Home / Finanza Personale / Servizi bancari / Consigli per la scelta del conto corrente che più adatto

Consigli per la scelta del conto corrente che più adatto

Come ormai risaputo la Manovra Monti ha fissato a mille euro il limite massimo per l’utilizzo del denaro contante. Questo limite ha favorito molto le banche che ha visto crescere il numero dei suoi clienti.Visti questi provvedimenti vogliamo dare alcuni consigli per chi deve aprire un conto corrente.

Per l’apertura di un conto corrente il procedimento è semplice e può essere portato a termine presso qualunque istituto oppure attraverso i conti correnti online, anche sul web.

Quello che va considerato e da prestare con attenzione è nel comprendere chiaramente tutti i costi che un conto comporta.

Il consiglio è quello di leggere con la massima attenzione i fogli informativi relativi al conto. Dubitare dei conti a costo zero in quanto è difficile che questi prodotti non prevedono alcuna spesa.

Per capire il costi relativi ad un conto, la banca deve comunicare al cliente l’ISC (Indicatore Sintetico di Costo). L’ISC è un indicatore che in una sola cifra riassume i costi orientativi di un conto corrente.
Con questo valore è utile per la scelta del conto corrente che più adatto alle nostre esigenze.

IL TRADING DI NUOVA GENERAZIONE

Investire sui mercati finanziari non è mai stato cosi facile. Scoprilo oggi!
Bonus di 25€* senza alcun deposito richiesto
(T&C applicati)

Una delle spese fisse che si deve fare i conti è l’imposta di bollo, inserita recentemente dalla Manovra Monti. Infatti dal primo gennaio 2012 sono esentati dal pagamento del bollo tutti quei correntisti la cui giacenza media annua sia inferiore ai 5000 euro, mentre per i conti correnti con giacenza superiore non ha subito alcuna variazione ed è pari a 34,2 euro.

Altre spese sono invece derivate dalle comunicazioni che avvengono tramite posta tradizionale, che sono tutte a carico del destinatario. Per limitare tali costi è possibile comunicarlo alla banca che sostituirà tale servizio con quello telematico. Attraverso posta elettronica o una pagina personale, il correntista potrà tenere sotto controllo in qualsiasi momento il proprio conto corrente.

Ulteriori spese relative al conto corrente possono essere derivate dalla presenza del canone fisso. Non tutte le banche lo applicano e per questo è consigliabile informarsi in precedenza.
Normalmente il canone include solo determinate operazioni come: operazioni effettuate allo sportello; libretti d’assegni; operazioni effettuate con carta di credito o bancomat.

Per concludere, consigliamo a tutti di valutare bene la scelta del conto e della banca. Su internet si possono trovare facilmente strumenti per il confronto e con pochi click si può ottenere un facile risparmio.
Per ottenere un risparmio subito, ti consiglio di leggere l’articolo “Essere infedeli con la banca conviene
Fonte: tuttogratis.it


Consigliato

Dove Impara ad investire con i CDF. Richiedi la guida al trading di successo.
Scarica GRATIS l'ebook!

ebook  trading

Ti potrebbe interessare:

Conti correnti online, la migliore soluzione per parcheggiare i propri soldi

I conti correnti online sono un ottima soluzione per depositare liquidità, e anche se presentano alcuni svantaggi, i loro vantaggi le rendono per molti motivi indispensabili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *