Home / Guida trading / Investire sulle commodity oggi

Investire sulle commodity oggi

A fronte della situazione economica nella quale ci troviamo negli ultimi mesi molti investitori hanno deciso di investire sulle commodity.
Proprio le commodity come materie prime, metalli, petrolio, oro, prodotti agricoli, sono considerate da molti un valido strumento per proteggere il capitale da rischi finanziari

Non bisogna pensare però che l’investimento in commodity sia privo di rischi. Proprio nell’ultimo periodo le commodity sono state caratterizzate da una elevata volatilità.

FAI TRADING IN MODO SICURO

www.trade.com

Scegli il Broker numero UNO per il trading su Forex, Azioni, Materie Prime e CFD!
Iscriviti e ricevi subito €25* per iniziare a fare trading.

A fare crescere la volatilità ci sono fondamentalmente due fattori. Il primo è la domanda speculativa che spesso tende a creare un incremento della volatilità, dato che l’inizio di una discesa o di una salita possono generare interesse (o disinteresse) da parte degli investitori, che con i conseguenti acquisti o vendite vanno ad amplificare i movimenti dei prezzi sul mercato.

Nella situazione attuale, c’è anche una elevata tendenza degli investitori a ragionare nel breve periodo, seguendo le evoluzioni politiche dei vari paesi e di conseguenza investendo secondo quella che percepiscono come necessità di rifugio.

Ma a contribuire alla volatilità c’è anche la situazione economica reale, che influenza la domanda industriale di molte commodity. Non parliamo solo dell’Europa, per quanto sia al centro dell’attenzione attualmente, ma soprattutto degli USA, la cui ripresa è ancora tutt’altro che solida.
Fonte: banknoise.com


Promozione Dove Investire: Apri un conto e ricevi gratis l'ebook

Notifiche di trading

Ti potrebbe interessare:

Il Petrolio torna sotto 50 dollari al barile. Dubbi sulla proroga della riduzione dell’offerta

Una settimana tra le più negative degli ultimi mesi con un calo dell'8% a causa degli scetticismi sull'efficacia della manovra restrittiva all'offerta dell'OPEC e del suo proseguimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *