Home / Notizie Economiche / La Cina è la seconda economia al mondo

La Cina è la seconda economia al mondo

Ormai giornali, televisione parlano tutti della Cina. Nel secondo trimestre del 2010 la Cina supera il Giappone e si afferma come seconda economia al mondo.
La notizia viene riportata dal Wall Street Journal che sottolinea l’importanza dell’evento visto che nessuna economia emergente aveva mai raggiunto tali risultati. Il pil giapponese è risultato pari a 1.288 miliardi di dollari, mentre quello cinese ha raggiunto i 1.339 miliardi di dollari. Il prossimo sorpasso, quello sugli Usa, è previsto nel 2027.

La Cina supera il Giappone
Almeno questa è la previsione della Goldman Sachs, una delle più grandi e affermate banche d’affari del mondo. Bruce Kasman, capo economista di JPMorgan Chase sostiene che questo sorpasso, avvenuto nel secondo trimestre, lascia sottintendere che ci siano buone possibilità che la Cina batta il Sol Levante anche su base annuale. “Si tratterebbe di un risultato storico, una pietra miliare: è impressionante il fatto che la Cina sia riuscita a mantenere elevati tassi di crescita anche quando molti paesi si trovavano ad affrontare tempi duri”, osserva Kasman.

FAI TRADING IN MODO SICURO

www.trade.com

Scegli il Broker numero UNO per il trading su Forex, Azioni, Materie Prime e CFD!
Iscriviti e ricevi subito €25* per iniziare a fare trading.

Una volta che i dati definitivi per il 2010 saranno diffusi, “molti economisti si attendono che la Cina sorpassi il Giappone come seconda economia al mondo. Il gap fra i 5.000 miliardi di dollari dell’economia cinese e i quasi 15.000 miliardi di dollari di quella americana resta ampio, e anche mantenendo gli attuali tassi di crescita – spiega il Wall Street Journal – ci vorranno almeno dieci anni o più per Pechino per raggiungere gli Stati Uniti”.

La Cina solo 10 anni fa era la settimana potenza economica, poi ha superato la Germania e nel 2007 Pechino ha conquistato il terzo posto. Per il 2010 gli analisti si attendono per la Germania il quarto posto, il quinto per la Francia, il sesto per il Regno Unito. Al settimo posto l’Italia seguita all’ottavo dal Brasile.


Promozione Dove Investire: Apri un conto e ricevi gratis l'ebook

Notifiche di trading

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *