Home / Finanza Personale / Assicurazioni / Il 2012 sarà un anno difficile per i prestiti

Il 2012 sarà un anno difficile per i prestiti

La situazione italiana sembra abbastanza critica. Nei giorni scorsi le agenzie di rating hanno abbassato nuovamente il rating italiano. Anche di fronte questo scenario per ora il sistema bancario sembra reggere anche se la mancanza di liquidità costringe quest’ultime a limitare i prestiti.

Questa situazione si andrà ad aggravare nel corso dell’anno, in quanto le famiglie dovranno pagare sempre più tasse e sarà costretta a richiedere nuovi prestiti. Ma cosa può succedere se le banche non offriranno prestiti alle famiglie?

Le banche sono in crisi di liquidità ed facile prevedere una riduzione consistente delle cessioni dei prestiti.

FAI TRADING IN MODO FACILE

www.plus500.com

Forex, Azioni, Materie Prime, Crypto Valute, CFD in una unica piattaforma
Spread bassi, zero commissioni e leva finanziaria

Per scongiurare questo pericolo la BCE, come precedentemente fatto, ha deciso di fornire liquidità alle banche europee attraverso una maxi-asta. Questo intervento mira a favorire la ricapitalizzazione degli istituti di credito, in modo tale che non abbandonino il sistema imprenditoriale e le necessità delle famiglie.

Attraverso questa mossa il pericolo sembra essere al momento scongiurato, ma si spera che gli istituti di credito nel 2012 non alzino i tassi di interesse dei prestiti, determinando così ulteriori difficoltà per famiglie e imprese, già sufficientemente colpite dagli aumenti del caro vita e soffocate dalla pressione fiscale.

Un consiglio che vogliamo dare alla famiglie che devono richiedere un prestito in questo periodo, è quello di informarsi e ricercare l’offerta migliore proposta sul mercato e non fermarsi al primi istituto di credito. Sono tante le offerte che il mercato propone e per questo ti auguriamo un grosso in bocca al lupo.


Trai vantaggio dall’instabilità del mercato

Apri un conto di trading

Informazioni sull'amministratore di Dove Investire

L'amministratore e proprietario del portale www.doveinvestire.com è Simone Mordenti, analista finanziario, trader con oltre 10 anni di esperienza. Classe 1974, si avvicina al mondo del trading, ed in particolare agli investimenti sui indici di borsa e valute, grazie all’affiancamento di esperti del settore. Una forte passione per le scienze statistiche e l’analisi tecnica sui mercati finanziari, da diversi anni si occupa di giornalismo finanziario in diversi portali del settore, in veste di analista tecnico e trading advisor.

Ti potrebbe interessare:

Le Borse non sembrano farsi spaventare dai downgrade delle agenzie di rating

Anche Moody's taglia il nostro rating. Poco male, la Borsa se ne infischia e non ci penalizza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *