Home / Finanza Personale / Assicurazioni / La crisi colpisce il settore Rca

La crisi colpisce il settore Rca

La crisi economica che stiamo attraversando da tempo ha colpito tutte le categorie non risparmiando il settore RCA, come? Polizze non rinnovate, pagamenti in ritardo, disdette..

Proprio a causa delle difficoltà economiche aumentano il numero di utenti che decidono di circolare senza assicurazione oppure di farsi tentare da contrassegni venduti a buon mercato dietro cui si nascondo truffe assicurative. Questo è un fenomeno che aumenta soprattutto in periodi di crisi e colpisce maggiormente le famiglie hanno difficoltà ad arrivare alla fine del mese.

TRADING FACILE & VELOCE

Scopri la nuova piattaforma di ActivTrades.
Ampia gamma di strumenti, grafici avanzati , One-click trading!
Per te subito una DEMO gratuita e centro formazione professionale!

Oltre a questo si riducono molte garanzie accessorie, come il furto/incendio anche se nei momenti di difficoltà economica sarebbe più opportuno assicurarsi da rischi che possono avere conseguenze economiche pesanti.

Cambiamo anche i metodi di pagamento del premio. Difficilmente si sceglie il pagamento annuale e per la maggior parte delle volte si fraziona il premio in rate semestrali, se non trimestrali e quadrimestrali.
Oltre a questo si aggiunge il pagamento l’ultimo giorno utile di copertura se non, in molti casi, oltre la scadenza del periodo di copertura.

Questi appena descritte sono i principali cambiamenti degli italiani verso l’assicurazione RCA dovuti dalla crisi economica nel nostro Paese
Fonte: assionline.com


Consigliato

Dove Investire nel 2017? Dai migliori investimenti speculativi a quelli più sicuri.
Scarica GRATIS l'ebook!

ebook  trading

Ti potrebbe interessare:

Il gioco online non conosce crisi

La crisi economica si fa sempre più dura e aumenta la disoccupazione.Chi non vede la crisi è il gioco online.Un settore in continuo aumento che attira sempre nuove persone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *