Home / Finanza Personale / Mutui / La situazione economica influenza i mutui

La situazione economica influenza i mutui

La situazione economica italiana non sembra cambiare nel breve. La crisi si fa sentire un po in tutti i settori e non viene escluso quello dei mutui.

Analizzano la situazione dei mutui c’è da sottolineare, in riferimento ai mutuo a tasso variabile, la Banca Centrale Europea ha provveduto a tagliare i tassi di riferimento dopo gli aumenti dei mesi scorsi.

Questa mossa, riducendo il tasso di riferimento Euribor, ha portato una diminuzione sulla spesa dei mutuatari pari a 100/150 euro per ogni 100mila euro presi a prestito.

Chiariamo che questo risparmio non colpisce tutti i mutuatari in quanto i titolari di un mutuo a tasso fisso non noteranno cambiamenti in seguito alle modifiche della Bce sui tassi.

FAI TRADING IN MODO FACILE

www.plus500.com

Forex, Azioni, Materie Prime, Crypto Valute, CFD in una unica piattaforma
Spread bassi, zero commissioni e leva finanziaria

Analizzando la situazione attuale, lo Spread BTp-Bund ha una alta influenza sui mutui. Sono prevesti nuove mosse da parte della BCE che porterà una ulteriore discesa dell’Euribor e quindi un ulteriore risparmio per le famiglie.

Viste le dinamiche attuali si potrebbe prendere in considerazione il passaggio da un muto a tasso fisso ad uno variabile. Per questo consigliamo di leggere articoli nella sezione Mutui, ma per dare ora un consiglio, contattate la vostra banca chiedendo magari tramite surroga o comunque rinegoziando i termini del finanziamento.

Detto questo, la valutazione è molto soggettiva: passando al variabile, sapete di potervi garantire uno sconto sulla rata, ma quanto durerà? Gli analisti sostengono che l’Euribor riprenderà a salire in futuro e con questo anche le rate per chi ha scelto un mutuo a tasso variabile.
Fonte: ciakprestitiemutui.com


Trai vantaggio dall’instabilità del mercato

Apri un conto di trading

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Lo Spread vola a 200 punti base; motivi e prospettive future

Il differenziale di rendimento tra il Btp e il Bund vola a 200 punti base, toccando questa soglia per la prima volta da febbraio 2014. Una giornata "storica" per lo Spread

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *