Home / Guida trading / La mossa della Bce riduce le rate per i mutuo a tasso variabile

La mossa della Bce riduce le rate per i mutuo a tasso variabile

La Banca centrale europea con un po di sorpresa per tutti, negli ultimi giorni scorsi ha tagliato i tassi di interesse che sono passati dall’1,50% all’1,25%.
Questo conferma di come l’economia europea stia rallentando al punto di dover garantire maggiore liquidità al sistema bancario e finanziario.

Il taglio del costo del denaro da parte della Banca centrale europea è una buona notizia per chi sta pagando un mutuo a tasso variabile.
Con questo taglio la Federconsumatori ha calcolato che su mutui da 100 mila euro, con piano di ammortamento a 10 anni, si risparmiano in media 12 euro al mese sulle rate da pagare, mentre per i piani di ammortamento aventi durata pari a 30 anni il risparmio annuo è molto più alto ed è pari a 168 euro.

IL TRADING DI NUOVA GENERAZIONE

Investire sui mercati finanziari non è mai stato cosi facile. Scoprilo oggi!
Bonus di 25€* senza alcun deposito richiesto
(T&C applicati)

Adusbef e la Federconsumatori si aspettano ora che la Banca centrale europea nel corso della prossima riunione tagli ulteriormente i tassi di interesse anche tenendo conto del fatto che le dinamiche inflazionistiche al rialzo nei prossimi mesi dovrebbero attenuarsi.

Se così fosse, per i mutui variabili le famiglie potrebbero ulteriormente risparmiare sulle rate mensili da pagare; cosa che di questi tempi è tutto oro che cola.
Fonte: risparmioemutui.blogosfere.it


Consigliato

Dove Impara ad investire con i CDF. Richiedi la guida al trading di successo.
Scarica GRATIS l'ebook!

ebook  trading

Ti potrebbe interessare:

La scelta del mutuo piu’ conviene

Una buona notizia per i possessori di un mutuo a tasso variabile. La Banca Centrale Europea ha appena tagliato i tassi di interesse raggiungendo un livello storico record.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *