Home / Notizie Economiche / Cosa cambia sulla tassazione delle rendite finanziarie

Cosa cambia sulla tassazione delle rendite finanziarie

Dopo un anno pieno di difficoltà per gli investimenti in borsa, ci mancava pure il fisco a funestare un anno finanziario già assai difficile per l’investitore. Tra qualche giorno cambierà la tassazione delle rendite finanziarie e saranno tassati più di quanto avviene ora gli interessi sulle obbligazioni, i dividendi e le plusvalenze su azioni e fondi di investimento quotati in Borsa.

Fino al 31 dicembre il regime finanziario prevede due aliquote fiscali. Sugli interessi sui conti correnti, conti di deposito e obbligazioni con scadenze inferiori ai 18 mesi si paga il 27%.
Sono invece tassati al 12,5% gli interessi sulle obbligazioni con scadenze superiori ai 18 mesi, gli interessi sui titoli di Stato, i dividendi e le plusvalenza su azioni e fondi di investimento quotati in Borsa.

Sul fronte bolli, fino a luglio di quest’anno sul deposito titoli pagavamo tutti, indipendentemente dalla taglia del nostro patrimonio, un’imposta di 34,2 euro.

Da luglio 2011 il Fisco ha deciso di mettere le mani e pesantemente nelle tasche degli italiani, aumentando il costo del deposito titoli e dal prossimo anno ci sarà l’aumento della tassazione delle rendite finanziarie.
Il costo del deposito titoli aumenta e non di poco. Chi ha di più pagherà di più in valore assoluto ma non in valore percentuale. E sul fronte delle nuove aliquote fiscali gli unici strumenti che saranno graziati sono i titoli di stato emessi da Tesoro italiano e da altri Stati inclusi nella White List, i titoli di risparmio per l’economia meridionale, le forme di previdenza complementare e i buoni fruttiferi postali.

FAI TRADING IN MODO SICURO

www.trade.com

Scegli il Broker numero UNO per il trading su Forex, Azioni, Materie Prime e CFD!
Iscriviti e ricevi subito €25* per iniziare a fare trading.

Dal 1 gennaio 2012 il Fisco apporterà sostanziosi rincari sulle tasse che dovranno pagare i possessori di molti strumenti finanziari nel momento in cui questi genereranno interessi o guadagni in conto capitale. Con questa manovra il Fisco ha deciso di modificare le aliquote di tassazione delle rendite finanziarie. Vale a dire dei proventi realizzati dalle persone fisiche per interessi su titoli, depositi e conti correnti, per dividendi da azioni e partecipazioni sociali “non qualificate” e da capital gain su partecipazioni, titoli e strumenti finanziari, anche attraverso gestioni individuali e collettive.
Le nuove aliquote fiscali entreranno in vigore con l’anno nuovo e prevedono per molte attività finanziarie sostanziosi rincari.

Tra quelle detenute dalle famiglie italiane le azioni, le obbligazioni e i fondi subiranno i maggiori rincari. Mentre le altre forme di investimento tra cui i titoli di stato, i certificati di deposito, i depositi bancari , i fondi pensione, e forse le polizze vita e beneficeranno di una minore aliquota fiscale o manterranno invariata l’attuale aliquota fiscale.


Promozione Dove Investire: Apri un conto e ricevi gratis l'ebook

Notifiche di trading

Ti potrebbe interessare:

Dove investire oggi; i migliori investimenti sicuri e redditizi

E' possibile investire sicuri e allo stesso tempo avere alti interessi? Chi non sogna di trovare un investimento sicuro che possa garantire un buon ritorno economico?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *