Home / Finanza Personale / Fisco / IMU: dubbi non chiariti

IMU: dubbi non chiariti

Dopo tanta attesa, il 16 giugno avremmo un importante appuntamento con la prima rata dell’Imu.

Sarà questa la prima delle tre scadenze previste per il pagamento dell’imposta sulla prima casa. Anche se manca poco, sono ancora tanti i dubbi non chiariti come anche le eventuali sanzioni sugli errori.

Vista la complessità del calcolo del pagamento, il governo starebbe studiando l’ipotesi di garantire l’esenzione dalle sanzioni per chi sbaglia il pagamento della prima rata.

IL TRADING DI NUOVA GENERAZIONE

Investire sui mercati finanziari non è mai stato cosi facile. Scoprilo oggi!
Bonus di 25€* senza alcun deposito richiesto
(T&C applicati)

Al momento sembrerebbe che il 30% dei possessori di prime case sarà esente dall’Imu e, su un confronto più generale con la vecchia Ici, la nuova tassa potrebbe addirittura essere più conveniente.

Per il pagamento per la prima rata verranno utilizzare le aliquote fisse del 4 per mille per la prima casa e del 7,6 per le seconde e gli altri immobili, con imposizione al 50% nell’ipotesi in cui il cliente abbia optato per una ripartizione dell’addebito in due rate, o di un terzo nell’inversa ipotesi in cui abbia optato per una suddivisione in tre parti.

Il pagamento potrà avvenire con il modello F24 entro la scadenza sopra ricordata.

C’è anche da dire che i comuni sicuramente opteranno per un incremento delle aliquote base e che quanto si risparmierà sulla prima rata, si andrà poi a finire nel conguaglio del mese di dicembre.


Consigliato

Notifiche di trading

Ti potrebbe interessare:

Come pagare la prima rata IMU

Mancano pochi giorni e poi scadrà il termine per il pagamento della prima rata dell'IMU. Per il pagamento, la prima rata e l’eventuale seconda di settembre, è necessario pagare in banca o dal commercialista con il modello F24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *