Home / Finanza Personale / Risparmio / Consigli per risparmiare denaro sui libri e corredo scolastico

Consigli per risparmiare denaro sui libri e corredo scolastico

Ci siamo quasi. Le scuole stanno per iniziare e le famiglie si trovano ad affrontare le spese per il corredo scolastico. Vediamo come risparmiare denaro..
Nonostante un contenimento dei prezzi per quel che riguarda i corredi, quest’anno al ritorno dalle vacanze le famiglie italiane per mandare a scuola i figli nel nuovo anno scolastico si troveranno nuovamente e puntualmente a far fronte ai rincari.
La Federconsumatori ha rilevato che il caro scuola per l’anno 2010 – 2011 segna complessivamente un aumento dei prezzi del 4% anche e soprattutto a causa delle maggiori spese per i libri di testo; con la conseguenza che in media le famiglie dovranno sborsare complessivamente ben 918 euro, di cui 468 euro per i libri di testo, e 450 euro per il corredo; l’aumento rispetto al 2009 è ben al di sopra dell’inflazione Istat visto che è pari al 4%, corrispondente a 36,70 euro in più. Al fine di poter risparmiare, sia la Federconsumatori, sia l’Adusbef, raccomandano alle famiglie di fare scorta di accessori e corredi della scuola approfittando delle offerte promozionali che di norma vengono messe a punto dagli esercenti in questo periodo dell’anno.

IL TRADING DI NUOVA GENERAZIONE

Investire sui mercati finanziari non è mai stato cosi facile. Scoprilo oggi!
Bonus di 25€* senza alcun deposito richiesto
(T&C applicati)

Per risparmiare sui libri invece, le due Associazioni dei Consumatori, facendo molta attenzione a quello che si acquista, in particolare controllando che le edizioni siano aggiornate, consigliano di puntare sui mercatini dell’usato e sulle promozioni di ipermercati e punti vendita che propongono buoni sconto ed anche spesso i dizionari in omaggio.


Consigliato

Dove Impara ad investire con i CDF. Richiedi la guida al trading di successo.
Scarica GRATIS l'ebook!

ebook  trading

Ti potrebbe interessare:

Come risparmiare sui costi dell’auto

I rincari sulla benzina e a breve quelli sulle RC auto hanno fatto diminuire l’utilizzo della automobile da parte degli italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *