Home / Finanza Personale / Risparmio / Gli incentivi statali concessi sulla produzione di energia elettrica

Gli incentivi statali concessi sulla produzione di energia elettrica

Gli incentivi statali concessi sulla produzione di energia elettrica, da parte degli impianti alimentati con le rinnovabili, vengono prelevati dalle bollette dei cittadini; in parte questi costi a carico della collettività hanno tra l’altro influito sul recentissimo rincaro della luce con un +3,9% a partire dal corrente mese di aprile così come comunicato dall’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas. E’ chiaro che serve un maggiore equilibrio sulle incentivazioni, altrimenti lo sviluppo sostenibile nel nostro Paese viene pagato a caro prezzo proprio dai consumatori.

Non a caso, suscitando non poche critiche e perplessità tra gli operatori della filiera, il Governo ha recentemente approvato il Decreto Rinnovabili che porterà alla chiusura, in largo anticipo rispetto alle previsioni, del terzo Conto Energia sul fotovoltaico. Anche MC, il Movimento Consumatori, dice basta agli aumenti in bolletta legati e correlati alle incentivazioni sulle rinnovabili, e propone altresì di rivedere il sistema delle incentivazioni mettendo a punto un regime equilibrato e davvero sostenibile.

FAI TRADING IN MODO SICURO

www.trade.com

Scegli il Broker numero UNO per il trading su Forex, Azioni, Materie Prime e CFD!
Iscriviti e ricevi subito €25* per iniziare a fare trading.

Nel dettaglio per MC, secondo quanto dichiarato dal responsabile settore Energia & Ambiente del Movimento Consumatori, Ovidio Marzaioli, occorre premiare la micro generazione di energia pulita, ovverosia quella in ambito domestico, mettendo a punto soluzioni che ne aiutino la crescita. Altrimenti gli oneri si scaricano sulle famiglie e, in misura maggiore, sulle utenze dei piccoli esercizi commerciali e dei non residenti.

D’altronde la stangata energetica 2011 sulle bollette potrebbe essere solo all’inizio a causa dei mutamenti geopolitici cui abbiamo assistito nelle ultime settimane. Dall’1 aprile scorso le tariffe della luce sono aumentate del 3,9%, come sopra accennato, ma anche per il gas è arrivato un +2% che deve far riflettere su come l’Italia debba necessariamente diversificare le fonti di approvvigionamento adottando una politica energetica lungimirante così come purtroppo non s’è fatto da parecchi decenni a questa parte.


Novità

Trading su Forex, CFD e Opzioni Binarie con un'unico Broker


Promozione Dove Investire: Apri un conto e ricevi gratis l'ebook

Apri un conto di trading e ricevi un ebook gratis

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Risparmio e guadagno sicuro con i pannelli fotovoltaici

Conoscere strumenti che permettano di far risparmiare, possono aiutarci a sopravvivere in questi momenti di difficoltà economica. Uno dei modi più efficaci per risparmiare oggi sono i pannelli fotovoltaici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *