Home / Finanza Personale / Prestiti / Tagliare fuori le banche, che soddisfazione!

Tagliare fuori le banche, che soddisfazione!

Come fronteggiare le banche, furbone, che si sono intascate i soldi della BCE e non erogano più prestiti? Ora si può. Parliamo del peer to peer lending. No, non c’entra Napster o la pirateria musicale. Peer to Peer significa da persona a persona. E’ proprio questo, il principio, su cui si basa il peer to peer lending. Tradotto in italiano, questa nuova forma di finanziamento suona come “Prestito tra privati”.

Proprio così: troviamo un finanziatore, egli ci presta il capitale, e noi gli restituiamo i soldi, con interessi, a scadenza. Prima, quando l’abbiamo definito nuovo forma di finanziamento, scherzavamo. Si tratta, infatti, del metodo più vecchio del mondo.

Tagliare fuori le banche, che soddisfazione!

Non nascondiamoci. Il sentimento degli italiani verso la banca è pari solo – per ostilità – a quello verso la classe politica. La banca è sinonimo di scorrettezze, balzelli, arretratezza. Il prestito tra privati, invece, è un balzo nel passato passando per il futuro.

FAI TRADING IN MODO FACILE

www.plus500.com

Forex, Azioni, Materie Prime, Crypto Valute, CFD in una unica piattaforma
Spread bassi, zero commissioni e leva finanziaria

Un grande successo in Cina

La Cina può contare già 200 siti di peer to peer lending. Una cifra spaventosa. Anche l’Italia sta muovendo i suoi primi passi. C’è un sito, in particolare, che si sta imponendo all’attenzione. Vi consigliamo di provarlo.

Peer to peer lending: gioie e dolori

Come si dice, non tutto è oro quel che luccica. Le società di microcredito, infatti, non sono delle banche e non avrebbero, in caso di insolvenza, possibilità di coprire ingenti perdite. Per questo motivo, il tasso d’interesse medio, stimato intorno al 20 percento, è più alto di quello praticato dalle banche, ma inferiore a quello proposto da certi usurai. Con il vantaggio di stare alla larga da certi loschi personaggi e di pagare un tasso di interesse che non rischia di aumentare arbitrariamente.


Promozione Dove Investire: Apri un conto e ricevi gratis l'ebook

Apri un conto di trading e ricevi un ebook gratis

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *