Home / Finanza Personale / Risparmio / Pannelli solari: facciamo due conti in tasca

Pannelli solari: facciamo due conti in tasca

Affrontando il tema del risparmio, non si può non parlare dei pannelli solari. La prima domanda che ci pone quando si considera la possibilità di installare a casa dei pannelli fotovoltaici è la resa e la spesa iniziale che ci dovrà sostenere.

Possiamo iniziare a dire che un impianto fotovoltaico medio, di 3Kw, consente di risparmio indicativamente tra i 2000 euro ai 3000 euro l’anno.

Ma quanto costa un impianto a pannelli solari? In media potrebbe costare dai 6000 agli 7000  euro euro al KWp.
Questo si traduce che per un impianto da 3Kw il prezzo intrinseco è di circa 18000 euro.

Per capire la resa e il tempo necessario per ammortizzare la spesa, analizziamo i vari punti:

Conto Energia garantisce un premio per la produzione di circa 2000 euro l’anno, per una durata di 20 anni. Il risparmio energetico annuale sulla bolletta si può calcolare circa di 1000 euro.
Se facciamo un totale tra la produzione e il risparmio, in un anno si possono recuperate fino a 3000 euro., che si traduce in un recupero in soli 6 anni.

Vista questa prospettiva, non c’è nulla di più semplice. Ma questi conti sono da considerare se l’impianto viene pagato in contanti. Le cose cambiano se per l’acquisto si sceglie un finanziamento.

Prendendo per esempio il miglior finanziamento per il fotovoltaico per un importo di 18.000 euro, la rata annuale a 2500 euro per una durata di 15 anni. In questi anni 2000 euro li fornisce Conto Energia, gli altri 500, mancanti alla rata vanno aggiunti di tasca ma pensando che con questi si avrebbe dovuto comunque pagare le bollette. Dopo i primi 15 anni, sono rimasti altri 5 coperti dagli incentivi che moltiplicando i 2000 euro di contributo, il totale è di 15000 euro e altri 5000 euro risparmiati (500×5 anni).

Visti questi calcoli il guadagno c’è ma solo dopo la scadenza del finanziamento. Ha guadagnarci è sicuramente l’istituto di credito che per i 15 anni con rate da 2500 euro, si è intascata un totale di 37.500 euro.

Questo non vuol dire che non sia conveniente, anzi, riteniamo che un impianto con pannelli fotovoltaico sia un’ottima soluzione di risparmio e investimento.

I calcoli che abbiamo riportato sono approssimativi, riteniamo che un tempo medio per il ritorno dell’investimento potrebbe essere di circa 10 anni e considerando che la vita media di un impianto a pannelli solari è superiore ai 30 anni, si possono ottenere vantaggi economici per oltre 20 anni.

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Soluzioni per risparmiare sulla corrente elettrica

Uno dei risparmi energetici più semplici ed immediati da attuare è rappresentato dalla sostituzione di tutte le lampade ad incandescenza con lampade fluorescenti che consentono notevoli risparmi sia in termini economici sia come contenimento dell'inquinamento.

Un commento

  1. Se i calcoli fossero stati fatti con un po’ meno approssimazione l’articolo sarebbe anche stato buono.

    Tuttavia i pannelli solari convengono PUNTO E BASTA. Ovviamente se si può evitare il finanziamento tanto meglio ma, anche in caso di finanziamento, avere un payback SICURO dopo 10/11 anni dove altro lo trovate oggigiorno??? Nel mattone, nei bot, in borsa :-) ma per favore!

    Inoltre, molliamo per un attimo questi maledetti soldi e pensiamo a quanta energia pulita in sostituzione dell’energia sporca produciamo.
    Se anche solo 1/3 degli italiani lo capisse.. saremmo un altro paese!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *