se hai un’operazione redditizia con un rendimento medio del 15% all’anno, 1000 euro ti faranno guadagnare 150 euro. Allo stesso modo, un conto da 10.000 ti farà guadagnare 1500 euro e un conto da 100.000 euro ti darà 15.000 euro. Quindi, più investi, maggiore è il tuo profitto. In breve, maggiore è il rischio, maggiore è il rendimento.

Pensieri finali

Le persone spesso dimenticano che il trading è più di un semplice acquisto e vendita casuale. Per avere successo con il trading e per guadagnare, dovresti capire il tuo vantaggio di mercato e il basso dei grandi numeri. Sei destinato ad affrontare serie di sconfitte, ma una corretta gestione del rischio può prevenire il rischio di rovina. Devi seguire rigorosamente la linea guida di non rischiare più dell’1% del tuo conto su ogni operazione.

Parlando realisticamente, il Forex è il mercato più (e forse unico) possibile per iniziare a fare trading con 1000 euro, anche questo, se segui un’adeguata gestione del rischio. Tutti gli altri mercati hanno un costo di transazione più elevato e una dimensione minima maggiore che rende impossibile iniziare un’operazione con 1000 euro.

Ti potrebbe interessare:

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Avviso esplicito sui rischi: non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. La negoziazione sui mercati finanziari è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Tutti i prezzi e i segnali di acquisto/vendita sono indicativi e non adeguati ai fini di negoziazione, inoltre, non sono forniti da un cambio, ma piuttosto dai market maker, quindi potrebbero non essere precisi e possono differire dal prezzo effettivo di mercato. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali nelle quali si potrebbe incorrere come conseguenza dell’utilizzo di questi dati. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Tutte le informazioni sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. Si declina ogni responsabilità per qualsivoglia informazione esposta in questa pubblicazione. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

FORMAZIONE Trading a 360°. Scarica GRATIS i nuovi EBOOK sul TRADING!

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza FCA, Consob
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
Capixal Licenza CySEC
Piattaforma MT4 e Mobile
Oltre 350 CFD disponibili
apri ora
eToro Licenza CySEC, FCA
Social Trading
Protezione dei fondi
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 67 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Mercato Forex in attesa delle decisioni delle banche centrali

Sul mercato Forex continua a prevalere una situazione di trading range e volatilità decisamente ridotta, mentre ci avviciniamo alle decisioni delle banche centrali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.