Cos’è Lightning Network in Bitcoin e come funziona?

Il Lightning Network è un layer 2 aggiunto alla blockchain di Bitcoin (BTC) che consente transazioni off-chain, ovvero transazioni tra parti non sulla rete blockchain. Più canali di pagamento tra parti o utenti Bitcoin costituiscono il layer 2.

Un canale Lightning Network è un metodo di transazione tra due parti in cui le parti possono effettuare o ricevere pagamenti l’una dall’altra. Il layer 2 migliora la scalabilità delle applicazioni blockchain gestendo le transazioni al di fuori della rete principale blockchain (layer 1), pur beneficiando del potente paradigma di sicurezza decentralizzata della rete principale.

La scalabilità è una barriera significativa che limita l’adozione diffusa delle criptovalute. Se ridimensionata correttamente, una rete blockchain può gestire da milioni a miliardi di transazioni al secondo (TPS). In questo contesto, Lightning Network addebita commissioni basse effettuando transazioni e regolando off-chain, consentendo nuovi casi d’uso come i micro-pagamenti istantanei in grado di risolvere il tradizionale enigma “puoi comprare caffè con criptovalute“, velocizzando i tempi di elaborazione e riducendo le spese (costi energetici) associati alla blockchain di Bitcoin.

Tuttavia, Lightning Network fatica ancora a risolvere il problema e introduce anche vari problemi come tariffe di routing basse e attacchi dannosi. Ad esempio, è richiesta una piccola commissione sia per aprire che per chiudere un canale di pagamento. Oltre a queste piccole commissioni ci sono le commissioni di instradamento che vanno verso i nodi che stanno convalidando le transazioni.

Ora, prima di scoprire in dettaglio come funziona Lightning Network e quali sono i pro e contro, devi sapere che puoi acquistare, detenere e vendere criptovalute in modo sicuro attraverso il primo exchange di criptovalute tutto italiano CryptoSmart. Ne parleremo anche in seguito, per ora puoi visitare il sito ufficiale www.cryptosmart.it per conoscere tutti i servizi proposti, inclusa la possibilità di usare Bitcoin e altre criptovalute nella economia reale grazie CryptoSmart Market.

Come funziona Lightning Network?

Questo protocollo consente la creazione di un canale di pagamento peer-to-peer tra due parti, come tra un cliente e un esercizio commerciale per esempio. Una volta stabilito, il canale consente loro di inviare una quantità illimitata di transazioni quasi istantanee e poco costose. Funge da piccolo registro per consentire agli utenti di pagare beni e servizi ancora più piccoli come il caffè senza influire sulla rete Bitcoin.

Per creare un canale di pagamento, il pagatore deve bloccare una certa quantità di Bitcoin nella rete. Una volta che il Bitcoin è bloccato, il destinatario può fatturarne gli importi come meglio crede. Se il cliente desidera mantenere aperto il canale, può scegliere di aggiungere Bitcoin in modo coerente.

Utilizzando un canale Lightning Network, entrambe le parti possono effettuare transazioni tra loro. Rispetto alle normali transazioni sulla blockchain di Bitcoin, alcune transazioni vengono gestite in modo diverso. Ad esempio, quando due parti aprono e chiudono un canale, vengono aggiornate solo sulla blockchain principale.

Le due parti possono trasferire fondi tra di loro indefinitamente senza comunicarlo alla blockchain principale. Poiché tutte le transazioni all’interno di una blockchain non devono essere approvate da tutti i nodi, questa strategia accelera notevolmente i tempi di transazione. I nodi Lightning Network in grado di instradare le transazioni sono formati combinando i singoli canali di pagamento tra le parti interessate. Pertanto, il Lightning Network è il risultato di molti sistemi di pagamento collegati tra loro.

Alla fine, quando le due parti decidono di terminare la transazione, possono chiudere il canale. Tutte le informazioni del canale vengono quindi consolidate in un’unica transazione, che viene inviata alla rete principale di Bitcoin per la registrazione. Il consolidamento garantisce che dozzine di piccole transazioni spammano la rete contemporaneamente, semplificandole in un’unica transazione che richiede meno tempo e fatica per la convalida dei nodi. Senza canali di pagamento, le transazioni più piccole ostacolano quelle più grandi, congestionando la rete e aggiungendone altre per la convalida dei nodi.

Ad esempio, supponiamo che Marco vada ogni giorno in una caffetteria locale e voglia pagare in Bitcoin. Potrebbe scegliere di effettuare una piccola transazione per ogni tazza di caffè, ma a causa dei problemi di scalabilità di Bitcoin, la convalida della transazione può richiedere più di un’ora. Marco dovrà anche pagare le commissioni elevate della rete Bitcoin, anche se sta effettuando una piccola transazione. Le piccole transazioni funzionano con i metodi di pagamento tradizionali come una carta perché aziende come Visa hanno l’infrastruttura per elaborare più di 24.000 TPS. Al contrario, Bitcoin, in un giorno normale, può convalidare sette TPS.

Con Lightning Network, Marco può aprire un canale di pagamento con la caffetteria. Ogni acquisto di caffè viene registrato all’interno di quel canale e il negozio viene comunque pagato. La transazione è economica o addirittura gratuita, oltre che istantanea. Quindi, quando il Bitcoin che ha avviato il canale è esaurito, Marco può scegliere di chiudere il canale o riempirlo. Quando un canale viene chiuso, tutte le sue transazioni verranno quindi registrate sulla blockchain principale di Bitcoin.

Lightning Network crea un contratto intelligente tra due parti. Le regole dell’accordo sono codificate nel contratto al momento della creazione e non possono essere violate. Il codice del contratto intelligente garantisce inoltre che l’adempimento del contratto sia automatico, poiché i contratti vengono inizialmente stipulati con requisiti preimpostati con cui tutte le parti partecipanti concordano. Una volta soddisfatti questi requisiti, come quando un cliente paga l’importo corretto per un caffè, il contratto si adempie automaticamente senza il coinvolgimento di terzi. Lightning Network rende anonime le transazioni all’interno di un canale di pagamento una volta convalidate. Tutto ciò che chiunque può vedere è il trasferimento totale di valore, non le singole transazioni al suo interno.

È del tutto possibile condurre transazioni senza alcuna restrizione al di fuori della blockchain. Ci si può fidare delle transazioni fuori catena per far rispettare la blockchain, considerando che finiscono sulla rete principale una volta chiusi i canali di pagamento. Il mainnet è l’arbitro di tutte le transazioni. Sebbene i protocolli off-chain abbiano il proprio libro mastro, quel libro mastro si integra sempre nella catena principale, che è il fulcro del design di Lightning Network. Solo se c’è una catena principale da costruire, possono esistere protocolli fuori catena.

Pro di Lightning Network

Gli ovvi vantaggi di Lightning Network sono le transazioni più rapide ed economiche, che consentono micro-pagamenti in un modo che non era mai stato possibile prima. Senza Lightning Network, gli utenti dovrebbero pagare commissioni elevate per una semplice transazione e quindi attendere un’ora o più per la convalida. Tempi di attesa più lunghi si verificano per transazioni più piccole, poiché i miner scelgono di convalidare transazioni più grandi perché guadagnano ricompense maggiori per farlo.

La rete Lightning è collegata alla blockchain di Bitcoin, esistente come livello sopra di essa. La connessione significa che Lightning Network beneficia ancora dei protocolli di sicurezza di Bitcoin. Gli utenti possono quindi scegliere la blockchain principale per le transazioni più grandi e passare a quella off-chain di Lightning Network per quelle più piccole senza preoccuparsi della sicurezza. I canali di pagamento di Lightning Network forniscono anche transazioni private, poiché gli spettatori non possono dare un’occhiata a ogni singola transazione, ma solo al pacchetto complessivo.

Contro di Lightning Network

È necessario acquisire un portafoglio compatibile con Lightning Network per sfruttarlo effettivamente. Mentre trovare un portafoglio che funzioni con Lightning Network è facile, un utente deve finanziarlo da un tradizionale portafoglio Bitcoin. La transazione iniziale dal portafoglio tradizionale al portafoglio Lightning Network costa una commissione, quindi gli utenti stanno perdendo alcuni Bitcoin per interagire con il protocollo. Dopo che i fondi sono nel portafoglio Lightning Network, gli utenti devono bloccare i propri Bitcoin per creare un canale di pagamento.

L’invio di Bitcoin tra portafogli può essere fastidioso e costoso, il che è scoraggiante per i nuovi utenti. Detto questo, alcuni portafogli possono gestire pagamenti sia on che off-chain senza pagare commissioni, ed è probabile che la comodità migliori nel tempo.

Se uno dei partecipanti al canale di pagamento decide di prelevare dei fondi, deve chiudere attivamente un canale e ricevere indietro quel Bitcoin prima di utilizzare i fondi. Non è possibile tirare fuori un po’ di soldi e lasciare il canale aperto, per esempio. Anche la chiusura o l’apertura di un canale di pagamento richiede che entrambe le parti partecipanti effettuino una transazione iniziale denominata commissione di instradamento. Sebbene l’apertura di un canale sia semplice, tutti questi pagamenti extra rendono il processo più costoso di quanto molti potenziali utenti si preoccuperanno.

Uno dei maggiori problemi con Lightning Network, tuttavia, sono le truffe delle transazioni offline. Se un partecipante a un canale di pagamento sceglie di chiuderlo mentre l’altra parte è offline, il primo può rubare i fondi. Quando quest’ultima parte finalmente arriva online, è troppo tardi per fare qualsiasi cosa. Il truffatore può semplicemente rimanere offline senza alcun modo per contattarlo.

Inoltre, Lightning Network soffre di bug come pagamenti bloccati, che sono transazioni in uscita che non vedono la verifica. La rete Bitcoin rimborserà un pagamento bloccato, ma possono essere necessari giorni per l’acquisizione, poiché le transazioni valide vedono più priorità di quelle bloccate quando si tratta di verifica.

Infine, anche se Lightning Network risolve tutti i suoi problemi, c’è ancora il caso dei regolatori. Le autorità di regolamentazione potrebbero avere difficoltà a comprendere Lightning Network a sufficienza per emanare una legislazione adeguata. Se le autorità di regolamentazione hanno difficoltà, anche gli utenti crittografici tradizionali potrebbero avere difficoltà a utilizzare Lightning Network. Anche se le autorità di regolamentazione comprendono il protocollo, potrebbero non consentire la rete Lightning a causa del suo anonimato. Le transazioni anonime potrebbero spaventare i legislatori, considerando che possono vedere una transazione finalizzata solo dopo che un utente ha chiuso il proprio canale di pagamento, non le singole transazioni effettuate all’interno di un canale.

Il futuro di Lightning Network

Fortunatamente per Lightning Network, tuttavia, l’adozione è in aumento. Secondo DappRadar, ci sono oltre 110 milioni di dollari in Bitcoin bloccati nella rete Lightning. Potrebbero essere persone che pagano beni e servizi, utilizzano app, giochi d’azzardo e altro ancora.

Alcune app sono vitali per l’utilizzo della rete, come i portafogli compatibili con Lightning Network. Considerando che Lightning Network è un protocollo separato dalla rete principale di Bitcoin, richiede un diverso tipo di portafoglio in modo che gli utenti possano creare canali di pagamento. Le persone non possono utilizzare Lightning Network senza portafogli ottimizzati. Se l’adozione di Lightning Network continua a crescere, il settore può aspettarsi che più sviluppatori di portafogli integrino il supporto di Lightning Network. Gli utenti dedicati possono anche diventare un nodo, velocizzando i tempi di transazione di Lightning Network.

Vale anche la pena notare che lo sviluppo su Lightning è stato ampliato per funzionare come soluzione di livello due su vari progetti. Anche gli exchange di criptovaluta come Cryptosmart stanno iniziando a supportare il protocollo, portando Lightning Network a quanti più utilizzatori possibile. Gli exchange che integrano Lightning Network consentono agli utenti di prelevare quantità minori di Bitcoin in modo economico e istantaneo (anche quando Bitcoin è congestionato). Senza Lightning Network, gli utenti potrebbero soffrire di commissioni di transazione elevate e tempi di attesa dovuti alla tecnologia tradizionale di Bitcoin.

In Lightning Network sono stati introdotti anche Watchtowers (torre di guardia), un servizio di protezione di terze parti composto da vari nodi specializzati. Alcuni nodi vanno offline di tanto in tanto, lasciando i loro canali di pagamento aperti alle truffe delle transazioni offline. Invece di lasciare il proprio canale incustodito, un partecipante può pagare una piccola quota a una torre di guardia e fornire un significante relativo alla transazione del canale. La torre di guardia utilizza il significante per identificare il canale dell’utente tra tutti gli altri e lo tiene d’occhio.

Se la Watchtowers rileva attività dannose, come la parte avversaria che tenta di chiudere il canale di pagamento, congelerà automaticamente i fondi e li rimborserà all’utente offline. La torre di controllo penalizzerà anche la parte malintenzionata rimuovendo i suoi fondi dal canale.

Informazioni sull’exchange di criptovalute Cryptosmart

Sono numerosi gli Exchange di criptovalute, i più famosi Binance e Coinbase sono utilizzati da migliaia di utenti ogni giorno, ma come utente italiano, una ottima alternativa è CryptoSmart (sito ufficiale www.cryptosmart.it).

CryptoSmart è il primo Exchange di criptovalute italiano; La società è stata fondata dagli imprenditori italiani Alessandro Frizzoni, Alessandro Ronchi, Claudio Baldassarri, Massimo Zamporlini e Alice Ubaldi che hanno già fondato con successo Aria Spa ricevendo da investitori oltre 100 milioni di euro e Go internet quotata presso AIM Borsa italiana.

Cryptosmart è un exchange 100% italiano (soci, società e regolamentazione) iscritto all’OAM (Registro operatori di vlaute virtuali) che ha l’obiettivo di consentire sia ai professionisti che a persone comuni al primo approccio col mondo delle criptovalute di comprare, vendere, depositare e trasferire criptovalute, token e asset digitali.

Oltre alla facilità e alle sicurezza di acquistare e detenere criptovalute su questo Exchange, Cryptosmart la funzione di «custodial wallet» cioè detiene la chiave privata al posto dell’utente, quest’ultimo non deve indicare l’ammontare delle criptovalute nel quadro RW della dichiarazione dei redditi.
I redditi derivanti dall’attività di staking hanno natura di redditi di capitale e se l’utente detiene il wallet presso Cryptosmart sono soggetti ad una tassazione del 26% a titolo di acconto. Ne deriva, pertanto, che l’utente trova accreditate le ricompense dell’attività di staking direttamente sul suo wallet detenuto presso Cryptosmart al netto dell’imposta del 26%. Entro il 30 giugno di ogni anno Cryptosmart invierà all’utente il fac-simile dei quadri interessati del modello 730 e/o Redditi già compilati, da consegnare al CAF o al professionista di fiducia al fine di inserire i proventi da staking nella propria dichiarazione dei redditi e recuperare le ritenute subite.

C’è un po’ di confusione per quanto riguarda le tasse sulle criptovalute, e affidarsi ad un Exchange che si comporta come sostituto di imposta è un valore senza prezzo per gli investitori.

Per ultimo, ma non da meno, Cryptosmart offre un’assistenza 24h su 24 e 7gg su 7 in lingua italiana via chat, e-mail e telefonica per qualsiasi problematica operativa. I consulenti di Crytosmart sono inoltre in grado di assistere il cliente per qualsiasi chiarimento di carattere fiscale e altro.

Per avere ulteriori informazioni o aprire un conto su CryptoSmart per acquistare le tue prime criptovalute, visita il sito www.cryptosmart.it

Resta aggiornato sulle nostre notizie

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite Doveinvestire su Google News, Facebook, Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Per restare aggiornati sulle notizie pubblicate sul nostro portale attiva le notifiche dal pulsante verde in alto (Seguici) o iscriviti al nostro canale Telegram di Dove Investire

Disclaimer: L’opinione qui espressa non è un consiglio di investimento, ma viene fornita solo a scopo informativo. Non riflette necessariamente l’opinione di doveinvestire.com. Ogni investimento e ogni trading comporta dei rischi, quindi dovresti sempre eseguire le tue ricerche prima di prendere decisioni. Non consigliamo di investire denaro che non puoi permetterti di perdere. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali perdite o danni commerciali a causa di affidamento sulle informazioni contenute all’interno di questo sito, compresi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. Il testo riportato non costituisce attività di consulenza da parte di Dove Investire né, tanto meno, offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Le informazioni ivi riportate sono di pubblico dominio e sono considerate attendibili, ma il portale Dove Investire non è in grado di assicurarne l’esattezza. Si invita a fare affidamento esclusivamente sulle proprie valutazioni delle condizioni di mercato nel decidere se effettuare un’operazione finanziaria e nel valutare se essa soddisfa le proprie esigenze. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa.

I migliori Broker Forex CFD selezionati da Dove Investire

Broker Caratteristiche Inizia
ActivTrades Licenza Consob, FCA, CSSF
Protezione conto clienti
Formazione e affidabilità
apri ora
XTB Licenza FCA, CySEC, KNF
Piattaforma professionale
Affidabilità e supporto
apri ora
IG Licenza FCA, BaFin, Consob
Oltre 45 anni di esperienza
Trading su CFD e Turbo24
apri ora
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Tra il 62 e l’89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre questo alto rischio di perdere il tuo denaro.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti su indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Criptovalute da acquistare durante questo crollo dei mercati

È un momento difficile per gli investitori in generale, ma possono trovare sollievo acquistando queste criptovalute costruendo un portafoglio a lungo termine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.